ISL 2020 | SEMIFINALE 1, DAY 1: GIORNATA DI RECORD CON PILATO E TOUSSAINT 1

ISL 2020 | SEMIFINALE 1, DAY 1: GIORNATA DI RECORD CON PILATO E TOUSSAINT

14 Novembre 2020 Off Di Sara

Alla Duna Arena di Budapest si apre il sipario sulla prima semifinale di questa International Swimming League. Questa nuova fase vedrà l'eliminazione diretta di due squadre, mentre le altre due saranno automaticamente qualificate alla finale.

In questa prima giornata di gare il combattimento si fa sempre più acceso: la lotta tra Energy Standard London Roar sembra non deludere le aspettative, con la squadra parigina al comando, inseguita dal team britannico che non sembra voler cedere.

A coronare questa lotta, il primo Record del Mondo di questa ISL 2020, ad opera di Kira Toussaint nei 50 dorso e il Record Italiano nei 50 rana ad opera di Benedetta Pilato.

50 racconti sul nuoto: il libro di nuotounostiledivita


Risultati principali

I team che si sono sfidati in questa Semifinale 1 sono stati:

Come da programma, questa giornata di gare si apre con i 100 delfino con la vittoria di Sarah Sjostrom (ENS) davanti a Marie Wattel (LON) e Anastasia Shkurdai (ENS). Al maschile, vince il favorito Chad le Clos (ENS) davanti a Marius Kusch (LON) e Takeshi Kawamoto (TOK).

Nei 200 dorso Emily Seebohm (ENS) riesce a toccare davanti alla coppia giapponese dei Tokyo Frog Kings formata da Natsumi Sakai e Rio Shirai. La gara al maschile risulta molto più combattuta di quella femminile, con 6 atleti che si contendono la vittoria fino all'arrivo. A sorpresa, è Ryosuke Irie (TOK) a toccare davanti alla coppia degli Energy Standarddata per favorita - formata da Evgeny Rylov Kliment Kolesnikov.

I 200 rana vedono la prima vittoria dei NY Breakers grazie all'ottima prestazione di Emily Escobedo davanti a Annie Lazor (LON) e Molly Renshaw (NYB). Al maschile, gli occhi sono puntati su Marco Koch (NYB) che nei match precedenti ha registrato dei tempi notevoli, vicini al Record del Mondo. Il tedesco, autore di una rimonta sensazionale negli ultimi 50 metri, si vede però sfumare la vittoria da parte di Kirill Prigoda (LON) per soli 11 centesimi. Una gara combattutissima che ha visto anche l'inserimento di Adam Peaty (LON) che ha puntato sulla sua velocità iniziale e in conclusione ha chiuso 4°.

La 4x100 stile libero al femminile si combattono tra le corsie 4 - con gli Energy Standard - e 5 - con i London Roar. Da subito, le due staffette staccano la concorrenza e aprono la battaglia, con un costante ma lieve vantaggio da parte degli Energy che li portano a vincere.

50 stile libero vedono il dominio di Florent Manaudou (ENS) davanti a Vladimir Morozov (TOK) e Kosuke Matsui (TOK). Nella gara al femminile è lotta tra Sarah Sjostrom (ENS) e Kasia Wasic (NYB) con la vittoria della svedese per soli 6 centesimi.

200 misti ci mostrano un'accesa lotta tra gli atleti dei London Roar e i Tokyo Frog Kings. Si impone Duncan Scott (LON) davanti a Hagino (TOK) e Andreas Vazaios (LON). In campo femminile, vince Yui Ohashi (TOK) davanti a Sydney Pickrem (LON). Questa gara è fondamentale in ottica classifica: gli atleti dell'Energy Standard, infatti, portano a casa solamente 3 punti totali e i London Roar sono così riusciti a ridurre il vantaggio nei confronti dei rivali.

50 rana vedono il confronto tra Adam Peaty (LON) e Ilya Shymanovich (ENS) con il leone britannico che si impone sul bielorusso e porta a casa la vittoria. Nella gara al femminile si ripropone la lotta tra le due squadre, rappresentate ora da Benedetta Pilato (ENS)e Alya Atkinson (LON) con la tarantina che ottiene la vittoria, siglando il nuovo Record Italiano con il tempo di 28"86, a soli 5 centesimi dal Record Europeo.

La 4x100 stile libero al maschile vede la vittoria degli Energy Standard grazie alle frazioni di e Evgeny Rylov, Chad le Clos, Kliment Kolesnikov e Florent Manaudou.

50 dorso al femminile vedono il dominio assoluto di Kira Toussaint, che con il tempo di 25"60 migliora il Record del Mondo, primo Record mondiale a cadere in questa International Swimming League. Al maschile, è di nuovo vittoria dei London Roar grazie alla doppietta e di Guilherme Guido Christian Diener.

400 stile libero al femminile vedono la vittoria di Leah Smith (TOK) su Siobhan Haughey (ENS); al maschile, Danas Rapsys (ENS) cede il trono a Tom Dean (LON).

Le staffette 4x100 miste decreteranno le squadre che potranno decidere le skin race di domani. In campo femminile, vincono gli Energy Standard - formati da Emily Seebohm, Benedetta Pilato, Madeline Banic e Sarah Sjostrom. Nella staffetta al maschile, dominano i London Roar - con Guillherme Guido, Adam Peaty, Marius Kusch e Duncan Scott - dopo un emozionante testa a testa con gli Energy Standard.


Classifica dopo il primo giorno:

  1. Energy Standard       291.0
  2. London Roar              270.0
  3. Tokyo Frog Kings      208.0
  4. NY Breakers               114.0

Come d'abitudine, volano gli Energy Standard che puntano alla vittoria. Dietro di loro, gli accanitissimi London Roar non vogliono accontentarsi del passaggio di finale ma puntano alla vittoria. Bene anche i Tokyo Frog Kings che, fino alla fine, tenteranno il passaggio di turno.


Appuntamento domani mattina alle ore 12:00 con la seconda giornata di questa Semifinale 1.

Appuntamento domani pomeriggio alle ore 18:00 con la prima giornata della Semifinale 2 che vedrà impegnati Cali Condors , LA Current , Toronto TitansTeam Iron


Link utili

Ecco una serie di link utili per seguire al meglio l'International Swimming League:

FANTANUOTO
→ CALENDARIO GARE ISL 2020
 ISL 2020 | ULTIME NEWS


Segui l'International Swimming League con noi

Per rimanere sempre aggiornato su ISL 2020 e ricevere tutte le news in anteprima puoi seguirci sui social, iscriverti alla nostra newsletter, o iscriverti al nostro canale Telegram. Contenuti speciali, articoli, video e podcast! Che aspetti?

FACEBOOK
INSTAGRAM
TELEGRAM


Appassionato di nuoto?

ABBONATI ALLA NEWSLETTER

Profilo Autore

Sara
Sara
Laureata in Scienze Linguistiche, è entrata in piscina per la prima volta alla tenera età di 3 anni e da quel momento non se n'è più andata. Aspirante giornalista e intervistatrice per diletto, le piace parlare (dicono sia anche logorroica) e vivere di emozioni. Lo Sport è così importante che ha scelto un Master in Sport Digital Marketing & Communication.