DOHA, MONDIALI DI NUOTO: RISULTATI BATTERIE 11 FEBBRAIO 1

DOHA, MONDIALI DI NUOTO: RISULTATI BATTERIE 11 FEBBRAIO

11 Febbraio 2024 Off Di Margherita Scarcella

Prima giornata di batterie dei Campionati del Mondo 2024 di nuoto in vasca lunga all’Aspire Dome di Doha che vede subito tanti azzurri in acqua. Semifinale conquistata per Sara Franceschi al rientro dall’infortunio nei 200 metri misti femminili e per il duo Martinenghi-Viberti nei 100 metri rana al maschile. Ottime prestazioni delle staffette nella 4x100 stile libero maschile e femminile che centrano la finale entrando con il secondo crono utile.

Mattinata di gare anche per Federico Burdisso nei 50 farfalla, Sofia Laquintana nei 100 farfalla e Marco De Tullio e Matteo Ciampi nei 400 stile libero, che pero non riescono ad accedere alle semifinali.


RISULTATI BATTERIE D1

200 misti donne

  • Record del Mondo: 2'06"12
  • Record europeo: 2'06"12
  • Record italiano: 2'09"30
  • Tempo di qualificazione: 2'10"9

La prima mattinata di batterie si apre con i 200 metri misti al femminile, che vedono scendere in vasca per l’Italia Sara Franceschi, al rientro dopo un lungo stop a causa di un problema fisico, a caccia di un posto in semifinale.

La cinese medaglia di bronzo in carica Yu Yiting chiude la prima batteria in seconda posizione davanti alla britannica Wood e alle spalle dell’olandese Steenbergen che nuota in 2’11”45, entrando in semifinale con il terzo crono. Stravince la seconda batteria la canadese medaglia di bronzo olimpica in staffetta Sydney Pickrem che nuota in 2’10”97, secondo crono di accesso in semifinale, mettendosi alle spalle la francese Charlotte Bonnet e la connazionale McMillan.

Assenza di lusso in questa gara quella della medaglia d’argento in carica e oro mondiale a Budapest la statunitense Alexandra Walsh. C’è invece la connazionale campionessa del mondo in carica Kate Douglass che accede alla semifinale con il primo crono assoluto vincendo l’ultima batteria in 2’10”01 davanti alla campionessa europea Anastasia Gorbenko.

Obbiettivo semifinale centrato per Sara Franceschi che chiude in quarta posizione la seconda batteria nuotando in 2’13”66, che vale il nono tempo utile.


400 stile libero uomini

  • Record del Mondo: 3'40"07
  • Record europeo: 3'40"07
  • Record italiano: 3'43"23
  • Tempo di qualificazione: 3'44"6

La mattinata prosegue con le batterie dei 400 metri stile libero al maschile, dove l’Italia scende in vasca a caccia della qualificazione diretta alla finale con Marco De Tullio e Matteo Ciampi. Grande assenza in questa gara la medaglia d’oro in carica, l’australiano Samuel Short.

Resiste lo svedese Johansson che si impone nella quarta batteria con 3’46”20, chiudendo due decimi davanti al francese Aubry dopo un’accesa battaglia a colpi di bracciate. Lo svedese accede alla finale con l’ultimo crono utile mentre il francese è il primo degli esclusi. La medaglia di bronzo in carica, il tedesco Lukas Martens si impone nella penultima batteria chiudendo davanti all’austriaco Felix Auboeck in 3’44”77, che vale il secondo crono di accesso alla finale.

Grande escluso dalla finale il dominatore del mezzofondo di Fukuoka, il tunisino Ahmed Hafnaoui che chiude l’ultima batteria all’ottavo posto nuotando il diciassettesimo crono assoluto in 3’48”05. Nell’ultima batteria l’australiano Elijah Winnington si impone nuotando il primo tempo di accesso per la finale in 3’44”37 davanti al coreano Kim e l’irlandese Daniel Wiffen.

Esclusi dai primi otto i due azzurri in gara. Marco De Tullio in corsia numero due nella penultima batteria dei 400 metri stile libero chiude in decima posizione in 3’49”44 che vale il ventiquattresimo crono complessivo. Matteo Ciampi in corsia zero nell’ultima batteria chiude in sesta posizione segnando il quattordicesimo crono assoluto 3’47”23.

Di seguito, gli otto qualificati alla finale:

  1. Elijah Winnington (AUS): 3’44”37
  2. Lukas Martens (GER): 3’44”77
  3. Woomin Kim (KOR): 3’45”14
  4. Daniel Wiffen (IRL): 3’45”52
  5. Felix Auboeck (AUT): 3’45”53
  6. Guilherme Costa (BRA): 3’46”03
  7. Lucas Pierre Henveaux (BEL): 3’46”15
  8. Victor Johansson (SWE): 3’46”20

100 farfalla donne

  • Record del Mondo: 55"48
  • Record europeo: 55"48
  • Record italiano: 57"04
  • Tempo di qualificazione: 57"4

All’esordio nei 100 metri farfalle al femminile Sofia Laquintana, in una gara che vede la statunitense Claire Curzan come favorita per il titolo mondiale individuale.

