ISL 2020 | MATCH 9, DAY 1: DOMINANO GLI ENERGY STANDARD 1

ISL 2020 | MATCH 9, DAY 1: DOMINANO GLI ENERGY STANDARD

9 Novembre 2020 Off Di Sara

Alla Duna Arena si alza lo sipario sul penultimo match di questa International Swimming League. Tra oggi e domani si delineeranno le 8 squadre che passeranno alla fase finale, con i team impiegati stamattina già automaticamente qualificati.

Continua il dominio degli Energy Standard  che puntano alla vittoria strategicamente: l'obiettivo "vittoria" è infatti fondamentale per non incontrare i Cali Condors nella fase finale il cui scontro sarà ad eliminazione diretta. Dietro è lotta tra Tokyo Frog Kings, Iron Team Toronto Titans per la 2° posizione.


Risultati principali

I team che si sono sfidati in questo match 9 sono stati:

Come sempre, il programma gare si apre con i 100 delfino che vedono un'esaltata Madeline Banic (ENS) chiudere 2° dietro a Sarah Sjostrom (ENS) ma dopo aver dominato la gara fino ai 75 - 80 metri. Nella gara al maschile, si conferma il dominio degli Energy Standard con la vittoria di Chad le Clos

50 racconti sul nuoto: il libro di nuotounostiledivita

Nei 200 dorso al femminile si conferma il testa a testa - che già si era visto nei scorsi match - tra Emily Seebohm (ENS), Lisa Bratton (TOR) e Kylie Masse (TOR), con l'inserimento delle giapponesi dei Tokyo Frog Kings (Natsumi Sakai e Rie Shirai). Ed è proprio la Bratton, campionessa del Mondo in vasca corta in carica, a chiudere per prima con la compagna - Kylie Masse - terza. Nella gara al maschile, è doppietta Energy Standard grazie alla doppietta di Evgeny Rylov Kliment Koleniskov.

200 rana al femminile vengono vinti da una strabiliante Kelsey Wog (TOR). Al maschile, è doppietta Toronto Titans grazie alla coppia Anthony Mckee e Erik Persson che battono Ilya Shymanovich (ENS). Grazie a queste importanti vittorie, i Toronto Titans risalgono la classifica e superano i Tokyo Frog Kings, accasandosi in seconda posizione dietro gli Energy Standard.

La staffetta 4x100 stile libero vede la vittoria della staffetta degli Energy Standard 2 - super favorita sin dall'inizio - grazie alle ottime prestazioni di Pernille Blume, Siobhan Haughey, Femke Heemsker e Sarah Sjostrom.

50 stile libero al maschile - che presentano dei grandi assenti quali Florent Manaudou  e Vladimir Morozov - vedono la vittoria di Bruno Fratus (TOK) davanti a Maxim Lobanovszkij (IRO) e Shinri Shioura (TOK). In campo Italia, 5° Marco Orsi (IRO). Al femminile, vince Sarah Sjostrom davanti a Ranomi Kromowidjojo (IRO) e Femke Hemskerk (ENS).

200 misti  vedono il dominio totale dei Tokyo Frog Kings. In campo maschile, Kosuke Hagino (TOK) vince su Leonardo Santos (IRO). In campo femminile è doppietta nipponica grazie alla coppia Yui Ohashi Miho Teramura.

50 rana al maschile vedono la rinnovata sfida tra Ilya Shymanovich (ENS) e Emre Sakci (IRO), con la vittoria del turco, atleta della squadra di Katinka Hosszu, il Team Iron che, grazie a una prestazione da incorniciare, porta a casa ben 24 punti "rubandoli" agli avversari. Al femminile, è dominio assoluto di Benedetta Pilato.

La 4x100 stile libero al maschile si delinea molto più combattuta rispetto alla gara al femminile, con la squadra dei Toronto Titans che provano a infastidire gli Energy Standard. Ed è proprio la squadra canadese che, inaspettatamente, va a vincere contro i favoriti Energy Standard, grazie alle prestazioni di Yuri Kisil, Michael Chadwick, Blake Pierono e Brant Hayden che in ultima frazione recupera lo svantaggio e vince su Sergey Shevtsowv (ENS).

50 dorso al femminile vedono la vittoria di Natsumi Sakai (TOK) davanti a Melanie Hénique (IRO) e Simona Kubova (TOK). Male la Bratton che, nella vasca di ritorno, sbatte contro la corsia perdendo secondi preziosi. Al maschile, è vittoria ex aequo per Shane Ryan (TOR) e Takeshi Kawamoto (TOK) che assieme a Ryosuke Irie (TOK) regala una doppietta importante per i Tokyo Frog Kings.

Nei 400 stile libero - gara più lunga del programma di oggi - al femminile domina Leah Smith (TOK) che, a sorpresa, vince sulla favorita Siobhan Haughey (ENS) che chiude 2°. Al maschile, domina Danas Rapsys (ENS) che, questa volta, non sbaglia il conteggio delle vasche - si scherza, ovviamente!

E, in conclusione di giornata, arrivano le gare più attese: le staffette 4x100 mista  maschile e femminile, le gare le cui squadre vincitrici avranno la possibilità di scegliere lo stile della skin race di domani. Al femminile, vincono - con un vantaggio incolmabile - gli Energy Standard 2 la cui staffetta è composta da Emily Seebohm, Benedetta Pilato, Anastasyia Shkurdai e Sarah Sjostrom. Anche al maschile sono gli Energy Standard di Kliment Kolesnimov, Ilya Shimanovich, Chad le Clos e Sergey Shevtsov.

Saranno, dunque, gli Energy Standard a scegliere lo stile della skin race sia maschile che femminile, con probabilità la rana per entrambe le gare.


Classifica dopo il primo giorno:

  1. Energy Standard       300.5
  2. Tokyo Frog Kings      235.0
  3. Team Iron                  183.5
  4. Toronto Titans          155.0

Continua il dominio degli Energy Standard che, come i match precedenti, si proiettano verso la vittoria. Dietro è lotta per il secondo posto con i Tokyo Frog Kings già distaccati ma che si dovranno difendere dagli attacchi del Team Iron che, domani, avranno un programma gare più congeniale!


Appuntamento questo pomeriggio alle ore 16:00 con la prima giornata del match 10 che vedrà impegnati London Roar, Cali Condors , Aqua Centurions LA Current


Link utili

Ecco una serie di link utili per seguire al meglio l'International Swimming League:

FANTANUOTO
→ CALENDARIO GARE ISL 2020
 ISL 2020 | ULTIME NEWS


Segui l'International Swimming League con noi

Per rimanere sempre aggiornato su ISL 2020 e ricevere tutte le news in anteprima puoi seguirci sui social, iscriverti alla nostra newsletter, o iscriverti al nostro canale Telegram. Contenuti speciali, articoli, video e podcast! Che aspetti?

FACEBOOK
INSTAGRAM
TELEGRAM


Appassionato di nuoto?

ABBONATI ALLA NEWSLETTER

Profilo Autore

Sara
Sara
Laureata in Scienze Linguistiche, è entrata in piscina per la prima volta alla tenera età di 3 anni e da quel momento non se n'è più andata. Aspirante giornalista e intervistatrice per diletto, le piace parlare (dicono sia anche logorroica) e vivere di emozioni. Lo Sport è così importante che ha scelto un Master in Sport Digital Marketing & Communication.