SETTE COLLI 2018 : ECCO TUTTI I RISULTATI

SETTE COLLI 2018 : ECCO TUTTI I RISULTATI

Non attivi Di nuotounostiledivita

Da Adam Peaty a Sarah Sjostroem, da Yuliya  Efimova a Chad Le Clos, da Pernille Blume a Benjamin Proud, da Gregorio Paltrinieri a Federica Pellegrini, e poi Govorov, Scozzoli, Fratus, Kromowidjojo, Quadarella, Kapas: le stelle del nuoto italiano e del nuoto mondiale hanno infiammato per tre giorni la piscina del Foro Italico per la 55^ edizione dello storico trofeo internazionale di nuoto Sette Colli. Ecco tutti i risultati di rilievo e alcune considerazioni in vista dei Campionati Europei e dei Giochi Pan Pacifici di quest'estate.

Sono quasi 700 i nuotatori giunti nella città eterna per la 55^ edizione del trofeo Sette Colli, regalando grande spettacolo ai tanti spettatori presenti sulle tribune della piscina del Foro Italico. In questi tre giorni di gare sono state diverse le prestazioni di rilievo: prima fra tutti il WR di Govorov nei 50 delfino, ma anche i 100 rana di Yuliya Efimova che ha stabilito il miglior crono stagionale sulla distanza (1’04″98) e i 50sl di Benjamin Proud che ha nuotato il quarto 50sl più veloce di tutti i tempi (21″16).

Per gli azzurri degni di nota i risultati di Silvia Scalia e Margherita Panziera, che hanno stabilito il nuovo record italiano rispettivamente nei 50 (28"01) e nei 100 e 200 dorso (59″80 e 2’07″16) e di Ilaria Cusinato, che prima ha sfiorato il record di Alessia Filippi nei 400 misti e poi ha stabilito il nuovo record italiano nei 200 misti. Bene anche Paltrinieri, Scozzoli, Pellegrini e Quadarella i cui risultati vedremo nel dettaglio più avanti nell'articolo. Ecco i risultati delle tre giornate di gare:

GIORNO 1.

La prima giornata regala un'oro azzurro (quello di Simona Quadarella) e un record italiano (quello di Silvia Scalia), regala anche due prestazioni stellari nella rana (Efimova & Peaty) e delle buone prestazioni tra i giovanissimi azzurri come quella di Vergani nei 50sl. Ecco tutti i risultati, gara per gara:

50 dorso F

Silvia Scalia chiude in 28″01 e si prende il nuovo record italiano sulla distanza, concludendo quarta la finale che viene vinta dalla brasiliana Etiene Medeiros in 27″87, secondo posto per Mie Nielsen (27″92), completa il podio la britannica Georgia Davies (27″95).

50 dorso M

Matteo Milli porta a casa un terzo posto nella finale dei 50 dorso al maschile nuotando un buon 25"15, vince il rumeno Robert Andrei Glinta in 24″78, secondo posto per il brasiliano Gabriel Fantoni (24″95). Giù dal podio Simone Sabbioni che ha chiuso in 25"36.

400 stile libero F

Terzo posto e medaglia di bronzo anche per Stefania Pirozzi nei 400sl al femminile che chiude in 4'11"36. Si aggiudica la vittoria la britannica Hooly Hibbott in 4’09″78, secondo posto per la belga Valentine Dumont in 4’11″12.

400 stile libero M

La terza medaglia di bronzo arriva con Domenico Acerenza, sempre nei 400 sl, 3’49″75 il suo crono. A vincere è l'ucraino Romanchuk che chiude in 3’48″04, crono non particolarmente brillante. Secondo posto per l’egiziano Elkamesh (3’49″40).

100 rana F

I 100 rana vengono dominati da sua maestà Yuliya Efimova che si prende il record dei campionati e il miglior crono stagionale dell'anno in 1’04″98. Al secondo posto, distanziata di oltre due secondi, per la britannica O’Connor (1’07″40), terzo posto per l'azzurra Arianna Castiglioni che chiude in 1’07″66. Solo quinta Martina Carraro.