Nella terza batteria si impone la tedesca Angelina Kohler che accede alla semifinale con il primo tempo utile in 56”41, chiudendo davanti alla sudafricana Gallagher che segna il nuovo Record Africano e terzo crono assoluto per la semifinale. Dominio della svedese Hansson nella quarta batteria che chiude in 57”45 davanti all’australiana Perkins e alla danese Bach. Nell’ultima batteria dei 100 metri farfalla al femminile l’australiana Brianna Throssell si impone davanti alla favorita Curzan nuotando in 57”78. Entrambe accedono alla semifinale rispettivamente con il quarto e quinto tempo utile, mentre la coreana Park nuota l’ultimo tempo utile in 59”32.

Laquintana nell’ultima batteria in corsia sette finisce la sua gara in nona posizione nuotando in 1’01”31 il ventisettesimo crono assoluto, che non vale per l’accesso alle semifinali.


50 farfalla uomini

  • Record del Mondo: 22"27
  • Record europeo: 22"27
  • Record italiano: 22"68

I 50 mesti delfino maschili vedono imporsi il sudafricano Chad Le Clos nella quarta batteria, entrando in semifinale con il tredicesimo crono utile con 23”47 davanti al canadese Knox.

Nella quinta batteria l’olandese Nyls Korstanje vince con il primo crono assoluto in 23”02, davanti a Dylan Carter che accede alle semifinali con il quarto tempo. Penultima batteria dominata dallo statunitense Michael Andrew che stacca il pass per la semifinale con il secondo tempo utile in 23”03 davanti al connazionale Casas e allo spagnolo Molla Yanes. L’australiano Cooper vince l’ultima batteria davanti al portoghese Matos Ribeiro detentore del record mondiale juniores, che entrano in semifinale rispettivamente con il terzo e quinto crono utile.

Spareggio a tre per conquistare l’ultimo posto per le semifinali tra l’austriaco Bucher, il greco Bilas e il singaporiano Teong, che viene vinto da quest'ultimo nuotando in 23"42.

Federico Burdisso in corsia numero uno nella terzultima batteria dei 50 metri delfino al maschile, in una gara non sua chiude al nono posto nuotando il ventottesimo crono assoluto in 23”92, non entrando in semifinale.


400 stile libero donne

  • Record del Mondo: 3'55"38
  • Record europeo: 3'59"15
  • Record italiano: 3'59"15
  • Tempo di qualificazione: 4'05"2

Non c’è ai blocchi di partenza dei 400 metri stile libero Simona Quadarella, che ha rinunciato alla gara per concentrarsi sugli 800 e 1500 stile libero.

Grande assente nella finale sarà la francese Kirpichnikova che chiude la terza batteria in sesta posizione nuotando in 4’13”95. Terza batteria che viene dominata dalla tedesca Gose che chiude davanti alla Yang, entrando in finale con il terzo crono utile in 4’05”48. Nella quarta batteria la cinese Li vince in rimonta entrando in finale con il primo crono utile nuotando in 4’04”65, imponendosi sulla neozelandese Fairweather in finale con il secondo tempo.

L’ultimo posto disponibile in finale viene conquistato dall’argentina Agostina Hein che nuota in 4’08”86.

Di seguito, le otto qualificate alla finale:

  1. Bingjie Li (CHN): 4’04”65
  2. Erika Fairweather (NZL): 4’04”70
  3. Isabel Gose (GER): 4’05”48
  4. M.F de Oliveira da Silva Costa (BRA): 4’05”52
  5. Eve Thomas (NZL): 4’06”12
  6. Gabrielle Roncatto (BRA): 4’06”13
  7. Peiqi Yang (CHN): 4’06”82
  8. Agostina Hein (ARG): 4’08”86

100 rana uomini

  • Record del Mondo: 56"88
  • Record europeo: 56"88
  • Record italiano: 58"26
  • Tempo di qualificazione: 59"1

I 100 metri rana al maschile vedono il grande ritorno di sua maestà Adam Peaty, deciso a preparare al meglio i prossimi Giochi olimpici di Parigi in estate, e il ritorno di Ilya Shimanovich reintegrato dopo lo stop causa guerra imposta agli atleti della “sua” Bielorussia.

Si impone Niccolò Martinenghi in corsia quattro nella sesta batteria con una buona prestazione chiudendo davanti all’olandese Corbeau e allo statunitense Foster, nuotando in 59”27. L’olandese Kamminga vince la penultima batteria davanti al tedesco Melvin Imoudu, entrando in semifinale con il sesto crono in 59”61.

