BENEDETTA PILATO: IL FUTURO DELLA RANA MONDIALE 1

BENEDETTA PILATO: IL FUTURO DELLA RANA MONDIALE

Primatista mondiale nei 50 rana in vasca lunga e primatista europea nei 50 rana in vasca corta, Benedetta Pilato è stata la prima italiana di sempre a scendere sotto il muro dei 30 secondi in 29"98. La giovane ranista di Taranto, ai Campionati Mondiali di Gwangju è diventata la più giovane atleta azzurra di sempre a partecipare a un Campionato Mondiale, battendo il primato che apparteneva a Federica Pellegrini. Ai Campionati europei di Budapest 2021 diventa primatista mondiale nei 50 rana in 29"30.


Benedetta Pilato nasce a Taranto il 18 gennaio 2005. Si allena a Pulsano (comune in provincia di Taranto) sotto la supervisione del suo allenatore Vito d'Onghia e di Max Di Mito (mentore della giovane Pellegrini), trasferitosi in Puglia appositamente per seguire la giovane ranista azzurra. Benny - com'è da tutti soprannominata - è specializzata nella rana, specialmente nei 50 e nei 100 metri.


Il 2019 di Benedetta Pilato

Nel 2019, durante i Campionati Italiani primaverili nuotati ad Aprile a Riccione, una Benedetta Pilato quattordicenne chiude al secondo posto in 30"61 la finale dei 50 rana vinta da Martina Carraro, e conquista il pass iridato per i Campionati Mondiali di Gwangju 2019.

Pochi mesi dopo, durante il Trofeo Settecolli, vince la finale dei 50 rana in 30"13 e stabilisce così il suo primo record italiano sulla distanza, abbassando il precedente primato che apparteneva ad Arianna Castiglioni (30"30). Il suo avvicinamento al Mondiale coreano passa anche attraverso i Campionati Europei Giovanili che si svolgono a Kazan. A Kazan la giovane ranista azzurra vince un oro e un argento: è oro nei 50 rana e argento con la 4x100sl.


Gwangju 2019 & l'argento iridato

Il 27 luglio 2019 inizia ufficialmente il suo primo Campionato Mondiale. L'azzurra nuota le batterie dei 50 rana e stabilisce il nuovo record italiano in 29"98, diventando la prima ranista italiana di sempre a scendere sotto il muro dei 30 secondi sulla distanza.

Il giorno successivo nuota la finale: Benedetta Pilato chiude in 30"30 vincendo la medaglia d'argento dietro alla primatista mondiale Lily King: impresa storica quella della quattordicenne tarantina che diventa la più giovane atleta italiana di sempre a vincere una medaglia mondiale (leggi l'articolo).


Verso Tokyo 2020

Il 4 dicembre 2019 ai Campionati Europei in vasca corta di Glasgow vince la medaglia d'oro nei 50 rana fermando il cronometro a 29"32 e stabilisce così il nuovo record italiano e record mondiale giovanile. Quella di Glasgow è la prima vittoria assoluta per Benny. Durante il 2020 - annata segnata dalla pandemia di Covid - partecipa all'International Swimming League, nuotando per il team Energy Standard. Durante il torneo ritocca ulteriormente il record italiano nei 50 rana scendendo prima sotto i 29" (16 ottobre 2020, 28"97), e abbassando poi ulteriormente il crono portando il nuovo limite italiano a 28"81, eguagliando il primato europeo di Ruta Meilutyte.

A dicembre dello stesso anno, in occasione degli Assoluti di Riccione, stabilisce il nuovo primato italiano sui 100 rana in vasca lunga con il tempo di 1'06"'02 e ottiene così il pass per i Giochi di Tokyo 2020. Nel maggio 2021, a Budapest, partecipa alla prima edizione dei Campionati europei in vasca lunga. Nelle semifinali dei 50 rana la giovane campionessa tarantina stabilisce in 29.30 il nuovo record mondiale.


Appassionato di nuoto?

Per rimanere sempre aggiornato e ricevere tutte le news in anteprima puoi seguirci sui social, iscriverti alla nostra newsletter, o iscriverti al nostro canale Telegram. Contenuti speciali, articoli, video e podcast! Che aspetti?

→ FACEBOOK
→ INSTAGRAM
→ TELEGRAM

Resta sempre aggiornato

ABBONATI ALLA NEWSLETTER