100 rana M

Se Yuliya Efimova fa la voce grossa nei 100 rana, non è certo da meno Adam Peaty nella finale al maschile che chiude in 58″61 davanti dell’olandese Arno Kamminga (59″19). Completa il podio la stella azzurra Fabio Scozzoli che nuota in 59″89, anche lui sotto al minuto in questo periodo di carico pre-europei di Glasgow.

50 farfalla F

Terzo posto anche per Elena Di Liddo nei 50 farfalla, 26″13 il crono dell'azzurra, che chiude alle spalle di due regine del nuoto mondiale come Sarah Sjostroem (prima in 25″19) e Ranomi

100 farfalla M

Terzo posto e menzione di merito per Federico Burdisso che chiude in 51″73, stabilendo il suo personale e il record italiano cadetti e Juniores sulla distanza. La vittoria va senza se e senza ma al campione olimpico Chad Le Clos (51″24) che chiude due decimi davanti all'inglese James Guy (51″44).

50 stile libero F

Gara stellare. I 50 sl li vince la reginetta danese Pernille Blume che chiude in 23"92 davanti a Sarah Sjostroem (24″18) che nulla può contro la campionessa olimpica in carica sulla distanza. Terzo tempo e medaglia di bronzo per l'olandese volante - alias Ranomi Kromowidjojo - che ha chiuso 26″64.

50 stile libero M

Spettacolo garantito anche nella finale al maschile dove il califfo della velocità inglese Benjamin Proud trionfa in 21″16 (quarto tempo di sempre) davanti a Fratus (21″77). Ottimo anche il crono del giovane azzurro Andrea Vergani che ha chiuso in terza posizione in 22″21. Luca Dotto termina solo quinto.

1500 stile libero F

Nell'ultima gara della prima giornata arriva la prima medaglia azzurra della 55^ edizione del trofeo Sette Colli e porta la firma di Simona Quadarella che trionfa in 15’56″81. Secondo posto per la magiara Boglarka Kapas in 16'07"48, mentre la terza piazza se la prende la giovane azzurra Tettamanzi Alisia (classe '97) in 16'31"40.

SECONDA GIORNATA

La seconda giornata di gare vede un'altro record italiano abbattuto (quello di Margherita Panziera) e una bellissima prestazione di Ilaria Cusinato, mentre Pernille Blume si è aggiudicata anche la gara regina (dopo il trionfo nei 50sl) davanti alla Sjostrom. Miressi da record (cadetti) nei 100sl che gli vale la vittoria davanti a Fratus.

100 farfalla F

La finale viene dominata dalla svedese Sarah Sjostrom che chiude in 56″29 davanti a Elena Di Liddo (57″38), e Ilaria Bianchi 57″84. Entrambe le azzurre sotto 58" in periodo di carico pre Glasgow 2018.

200 farfalla M

Nella distanza raddoppiata al maschile vince il brasiliano Luiz Altamir Melo in 1’55″83 davanti al magiaro Tamas Kenderesi (1’56″72) e al britannico James Guy (1’56″88). Primo tra gli azzurri il giovane Filippo Berlincioni (classe '96) che ha chiuso in 1’57″36, quarta posizione per lui.

100 dorso F

La bellissima prestazione di Margherita Panziera le regala il nuovo record italiano sulla distanza 59″80, (-16 centesimi dal record di 59″96 che già le apparteneva) e la vittoria della finale. In seconda piazza chiude la danese Mie Nielsen (59″57), davanti alla nuotatrice della Repubblica Ceca Simona Baumrtova (1’00″08).

100 dorso M

Nei 100 dorso al maschile si ripete pari pari il podio della distanza dimezzata: a trionfare ancora una volta è il rumeno Andrei Robert Glinta (53″96), davanti al brasiliano Gabriel Fantoni (54″49), terza piazza per l'azzurro Matteo Milli (54″54).

400 misti F

Menzione d'onore nei 400 misti al femminile per Ilaria Cusinato che ha nuotato uno spaventoso 4’34″64, arrivando a soli tre decimi dal record italiano di Alessia Filippi (4’34″34), il tutto a soli due giorni dall'orale di maturità che ha sostenuto giovedì. La giovane azzurra allenata da Coach Morini si è messa alle spalle britannica Aimee Willmott (4’38″81) e l’ungherese Boglarka Kapas (4’39″81).

400 misti M

Nella gara al maschile conclude in terza piazza il capitano azzurro Federico Turrini, 4’16″51 il suo crono. Vince il magiaro David Verraszto (4’11″98), campione europeo in carica e vice-campione mondiale della distanza sia a Kazan che a Budapest. Secondo posto per il brasiliano Bradonn Almeida (4’15″51).

100 stile libero F

La gara regina al femminile vedeva la presenza di tutto il meglio del vecchio continente. A vincere è la reginetta del nuoto danese Pernille Blume (52″72), che dopo essersi aggiudicata i 50sl trionfa anche nella distanza doppia battendo la specialista Sarah Sjostrom (52″77) e le due olandesi volanti Heemskerk, terza in 53″31 e Kromowidjojo, quarta in 53″77. Federica Pellegrini chiude in quinta piazza in 53″99, un buon sotto 54" in periodo di carico pre Glasgow 2018.

100 stile libero M

Un sublime Alessandro Miressi vince la finale della gara regina al maschile in 48″25 per lui personal best e record italiano della categoria cadetti. Dietro di lui il brasiliano Bruno Fratus (48″58) e il connazionale Pedro Spajari (48″72). Solo sesta piazza per il campione europeo della distanza Luca Dotto in 49″16.

50 rana (uomini e donne)

Yuliya Efimova (29″84) e Adam Peaty (26″41) trionfano senza problemi nelle rispettive finali dei 50 rana. Doppia terza posizione per la coppia azzurra Martina Carraro(30″85) e Fabio Scozzoli (27″24).

800 stile libero F

Simona Quadarella in 8’20″99 negli 800sl chiudendo davanti alla campionessa europea in carica, la magiara Boglarka Kapas (8'31"07 il suo crono). Terza piazza per l'azzurra Diletta Carli in 8'35"61.

800 stile libero M

Nella gara al maschile trionfo di Gregorio Paltrinieri che ha nuotato in 7’46″33, seconda piazza per il brasiliano Guilherme Costa (7’50″92), terzo posto l'azzurro Domenico Acerenza (7’53″68).

TERZA GIORNATA

La terza giornata vede il meraviglioso record italiano di Margherita Panziera nei 200 dorso che sbriciola il record Italiano di Alessia Filippi e l'incredibile record mondiale di Govorov nei 50 farfalla. Ecco tutti i risultati della terza e ultima giornata del trofeo internazionale di nuoto Sette Colli 2018 (gara per gara):

200 dorso M

Cristopher Ciccarese conclude al secondo posto la finale dei 200sl al maschile con il crono di 1'58"77, a vincere è il magiaro Adam Telegdy che chiude sei decimi davanti all'azzurro. Terza piazza per il britannico Luke Greenbank in 1'58"77.

200 dorso F

Margherita Panziera sbriciola il record Italiano di Alessia Filippi nei 200 dorso in 2’07″16 (il tempo di Alessia Filippi era di 2'08"03) e diventa così la prima azzurra a scendere sotto il muro dei 2 minuti e 8 secondi sulla distanza.  Secondo e terzo posto per la britanniche Fullalove Jessica (in 2’11″16) e Katherine Grenslade (2'11"23).