Battaglia a tre nell’ultima batteria dei 100 metri rana al maschile tra Peaty, Fink e Choi fino agli ultimi 25 metri, dove nella vasca di ritorno il tedesco Matzerath rimonta chiudendo in terza posizione alle spalle di Adam Peaty che fa 59”34 e di Nic Fink che entra in semifinale con il primo crono assoluto 59”19. Ludovico Viberti in corsia sei nell’ultima batteria con una soddisfacente prestazione, chiude in quarta posizione in 59”86. 

Obbiettivo semifinale centrato da parte di entrambi gli azzurri che accedono alla fase successiva con rispettivamente il secondo e il dodicesimo crono. 


Staffetta 4x100 stile libero donne

  • Record del Mondo: 3'27"96
  • Record europeo: 3'31"72
  • Record italiano: 3'35"90

Nella prima delle due batterie della staffetta 4x100 stile libero al femminile, il Canada chiude in 3’39″75 accedendo alla finale con il terzo tempo utile, davanti al Brasile, alla Cina e al quartetto irlandese.

L’ultimo posto in finale se lo prende la Slovenia chiudendo la seconda e ultima batteria in quinta posizione in 3’42”11.

La staffetta italiana scende in vasca nella seconda batteria in corsia tre accanto al quartetto australiano. Straordinaria prestazione delle azzurre Sofia Morini, Costanza Cocconcelli, Emma Virginia Menicucci, Chiara Tarantino che guidano la batteria ai 100 metri e 300 metri, dietro soltanto alla Slovenia a metà gara. Nel finale L’Australia cambia marcia ed inizia a spingere chiudendo la batteria al primo posto in 3’38”33 davanti all’Italia che entra il finale con il secondo crono assoluto in 3’39”20. La staffetta azzurra si mette alle spalle l’Olanda partita forte nella prima vasca di andata.

Di seguito, le otto nazioni qualificate alla finale:

  1. Australia: 3’38”33
  2. Italia: 3’39”20
  3. Canada: 3’39”75
  4. Paesi Bassi: 3’40”42
  5. Polonia: 3’41”43
  6. Brasile: 3’41”67
  7. Cina: 3’41”75
  8. Slovenia: 3’42”11

Staffetta 4x100 stile libero uomini

  • Record del Mondo: 3'08"24
  • Record europeo: 3'08"32
  • Record italiano: 3'10"11

Nella prima batteria della staffetta maschile gli Stati Uniti si impongono sulla Spagna, entrando in finale con il primo tempo utile nuotando in 3’12”32. L’Ungheria chiude in terza posizione alle spalle del quartetto spagnolo, entrando in finale con l’ultimo tempo utile di 3’14”73.

Nella seconda e ultima batteria della 4x100 metri stile libero al maschile, l’Italia in corsia quattro accanto al quartetto cinese entra in finale con il secondo crono assoluto nuotando in 3’12”96. Fino a metà gara il quartetto azzurro è stato dietro soltanto alla Cina per poi spingere nella seconda parte di gara fino a vincere la batteria con Miressi che ha incrementato ad ogni bracciata il vantaggio sulla Cina, che entra in finale con il quarto crono utile. La Gran Bretagna chiude in seconda posizione e si aggiudica un posto in finale nuotando il terzo crono assoluto.

Di seguito, le otto nazioni qualificate alla finale:

  1. Stati Uniti: 3’12”32
  2. Italia: 3’12”96
  3. Gran Bretagna: 3'13"96
  4. Cina: 3'14"07
  5. Grecia: 3'14"33
  6. Serbia: 3'14"42
  7. Spagna: 3'14"71
  8. Ungheria: 4'14"73

Tutto su Doha 2024

#Doha2024: la XXI° edizione dei Campionati mondiali di nuoto si svolge dal 2 al 18 febbraio 2024 a Doha, in Qatar. A seguire alcuni link utili per vivere al meglio le gare di nuoto in vasca dei Campionati mondiali di nuoto 2024!



Appassionato di nuoto?

Immergiti in questo affascinante mondo con noi! Non perderti le ultime notizie e gli ultimi racconti, seguici sui nostri canali social, iscriviti alla nostra newsletter o unisciti ai nostro canali WhatsApp e Telegram. Contenuti speciali, articoli di approfondimento, video coinvolgenti e podcast informativi.

👉 WHATSAPP: le ultime news live
👉 FACEBOOK: un tuffo quotidiano nel nuoto
👉 INSTAGRAM: i momenti più belli
👉 TELEGRAM: notizie e storie affascinanti


Non vuoi perderti le nostre storie?

Ricevi le ultime novità, approfondimenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta. Riceverai ogni settimana la nostra weekly newsletter contenente gli articoli e le storie più interessanti degli ultimi 7 giorni. Fai un tuffo nell'esperienza completa del nuoto: iscriviti ora!

📨 ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER