ISL 2021, MATCH 16 | I RISULTATI PRINCIPALI 1

ISL 2021, MATCH 16 | I RISULTATI PRINCIPALI

26 Novembre 2021 Off Di Federico

Presso il Pieter van den Hoogenband Swimming Stadium di Eindhoven si è da poco concluso il sedicesimo match dell'International Swimming League 2021, penultimo match dei Playoff. Il match odierno ha visto sfidarsi DC Trident, Energy Standard, LA Current e London Roar con la vittoria degli Energy Standard con 561,5 punti davanti a London Roar e LA Current. Di seguito un recap con i risultati principali del 16° match.


La classifica del 16° match di gare:

Vincono gli Energy Standard con 561,5 punti, davanti a London Roar (498,5 punti) che vincono la sfida per la finale con gli LA Current che chiudono infine in terza posizione con 415,5 punti davanti ai DC Trident (289,5 punti). Energy Standard e London Roar mettono così in cassaforte la qualificazione per la finalissima, gli LA Current devono invece attendere l'ultimo match, ma ora qualificarsi è quasi impossibile!

  1. Energy Standard - 561,5
  2. London Roar - 498,5
  3. LA Current - 415,5
  4. DC Trident - 289,5

I risultati più rilevanti

Copertina per uno stratosferico Ilya Shymanovich che dopo un day1 stellare: vince 50 e 200 rana e nuota un sensazionale 55"00 lanciato nei 100 rana nella staffetta 4x100 mista degli Energy Standard, nel day2 migliora nuovamente il primato mondiale portando il nuovo limite in vasca corta a 55"28 (-4 centesimi al WR nuotato la scorsa settimana).

Sarah Sjostrom vince come ormai di consueto 50sl (23"12), 50 farfalla (24"72) e 100 farfalla (55"51) e 100 misti (57"94). Siobhan Haughey fa tripletta nello stile libero, vincendo 100 (51"13), 200 (1'50"65) e 400 (3'58"44). Nella rana femminile Alia Atkinson vince i 50 rana (29"19) e 100 rana (1'04"38) facendo incetta di punti. Kyle Chalmers vince 50sl (20"82) e 100sl (46"23) e arriva secondo nei 200sl alle spalle di Aleksandr Shchegolev (1'41"72).

Ryan Murphy fa doppietta nel dorso vincendo 50 (22"53) e 200 (1'48"10), mentre è secondo nei 100 alle spalle di Mark Nikolaev (49"43). Duncan Scott vince 200 (1'52"23) e 400 misti (4'01"80) mentre è secondo nei 100 misti (in 51"78) dietro a Kliment Kolesnikov (51"51).

Ottima prestazione anche di Ilaria Bianchi, unica azzurra in gara, che ha vinto i 200 farfalla in 2'06"33, Ilaria ha poi chiuso in ottava posizione i 50 farfalla (in 26"73).


Le skin race si sono disputate entrambe sul dorso. La skin femminile è stata vinta dalla nuotatrice degli LA Current Ingrid Wilm, vincendo tutti e 3 i round davanti a Kira Toussaint, mentre la skin maschile è stata vinta da Ryan Murphy davanti a Evgeny Rylov.

MVP del 16° Match per Ilya Shymanovich grazie alle incredibili prestazioni nella rana con il WR nei 100, secondo posto per Sarah Sjostrom. Di seguito i migliori 5 del 16° match:

  1. Ilya Shymanovich - 83,5
  2. Sarah Sjostrom - 75,0
  3. Siobhan Haughey - 70,0
  4. Ryan Murphy - 60,0
    Duncan Scott - 60,0

Approfondimenti e replay

Per chi si fosse perso il match, è possibile rivederlo sul sito di ISL (con abbonamento). Inoltre è possibile consultare tutti i risultati, le classifiche e altri approfondimenti sul match appena concluso sul sito di Omega.


Appuntamento domani con l'ultimo match dei Playoff

Appuntamento domani alle 19 per l'ultimissimo match dei Playoff. Durante il match 17 in programma domani e domenica alle 19:00 (27 e 28 novembre) in acqua anche gli Aqua Centurions.


Match 17

Data e orari: 27-28 Novembre, ore 19:00
TeamAqua Centurions, Cali Condors, Iron Team, Toronto Titans


Segui l'International Swimming League con noi

Per rimanere sempre aggiornato su ISL e ricevere tutte le news in anteprima puoi seguirci sui social, iscriverti alla nostra newsletter, o iscriverti al nostro canale Telegram. Contenuti speciali, articoli, video e podcast! Che aspetti?

→ FACEBOOK
 INSTAGRAM
→ TELEGRAM


Appassionato di nuoto?

→ ABBONATI ALLA NEWSLETTER

Profilo Autore

Federico
Federico
Una laurea Magistrale in Filosofia presso l'Università di Pavia, un'innata passione per la scrittura, la comunicazione e i social network. Nel 2010, in una serata post allenamento, ho creato nuoto uno stile di vita, da quel giorno mi sono fermamente convinto di una cosa: "tutti i più grandi pensieri sono concepiti mentre si nuota" (semicit). No, dopo 5 anni di università non ho capito se sia peggio Kant o un 400 misti.