ISL 2020 | MATCH 8, DAY 1: TESTA A TESTA TRA CALI CONDORS E LONDON ROAR 1

ISL 2020 | MATCH 8, DAY 1: TESTA A TESTA TRA CALI CONDORS E LONDON ROAR

5 Novembre 2020 Off Di Federico

Il match 8 si è aperto con un vero e proprio testa a testa tra Cali Condors e London Roar. Il team californiano e il team londinese si son dati battaglia durante la prima sessione dell'ottavo match dell'International Swimming League. Il team oro-blu è per ora in testa alla classifica con soli 8,5 punti di scarto sul team di Adam Peaty. Di seguito i risultati principali della prima sessione del match 8.


Risultati principali

I team che si sono sfidati in questo match 7 sono stati:

La prima sessione dell'ottavo match dell'International Swimming League 2020 si è aperta come da programma con i 100 delfino che hanno visto una doppia vittoria per i Cali Condors con Kelsi Dahlia che si è aggiudicata la gara femminile in 56"15 e il capitano Caeleb Dressel che si è aggiudicato la finale al maschile in 49"33. Il dominio dei Cali Condors è continuato anche nei 200 dorso con le vittorie di Beata Nelson (in 2'02"31) e Radoslaw Kawecki (in 1'48"12) che si sono così assestati in vetta alla classifica.

I 200 rana hanno visto le vittorie di Lilly King (2'15"80) e di Marco Koch (2'01"40), il ranista tedesco che nuota per i Ny Breakers ha ottenuto una vittoria straordinaria, distaccando di oltre 2 secondi tutti gli avversari. La staffetta 4x100 stile libero femminile è stata vinta dai London Roar, secondo e terzo posto per Cali Condors e Tokyo Frog Kings.

50 racconti sul nuoto: il libro di nuotounostiledivita

Nelle gare veloci a stile libero vittoria di Caeleb Dressel in 20"65 al termine di una sfida avvincente con Michael Andrew (secondo in 21"18) e Vladimir Morozov (terzo in 21"20). Nella gara al femminile doppietta dei NY Breakers con Kasia Wasick e Arina Surkova.

I 50 rana non riservano grosse sorprese: la gara al maschile vede il trionfo di Adam Peaty in 25"98 davanti a Michael Andrew e Caeleb Dressel. Nella gara al femminile doppietta dei Cali Condors con Lilly King e Molly Hannis che hanno fatto incetta di punti. Dopo la rana quello che si figura è un duello testa a testa tra Cali Condors (147 punti) e London Roar (139 punti).

Duello che che si è riproposto anche durante le staffette miste, la staffetta femminile è stata vinta dai Cali Condors mentre quella al maschile la vittoria dei London Roar. Per le altre vittorie, i 200 misti sono stati vinti da Andreas Vazaios (in 1'52"41) e da Melanie Margalis (in 2'04"18). I 50 dorso vengono vinti da Kira Toussaint (25"79) e Coleman Stewart (23"21). I 400 stile libero vengono vinti da Leah Smith in 3'59"70 e da Felix Aubock in 3'39"05.


Classifica dopo il primo giorno:

  1. Cali Condors 255
  2. London Roar 246,5
  3. Tokyo Frog Kings 210
  4. New York Breakers 167,5

Solo 9 punti di differenza tra Cali Condors e London Roar, un testa a testa estremamente equilibrato con la vittoria che verrà decisa con molta probabilità dalle skin race di domani sera.


Doppio appuntamento domani alle 10 di mattina per la seconda giornata del match 7 e nel pomeriggio alle 16 con la seconda giornata del match 8.


Link utili

Ecco una serie di link utili per seguire al meglio l'International Swimming League:

FANTANUOTO
→ CALENDARIO GARE ISL 2020
 ISL 2020 | ULTIME NEWS


Segui l'International Swimming League con noi

Per rimanere sempre aggiornato su ISL 2020 e ricevere tutte le news in anteprima puoi seguirci sui social, iscriverti alla nostra newsletter, o iscriverti al nostro canale Telegram. Contenuti speciali, articoli, video e podcast! Che aspetti?

FACEBOOK
INSTAGRAM
TELEGRAM


Appassionato di nuoto?

ABBONATI ALLA NEWSLETTER

Profilo Autore

Federico
Federico
Una laurea Magistrale in Filosofia presso l'Università di Pavia, un'innata passione per la scrittura, la comunicazione e i social network. Nel 2010, in una serata post allenamento, ho creato nuoto uno stile di vita, da quel giorno mi sono fermamente convinto di una cosa: "tutti i più grandi pensieri sono concepiti mentre si nuota" (semicit). No, dopo 5 anni di università non ho capito se sia peggio Kant o un 400 misti.