BUDAPEST 2022, RISULTATI FINALI E SEMIFINALI #DAY4 1

BUDAPEST 2022, RISULTATI FINALI E SEMIFINALI #DAY4

21 Giugno 2022 Off Di Marta

A Budapest continuano le gare di nuoto in vasca dei Campionati mondiali di Budapest 2022. Di seguito il recap di finali e semifinali del #Day4 - martedì 21 giugno - e tutti i risultati degli azzurri.


RISULTATI FINALI & SEMIFINALI

Nel quarto giorno di gare in quel di Budapest arriva il bellissimo argento di Nicolò Martinenghi nei 50 rana. L'azzurro, a soli 3 centesimi dall'oro, vince così la sua seconda medaglia iridata. Negli 800sl al maschile non arriva la medaglia azzurra, Greg chiude quarto mentre Detti è sesto. A vincere l'oro è Bobby Finke.

Alessandro Miressi in finale dei 100 stile libero, Zazzeri e Scalia perdono i rispettivi spareggi non riuscendo a entrare tra i migliori otto nei 100sl e nei 50 dorso. Razzetti chiude al settimo posto la finale dei 200 farfalla ed è decimo nelle semifinali dei 200 misti.

Kristof Milak vince i 200 farfalla e timbra il nuovo record mondiale. A laurearsi campionessa nei 200 stile libero donne è la cinese Junxuan Yang in 1'54"92. In chiusura di giornata gli USA vincono la 4x100 mista mista, Ceccon, Martinenghi, Di Liddo e Di Pietro chiudono in quinta posizione in 3'41"67. Di seguito tutti i risultati della serata, gara per gara.


800 stile libero uomini - FINALE

  • Record del Mondo: 7'32"12
  • Record Europeo: 7'39"27
  • Record Italiano: 7'39"27

Prima gara, prima delusione. Era auspicabile, quanto attesa una medaglia da almeno uno dei due azzurri. Ma né Gregorio Paltrinieri né Gabriele Detti salgono sul podio. Entrambi conducono una buona gara, non hanno sbagliato nulla. Il problema, semplicemente, sta nel fatto che i loro avversari sono andati troppo forte. Paltrinieri si aggirava attorno alla terza posizione, ma si è visto rimontato dagli avversari. In particolare lo statunitense Finke è risalito fino alla prima posizione, beffando l'ucraino Romanchuk che fino a quel momento aveva dettato legge. Così il dominio azzurro sulla distanza finisce e passa in mano agli americani. Paltrinieri chiude quarto con il tempo di 7'41"19. Mentre Detti è sesto in 7'47"75.

  1. Bobby Finke 7'39"36
  2. Florian Wellbrock 7'39"63
  3. Mykhailo Romanchuk 7'40"05

200 stile libero donne - FINALE

  • Record del Mondo: 1'52"98
  • Record Europeo: 1'52"98
  • Record Italiano: 1'52"98

In assenza della Divina, quella che una volta era la gara per eccellenza, perde di spessore. A Budapest nessuna si contraddistingue più di tanto, nessuna fa il numero. Alla fine la spunta la cinese Yang, che tocca davanti all'australiana O'Callaghan e alla connazionale Tang. Il podio, con relativi tempi:

  1. Junxuan Yang 1'54"92
  2. Mollie O'Callaghan 1'55"22
  3. Muhan Tang 1'56"25

100 stile libero uomini - semifinale

  • Record del Mondo: 46"91
  • Record Europeo: 47"11
  • Record Italiano: 47"45

Alessandro Miressi sembra essersi parzialmente ripreso, dopo le brutte prestazioni della batteria della gara regina e quella della staffetta 4x100 maschile. Questa sera nuota meglio rispetto alle occasioni citate e si accomoda al quinto posto. Il suo tempo è 47"89 e lo proietta in finale con la sesta posizione provvisoria.

Il vincitore della semi è il giovane Popovici che sigla il nuovo record del mondo juniores e vola in finale con il miglior tempo (47"13). Nella loro stessa serie è presente anche l'altro azzurro Lorenzo Zazzeri, che tocca per settimo in 47"96, pari-merito con l'ungherese Nemeth. A fine giornata è il magiaro a conquistare l'ultimo posto di accesso per la finale della gara regina.

Da segnalare l'assenza di Caeleb Dressel. Lo staff del campione a stelle e strisce ha fatto sapere che non era ai blocchetti di partenza per "problemi medici".


50 dorso donne - semifinale

  • Record del Mondo: 26"98
  • Record Europeo: 27"10
  • Record Italiano: 27"66

La finale si preannuncia ancora una volta una gara tra Smith e Masse, che vincono le loro semi e hanno rispettivamente il secondo e il primo tempo di accesso per giocarsi le medaglie. Silvia Scalia timbra un 27"72, con cui si piazza quinta. Il tempo è identico a quello della britannica Harris e così, come Zazzeri, anche lei affronta uno spareggio per conquistare la finale - anche questo uno spareggio sfortunato per gli azzurri, passa infatti la dorsista britannica nonostante il record italiano stabilito dall'azzurra in 27"65.



