NUOTO, ASSOLUTI 2023: RISULTATI BATTERIE 28 NOVEMBRE 1

NUOTO, ASSOLUTI 2023: RISULTATI BATTERIE 28 NOVEMBRE

28 Novembre 2023 Off Di Marta

Al Campionato Italiano Open Frecciarossa 2023 si è conclusa la prima sessione di batterie. Abbiamo ritrovato una nazionale che ha regalato diverse conferme e nuovi nomi che provano a salire alla ribalta.

La giovane Agata Maria Ambler precede la veterana Silvia Di Pietro nei 50 stile - gara in cui proveranno a dire la loro anche le talentuose Sara Curtis e Chiara Tarantino.

Si affaccia sul palcoscenico dei grandi il giovanissimo Christian Bacico: nettamente il migliore in mattinata nei 200 dorso.

Cresce l'attesa per la finale dei 50 farfalla: Michele Lamberti detiene il crono più basso ma Thomas Ceccon e Lorenzo Gargani sono più che temibili.

Francesca Fangio e Lisa Angiolini si sfideranno per lo scettro dei 200 rana. Mentre si prospettano interessanti i 200 stile, con Filippo Megli e Stefano Di Cola i migliori delle batterie.

Christian Mantegazza guida il gruppo dei 200 misti, seguito da Alberto Razzetti. Simona Quadarella invece vola in finale dei 400 misti, senza alcun problema.

NUOTO, ASSOLUTI 2023: RISULTATI BATTERIE 28 NOVEMBRE 2

RISULTATI BATTERIE

50 Stile Libero Donne

  • Record del Mondo: 23"61
  • Record europeo: 23"61
  • Record italiano: 24"72
  • Tempo limite Doha 2024: 24"8
  • Tempo limite Parigi 2024: 24"6

Il miglior tempo della prima gara in programma appartiene a Agata Maria Ambler (25"46): la veneta si è imposta sulle avversarie con una prestazione più che discreta - specialmente riguardante la gestione - riuscendo ad anticipare la veterana Silvia Di Pietro (25"64). Bene anche le giovani emergenti Sara Curtis e Chiara Tarantino, che vincono le loro serie rispettivamente in 25"65 e 25"66.

In finale - oltre le quattro atlete già citate - troveremo: Viola Scotto Di Carlo (25"69), Costanza Cocconcelli (25"76), Emma Virginia Menicucci (25"95) e Cristiana Stevanato (25"97).


200 Dorso Uomini

  • Record del Mondo: 1'51"92
  • Record europeo: 1'53"23
  • Record italiano: 1'56"29
  • Tempo limite Doha 2024: 1'57"5
  • Tempo limite Parigi 2024: 1'55"9

Christian Bacico si impone nella sua batteria con il tempo di 2'01"18, che gli vale il primo tempo d'accesso nella finale di questo pomeriggio. Alle sue spalle nella classifica provvisoria troviamo Lorenzo Mora e Dylan Buonaguro: entrambi hanno nuotato in 2'02"01.

Matteo Restivo trionfa nella serie grazie ad un 2'02"29 e anche lui vola tra i migliori otto.

Più tardi nuoteranno per un posto sul podio anche Raffaele De Simone (2'02"44), Matteo Venini (2'02"54), Daniele Del Signore (2'02"57) e Francesco Lazzari (2'02"72).


200 Dorso Donne

  • Record del Mondo: 2'03"14
  • Record europeo: 2'04"94
  • Record italiano: 2'02"56
  • Tempo limite Doha 2024: 2'09"9
  • Tempo limite Parigi 2024: 2'08"5

2'13"95 è il crono di riferimento mattutino e a detenerlo è Erika Francesca Gaetani. Elisa Maloni è seconda in 2'14"09. Provvisoriamente al terzo posto troviamo Francesca Pasquino (2'14"98).

In finale ci saranno Aurora Velati (2'16"04), Benedetta Scalise (2'16"61), Martina Cenci (2'16"77), Alessia Bianchi (2'16"85). Mentre l'ultimo tempo utile è il 2'17"21 di Carlotta Toni.

Con l'assenza di Margherita Panziera - a causa di un'influenza - la gara più lunga del dorso cerca una nuova padrona.


50 Farfalla Uomini

  • Record del Mondo: 22"27
  • Record europeo: 22"27
  • Record italiano: 22"68
  • Tempo limite Doha 2024: 23"0

Si prospetta interessante la finale di questa sera. Al mattino Michele Lamberti timbra un ottimo 23"57, tempo che lo pone al primo posto provvisorio. Thomas Ceccon vince la sua serie in 23"65 - regalando un'altra bella prestazione dopo i successi degli ultimi tempi - e possiede il secondo crono d'accesso. Dietro di lui arriva Lorenzo Gargani in 23"69.

Con 23"97 volano in finale Giovanni Izzo e Luca Tedesco. Ritroveremo anche il veterano Piero Codia: ha vinto la batteria grazie ad un 24"12 che lo pone al sesto posto complessivo.

Le ultime due corsie disponibili saranno occupate da Gianmarco Sansone (24"13) e Alessandro Miressi (24"21).


200 Farfalla Donne

  • Record del Mondo: 2'01"81
  • Record europeo: 2'04"27
  • Record italiano: 2'06"50
  • Tempo limite Doha 2024: 2'08"1
  • Tempo limite Parigi 2024: 2'07"5

Alessia Polieri - questa sera - occuperà la corsia centrale, grazie al suo 2'14"02. Il secondo posto assoluto è di Antonella Crispino, che ha nuotato in 2'14"80. Sul terzo gradino del podio provvisorio troviamo Helena Musetti (2'14"83).

Scendendo nella classifica attuale - in attesa di sapere cosa succederà nella finale - sono scritti i nomi di Roberta Piano Del Balzo e Anna Porcari (entrambe 2'15"68). Al sesto posto Cristina Caruso in 2'16"75. Mentre Benedetta Festante e Beatrice Demasi occupano gli ultimi due posti utili per provare l'assalto al podio (rispettivamente 2'16"97 e 2'17"34).


200 Rana Uomini

  • Record del Mondo: 2'05"48
  • Record europeo: 2'06"12
  • Record italiano: 2'08"50
  • Tempo limite Doha 2024: 2'09"5
  • Tempo limite Parigi 2024: 2'08"5

In attesa di vedere in un futuro prossimo Martinenghi gareggiare in questa distanza, il padrone rimane Luca Pizzini. Il 2'14"52 timbrato gli vale infatti il tempo più basso nuotato in mattinata, seguito ad un solo centesimo di distacco da Edoardo Giorgetti.

Seguono Andrea Catello in 2'14"80, Cosimo Bugli in 2'15"16, Alessandro Fusco in 2'15"17 e Andrea Pierini in 2'15"59.

Samuele Cosco e Stefano Saladini occuperanno invece le corsie laterali (2'15"98 per il primo, 2'16"06 per il secondo).


200 Rana Donne

  • Record del Mondo: 2'17"55
  • Record europeo: 2'17"55
  • Record italiano: 2'23"06
  • Tempo limite Doha 2024: 2'23"9
  • Tempo limite Parigi 2024: 2'23"1

Francesca Fangio si candida al trono della gara più lunga della rana al femminile. Nuota molto bene e gestisce discretamente la gara, costruendo un vantaggio enorme che le consente di vincere la sua serie e di volare in finale con il miglior crono: 2'27"91. A trionfare in un'altra serie con una gara altrettanto buona è Lisa Angiolini, che timbra 2'28"69 e si piazza al secondo posto assoluto.

Provvisoriamente alla terza e quarta piazza troviamo Francesca Zucca (2'30"41) e Giulia Verona (2'31"08). Al quinto posto Lucrezia Mancini in 2'31"45. Mentre Aurora Venturi guadagna il sesto con il tempo di 2'31"95.

Vanessa Cavagnoli è settima (2'32"26). L'ultimo crono utile appartiene invece a Alessandra Pace ed è 2'32"61.


200 Stile Libero Uomini

  • Record del Mondo: 1'42"00
  • Record europeo: 1'42"00
  • Record italiano: 1'45"67
  • Tempo limite Doha 2024: 1'45"1
  • Tempo limite Parigi 2024: 2'23"1

I migliori nella mattinata di Riccione sono stati Filippo Megli e Stefano Di Cola, separati da soli quattro centesimi: 1'48"12 per il primo e 1'48"16 per il secondo. Terzo crono più basso per Manuel Frigo (1'48"49). Missione compiuta anche per Matteo Ciampi che nuota in 1'48"62 e ottiene la quarta posizione provvisoria.

