INTERNATIONAL SWIMMING LEAGUE 2019: SI SCALDANO I MOTORI

INTERNATIONAL SWIMMING LEAGUE 2019: SI SCALDANO I MOTORI

0 Di Federico

Ci siamo, a quasi un anno dal primo incontro tra organizzatori e nuotatori, l'International Swimming League 2019 è pronta a prendere il via. Dal primo incontro a Londra ad oggi sono stati resi note le tappe (3 europee e 3 statunitensi), le squadre con i loro nuotatori ed è stato presentato il format della competizione.


Il 4 ottobre, nella città di Minneapolis (Tennessee), alle 14:00 locali, avrà inizio l'ISL, una nuova competizione del nuoto in vasca che si pone come obiettivo quello di dare risalto al nuoto e portarlo ai livelli dei vari basket, calcio e football americano, il tutto dando ai nuotatori in gara il giusto compenso derivante dalla copertura mediatica.

In vasca in questa prima tappa troveremo i team Cali Condors, DC Trident, Aqua Centurions ed Energy Standard che competono nel girone A. Tra i vari nuotatori che troveremo al blocchetto di partenza ci sono: Caeleb Dressel, Federica Pellegrini, Fabio Scozzoli, Katie Ledecky e molti altri: quasi il 75% dei campioni olimpici e mondiali e detentori dei record mondiali parteciperanno ad ISL, alcuni nel girone A (che farà tappa anche a Napoli) e gli altri (come Katinka Hosszu e Adam Peaty) nel girone B.


Gli 8 team:

I diritti televisivi della competizione sono stati acquisiti da Eurosport, come avevamo già scritto. Sarà pertanto possibile vedere le gare su Eurosport player o su DAZN (che ha integrato Eurosport e che fino al 6 ottobre ha un mese di prova gratuito per potersi godere le prime tappe della ISL) → L'International Swimming League è su Eurosport  | Guarda ora Eurosport su DAZN  | Attiva ora DAZN



Per rimanere sempre aggiornato e ricevere tutte le news in anteprima puoi seguirci sui social, iscriverti alla nostra newsletter, o iscriverti al nostro canale Telegram. Contenuti speciali, articoli, video e podcast! Che aspetti?

FACEBOOK | INSTAGRAM | TELEGRAM


Entra nella nostra community:

ABBONATI ALLA NEWSLETTER

Profilo Autore

Federico
Federico
23 anni, una breve parentesi da nuotatore agonista, poi sono scappato per dedicarmi alla filosofia. Dopo 5 anni di università non ho ancora capito se sia peggio Kant o un 400 misti. Nel 2010, in una serata post allenamento, ho creato nuoto uno stile di vita, da quel giorno mi sono fermamente convinto di una cosa: "tutti i più grandi pensieri sono concepiti mentre si nuota" (semicit). Da bambino Magnini era il mio idolo, crescendo ho iniziato ad amare il personaggio di Lochte, anche se quella di Ervin è la storia che mi affascina maggiormente. Regista e scenografo di film mentali da premio oscar, lettore a tempo perso, perdi tempo, tra una lezione universitaria e una nuotata in piscina mi diletto scrivendo articoli, curando la redazione del sito e pubblicando contenuti sui social. Spesso mi firmo con lo pseudonimo di Julian Carax (anche lui è scappato da qualcosa, in questo caso da un libro di Zafon).