50 farfalla M

Ciao ciao Gomma! L'ucraino Govorov stabilisce il nuovo WR sulla distanza in 22"27 abbassando di ben 16 centesimi il WR precedente che durava dal 2009 (Perez Munoz, 22″43). Seconda piazza per il britannico Proud in 22″93, terzo l'olandese Goosen in 23″55. Gli azzurri D'Angelo e Codia chiudono al quarto e al quinto posto (rispettivamente 23"57 e 23"78).

200 farfalla F

I 200 farfalla al femminile vengono vinti dalla magiara Boglarka Kapas in 2’07″58, seconda piazza per la connazionale Szilagyi (2’08″01), terzo posto per la britannica Thomas Alys (2'08"26).

200 rana M

I 200 rana al maschile vengono vinti a sorpresa dall'azzurro Luca Pizzini che chiude in 2'09"34 davanti al campione  tedesco, oro mondiale nei 200 rana a Kazan 2015, Marco Koch (2’09″45) terza piazza per l’olandese Arno Kamminga in 2'09"86.

200 rana F

Yuliya Efimova fa enplein: dopo i 50 e i 100 arriva anche il trionfo nei 200 rana: 2’20″72 per la nuotatrice russa che chiude davanti alle due britanniche Molly Renshaw in 2’25"66 eChloe Tutton in 2’25″97. Quarta piazza per l'azzurra Francesca Fangio in 2'26"40.

200 stile libero M

Filippo Megli chiude in 1'47"58, terza piazza per lui dietro ai due brasiliani Melo e Scheffer che dominano la finale dei 200sl al maschile chiudendo parimerito in 1’46″84.

200 stile libero F

Vince l'olandese Heemskerk in 1'56"39, davanti a due brasiliane, seconda piazza per Liryo Manuella 1'57"99 Larissa Oliveira in 1'58"55, chiude al sesto posto Simona Quadarella in questa prova nei 200sl in 2'00"30.

200 misti M

Dopo la vittoria nei 400, l'ungherese Verraszto vince anche i 200 misti, 1’59″65 il suo crono. Alle sue spalle il britannico Max Lichtfield in 1'59"68, terzo posto per l'Italia con Giovanni Sorriso che in 2’00″82 si prende la medaglia di bronzo a questo Sette Colli 2018.

200 misti F

2'10"92: incredibile record italiano di Ilaria Cusinato nei 200 misti, dopo che ieri lo aveva sfiorato nella distanza raddoppiata. La prima italiana a scendere di sempre a scendere sotto il muro dei 2 minuti e 11 secondi nei 200 misti. La giovanissima azzurra classe '99 (allenata da Coach Morini) ha trionfato davanti a Yuliya Efimova in 2'11"89 e la svizzera Maria Ugolkova (2'12"19).

1500 stile libero M

Vince la finale dei 1500sl al maschile Gregorio Paltrinieri (in 7'46"33) in uno stadio del nuoto che diventa una bolgia che grida "Gregorio-Gregorio", seconda piazza per Costa Guilherme in 7'50"92, terza piazza per l'azzurro Domenico Aceranza in 7'53"68. Chiude magico Greg con le seguenti parole "Vi aspettiamo a Glasgow, perché lì spaccheremo il mondo".

Appuntamento, ora, ai Campionati Europei di Glasgow 2018 che riempiranno le prime due settimane di agosto di meravigliosi eventi natatori → GLASGOW 2018

APPASSIONATO DI NUOTO?

ABBONATI ALLA NOSTRA NEWSLETTER:
tante clorose notizie in arrivo!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al nostro blog: ci sono tante clorose notizie in arrivo.

Profilo Autore

nuotounostiledivita
nuotounostiledivita
“nuoto uno stile di vita” nasce nel 2010 grazie all'idea di due giovanissimi nuotatori (allora quindicenni) di condividere online la propria passione per il nuoto. Attraverso news, articoli, aforismi, foto, video e poesie, cerchiamo di offrirvi tutto quello che desiderate leggere sul mondo degli sport acquatici.