IAN THORPE: LA LEGGENDA DEL NUOTO AUSTRALIANO

9 medaglie olimpiche, 15 medaglie iridate e 23 record mondiali fatti cadere tra il 1998 e il 2002: Ian Thorpe è considerato uno dei più grandi nuotatori di tutti i tempi, leggenda indiscussa dello sport australiano e del nuoto mondiale.

Ian James Thorpe nasce a Sydney il 13 ottobre 1982. Figlio di sportivi, si dedica alla carriera natatoria affascinato dallo stile di nuotata della sorella maggiore Christina (costretta alla piscina a causa di un infortunio al polso). La sua avventura acquatica inizia così a soli 5 anni, ma un’iniziale allergia al cloro gli impedisce di mettere la testa sott’acqua e quindi di partecipare a gare.

Con gli anni Ian supera il problema dell’allergia, migliora il suo iniziale stile goffo di nuotata (causato dalla necessità di tener sollevato il capo) e inizia ad ottenere i primi successi a livello nazionale. Il suo terzo posto nella finale dei 400 stile agli assoluti australiani del 1997 gli vale la convocazione per i Giochi PanPacifici di Fukuoka del 1997: all’età di 14 anni e 5 mesi diventa il più giovane nuotatore selezionato dal team australiano. A Fukuoka Thorpe vince la medaglia d’argento nella finale individuale dei 400 stile, chiudendo alle spalle del connazionale Grant Hackett.

Nel 1998 prende parte ai Campionati Mondiali che si disputano proprio a Perth (in Australia). Come a Fukuoka la finale dei 400 stile si rivela un duello all’ultima bracciata con Grant Hackett. Questa volta, però, è il giovane Ian a toccare per primo la piastra. Con la vittoria nei 400 stile Thorpe stabilisce il quarto crono mai nuotato sulla distanza e diventa il più giovane campione del mondo di nuoto maschile (a soli 15 anni e 3 mesi).

L’anno successivo partecipa ai Giochi PanPacifici che si tengono presso il Sydney Olympic Park. Thorpe, grazie a una maestosa volata di 250 metri, termina i 400 stile con l’incredibile crono di 3’41″83, stabilisce così il nuovo record del mondo sulla distanza, abbassando di 1 secondo e 97 centesimi il precedente primato che apparteneva al connazionale Perksin.

Ai Giochi Olimpici di Sidney 2000 Thorpe vince 3 ori (400 stile, 4×100 stile e 4×200 stile) e due argenti, (200 stile e 4×100 misti) stabilendo 4 record del mondo. L’anno successivo, ai Campionati Mondiali di nuoto di Fukuoka la stella australiana fa en plein. 6 ori: nessuno prima di lui era riuscito in tale impresa.

Ai Giochi Olimpici di Atene 2004 vince due ori, un argento e un bronzo. La finale più emozionante è quella dei 200 stile che vede fronteggiarsi Thorpe, Phelps, Hackett, e Van den Hogenband. La “gara del secolo”, come è stata poi ribattezzata, viene vinta dalla stella australiana in 1’44”71, crono che gli vale il nuovo record olimpico. Al termine delle Olimpiadi Ian Thorpe annuncia il suo ritiro.

LEGGI LA BIOGRAFIA DI MICHAEL PHELPS

Negli anni successivi prova a più riprese di tornare al mondo agonistico ma il suo stato di forma e la sua salute non gli permettono di ottenere risultati di rilievo. Seguirà per lui un difficile periodo di depressione che riuscirà a superare solo grazie all’aiuto degli psicologi.

Il suo incredibile talento innato affiancato a una tecnica di nuotata raffinata hanno reso Ian Thorpe una vera e propria leggenda del nuoto mondiale. Prima dell’era Phelps, Ian era considerato il più grande nuotatore di tutti i tempi.

LEGGI LE BIOGRAFIE
DI MOLTI ALTRI NUOTATORI

APPASSIONATO DI NUOTO?

ABBONATI ALLA NOSTRA NEWSLETTER:
tante clorose notizie in arrivo!