NICOLÒ MARTINENGHI BRONZO OLIMPICO NEI 100 RANA! 1

NICOLÒ MARTINENGHI BRONZO OLIMPICO NEI 100 RANA!

26 Luglio 2021 Off Di Sara

Nella notte italiana, il cielo di Tokyo si tinge di azzurro: Nicolò Martinenghi - o come viene chiamato da tutti "Tete" - all'Aquatics Centre vola verso il bronzo olimpico, verso la sua definitiva consacrazione. Il tocco della piastra, quella frazione di secondo per realizzare e, poi, gli occhi lucidi e la commozione: sono stati questi gli attimi della vittoria di Nicolò Martinenghi, nell'élite del nuoto mondiale dal lontano 2017 -anno in cui stabilì il Record mondiale juniores nella distanza.

Ai microfoni di Rai 2, con gli occhi ancora lucidi e l'incredulità che fa da padrona, Nicolò Martinenghi commenta così:

[la medaglia] Non lo so cosa sia, credo che sia una cascata di emozioni che mi sono cadute addosso. Non ci credevo prima della gara, è una gara che ho cercato e sognato da tanto tempo. Ho sognato gli ultimi quindici metri di questa gara per tanto tempo, l'ho immaginata ad ogni allenamento.

Un premiazione dal sapore dolcissimo a fianco di Adam Peaty - vincitore del titolo olimpico in 57"37 - e l'olandese Arno Kamminga (58"00). Gli occhi verso il tricolore, le foto con i giornalisti e gli occhi verso il tricolore. E a proposito del podio, questo è il racconto di Nicolò:

Credo di non ricordarmi assolutamente niente, è indescrivibile. E' stata una cosa che ho ricercato da tantissimi anni, è la consacrazione di un cammino che ha avuto tanti alti e bassi

Come dicevo prima, è una gara che dedico a tante persone, che si sono svegliate presto e mi sono state vicine anche solo con un messaggio. Inoltre, volevo fare una dedica a una persona che è stata molto importante nella mia carriera e nella mia vita, è stato il mio primo allenatore, Franco: "ce l'ho fatta Franco!". Sta vivendo un momento difficile e spero che questa medaglia le possa essere d'aiuto!

Raramente mi emoziono ma ora.. mi godo questo momento bellissimo: per ora sto volando su un'onda altissima e non posso non continuare a farlo!


La rana della storia

E non manca la storia.

21 anni dopo l'oro di Domenico Fioravanti nei 100 rana, alle Olimpiadi di Sydney 2000, la storia si ripete e l'Italia torna sul podio dei 100 rana maschili. Un filo conduttore che diventa sempre più forte, a riprova dell'importanza di questa specialità nel nuoto italiano.

E non mancano le particolarità. Si, perché era stato proprio l'oro di Fioravanti di quel settembre del 2000 a regalare all'Italia il primo storico oro olimpico, portando questa gara nella storia del nuoto azzurro. E se ci pensiamo, in quella notte di settembre 2000, Tete aveva solamente un anno.

Complimenti Tete, sei emozione pura!


Nicolò Martinenghi

Nicolò Martinenghi nasce a Varese il 1° agosto 1999 ed inizia a nuotare a 6 anni. Sportivo nel DNA, in piscina segue le orme del fratello maggiore Jacopo, superando un iniziale odio per l'acqua. Il suo punto di riferimento di sempre è l'azzurro Domenico Fioravanti, simbolo storico della rana italiana: alle Olimpiadi di Sydney 2000, vinse la combinata 100 e 200 rana, diventando il primo nuotatore nella storia del nuoto azzurro in grado di vincere una medaglia olimpica nella doppia distanza, nonché il primo atleta a vincere un oro olimpico. Da sempre è allenato dal tecnico Marco Pedoja, alla cui corte troviamo anche Alessandro Pinzuti e il Campione paralimpico Federico Morlacchi.


Vivi Tokyo 2020 con noi

Per rimanere sempre aggiornato e ricevere tutte le news in anteprima puoi seguirci sui social, iscriverti alla nostra newsletter, o iscriverti al nostro canale Telegram. Contenuti speciali, articoli, video e podcast! Che aspetti?

FACEBOOK
INSTAGRAM
TELEGRAM


Road to Tokyo 2020

ABBONATI ALLA NEWSLETTER

Profilo Autore

Sara
Sara
Laureata in Scienze Linguistiche, è entrata in piscina per la prima volta alla tenera età di 3 anni e da quel momento non se n'è più andata. Aspirante giornalista e intervistatrice per diletto, le piace parlare (dicono sia anche logorroica) e vivere di emozioni. Lo Sport è così importante che ha scelto un Master in Sport Digital Marketing & Communication.