200 farfalla uomini - FINALE

  • Record del Mondo: 1'50"73
  • Record Europeo: 1'50"73
  • Record Italiano: 1'54"28

Milak's show nella finale dei 200 farfalla. L'atleta di casa, stravince con una prestazione da urlo. Spingendo fin dall'inizio, crea un abisso tra se stesso e gli avversari. E' una lotta Milak contro Milak, lui contro il suo stesso record. E quel record alla fine cade. 1'50"34 il nuovo tempo più basso mai nuotato. Il tempo con cui l'ungherese straccia gli avversari. Alberto Razzetti esce dall'acqua con la consapevolezza di essere uno degli atleti più forti del momento. Con 1'55"52 è settimo al mondo.

Il podio:

  1. Kristof Milak 1'50"34
  2. Leon Marchand 1'53"37
  3. Tomoru Honda 1'53"61

50 rana uomini - FINALE

  • Record del Mondo: 25"95
  • Record Europeo: 25"95
  • Record Italiano: 26"39

Arriva il brivido della serata: Nicolò Martinenghi è argento! Il lombardo si vede sfumare una clamorosa doppietta per un nulla. Probabilmente paga una partenza non perfetta. Riesce a distendersi bene e recupera nella parte nuotata. Al photo finish la spunta Fink e Martinenghi si deve "accontentare" del secondo posto. Simone Cerasuolo, al debutto, ottiene una più che dignitosa quinta posizione. Il podio:

  1. Nic Fink 26"46
  2. Nicolò Martinenghi 26"48
  3. Michael Andrew 26"72


200 farfalla donne - semifinale

  • Record del Mondo: 2'01"81
  • Record Europeo: 2'04"27
  • Record Italiano: 2'06"50

Nessuna atleta azzurra in gara per cercare un posto in finale.

Una semi è vinta dalla statunitense Flickinger in 2'05"90. Nell'altra si fa notare la giovane canadese McINTOSH, che vince con 2'05"79: migliora il record del mondo giovanile e prenota la corsia numero quattro. Entra in finale grazie a l'ultimo tempo utile Kapas. Mentre rimane fuori la lady di ferro, Katinka Hosszu, molto lontana dalle prestazioni a cui ci ha abituato.


200 misti uomini - semifinale

  • Record del Mondo: 1'54"00
  • Record Europeo: 1'55"18
  • Record Italiano: 1'57"13

Alberto Razzetti, reduce dalle fatiche dei 200 farfalla, non riesce a fare meglio del sesto posto. Il suo tempo è 1'58"02 e gli vale il decimo posto. Niente finale ma tanta soddisfazione per l'azzurro. La sua semifinale è vinta da Daiya Seto in 1'56"74. Leon Marchand, in una condizione strepitosa, trionfa nella seconda semi con 1'55"75 (miglior crono d'accesso in finale).


4×100 mista mixed - FINALE

  • Record del Mondo: 3'19"40
  • Record Europeo: 3'21"81
  • Record Italiano: 3'22"64

Podio sfiorato per la staffetta azzurra. Il quartetto, rinnovato rispetto al mattino, se l'è giocata molto bene fino agli ultimi metri. Thomas Ceccon conduce una discreta gara. Fa 52"26 e lascia a Nicolò Martinenghi il secondo posto. Il campione dei 100 rana e argento pochi minuti prima nella vasca secca, riesce a mantenere la posizione (57"93). Elena Di Liddo, unica staffettista non sostituita, se la deve vedere con alcuni uomini. Mantiene però invariato il posizionamento; fa 57"72 e lascia il testimone a Silvia Di Pietro. La veterana prende un cambio eccezionale, tiene molto bene, davanti ci sono solo gli Stati Uniti. Purtroppo nelle ultime bracciate viene superata. Alla fine l'Italia è quinta, con il tempo complessivo di 3'41"67. Il podio:

  1. Stati Uniti 3'38"79
  2. Australia 3'41"34
  3. Olanda 3'41"54

Tutto su Budapest 2022

#Budapest2022: il programma iridato prevede la partecipazione di nuoto, nuoto di fondo, nuoto sincronizzato, pallanuoto, tuffi. A seguire alcuni link utili per vivere al meglio la XIX edizione dei Campionati mondiali di nuoto FINA:

I calendari delle singole discipline:


Segui il grande nuoto con noi

Per rimanere sempre aggiornato sul nuoto mondiale e ricevere tutte le news in anteprima puoi seguirci sui social, iscriverti alla nostra newsletter, o iscriverti al nostro canale Telegram. Contenuti speciali, articoli, video e podcast! Che aspetti?

→ FACEBOOK
 INSTAGRAM
→ TELEGRAM


Appassionato di nuoto?

→ ABBONATI ALLA NEWSLETTER

Profilo Autore

Marta
Marta
18 anni, studentessa liceale all'ultimo anno. Sei anni di nuoto alle spalle, ora si dedica solo alla palestra. Sogna un futuro da giornalista. Quando non si dispera per aver deciso di iscriversi al liceo scientifico legge o guarda film, sopratutto thriller mentre odia quelli romantici troppo sdolcinati. Se si diploma, dopo frequenterà l'università di scienze della comunicazione. Non vede l'ora di abbandonare per sempre la matematica e di dimostrare che non serve essere raccomandati o particolarmente belli per avere successo.