Alessandro Ragaini è quinto grazie al suo 1'48"79 e precede Alessio Proietti Colonna (1'49"12 per lui). La settima piazza per il momento è assegnata a Giovanni Caserta (1'49"37). Marco De Tullio timbra in 1'49"40 e si prende l'ultimo posto utile. Gabriele Detti è decimo (1'49"67).


400 Stile Libero Donne

  • Record del Mondo: 3'55"38
  • Record europeo: 3'59"15
  • Record italiano: 3'59"15
  • Tempo limite Doha 2024: 4'06"0
  • Tempo limite Parigi 2024: 4'05"2

Nessun problema per Simona Quadarella: la romana - ormai uno dei punti di riferimento per questa nazionale - nuota in 4'12"54 ed entra in finale con il crono più basso. Alle sue spalle Noemi Cesarano (4'14"89).

A seguire troviamo Giulia Ramatelli (4'15"31) e Anna Chiara Mascolo (4'16"00). Il quinto posto provvisorio è occupato da Antonietta Cesarano (4'16"15).

Mentre al sesto e settimo troviamo rispettivamente Emma Vittoria Giannelli (4'17"24) e Azzurra Sbaragli (4'17"65).

L'ultimo posto per l'accesso alla finale invece è di Veronica Santoni che ha fermato il cronometro a 14'18"72.


200 Misti Uomini

  • Record del Mondo: 1'54"00
  • Record europeo: 1'54"82
  • Record italiano: 1'57"13
  • Tempo limite Doha 2024: 1'57"9
  • Tempo limite Parigi 2024: 1'57"0

Christian Mantegazza guida la classifica provvisoria grazie al suo 2'01"84. Alberto Razzetti è secondo in 2'02"21 con una prestazione molto interessante. Stesso crono per Alessandro Tredici. Mentre Lorenzo Glessi e Pier Andrea Matteazzi occupano il quarto posto con 2'02"46.

Sesta posizione provvisoria per Samuele Martelli (2'03"32). Pietro Paolo Sarpe è settimo in 2'03"48. Infine troviamo Simone Spediacci (2'03"67).


200 Misti Donne

  • Record del Mondo: 2'06"12
  • Record europeo: 2'06"12
  • Record italiano: 2'09"30
  • Tempo limite Doha 2024: 2'11"1
  • Tempo limite Parigi 2024: 2'10"9

In finale sarà duello tra Anna Pirovano e Anita Gastaldi, che hanno timbrato rispettivamente in 2'16"20 e 2'16"64. Giada Alzetta è terza con 2'17"65; mentre Claudia Di Passio è quarta (2'17"71).

Francesca Fresia occupa la quinta posizione grazie al tempo di 2'17"89. Chiara Della Corte è sesta (2'18"26). Giulia Pascareanu e Anna Conti sono settima e ottava (2'19"11 per la prima, 2'19"61 per la seconda).


Appassionato di nuoto?

Immergiti in questo affascinante mondo con noi! Non perderti le ultime notizie e gli ultimi racconti, seguici sui nostri canali social, iscriviti alla nostra newsletter o unisciti ai nostro canali WhatsApp e Telegram. Contenuti speciali, articoli di approfondimento, video coinvolgenti e podcast informativi.

👉 WHATSAPP: le ultime news live
👉 FACEBOOK: un tuffo quotidiano nel nuoto
👉 INSTAGRAM: i momenti più belli
👉 TELEGRAM: notizie e storie affascinanti


Non vuoi perderti le nostre storie?

Ricevi le ultime novità, approfondimenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta. Riceverai ogni settimana la nostra weekly newsletter contenente gli articoli e le storie più interessanti degli ultimi 7 giorni. Fai un tuffo nell'esperienza completa del nuoto: iscriviti ora!

📨 ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


Profilo Autore

Marta
Marta
18 anni, studentessa liceale all'ultimo anno. Sei anni di nuoto alle spalle, ora si dedica solo alla palestra. Sogna un futuro da giornalista. Quando non si dispera per aver deciso di iscriversi al liceo scientifico legge o guarda film, sopratutto thriller mentre odia quelli romantici troppo sdolcinati. Se si diploma, dopo frequenterà l'università di scienze della comunicazione. Non vede l'ora di abbandonare per sempre la matematica e di dimostrare che non serve essere raccomandati o particolarmente belli per avere successo.