NUOTO, TOKYO 2020: RISULTATI BATTERIE DEL 29 LUGLIO 1

NUOTO, TOKYO 2020: RISULTATI BATTERIE DEL 29 LUGLIO

29 Luglio 2021 Off Di Marta

Conclusa la sesta giornata del nuoto dei Giochi della XXXII Olimpiade. E possiamo ritenerci alquanto soddisfatti dell'esito: in chiave azzurra molte luci e poche ombre sono le protagoniste del bilancio della penultima mattinata di batterie. Simona Quadarella convince negli 800 ed entra in finale con il terzo crono assoluto. Domani notte proverà a riscattarsi dalla delusione dei 1500.

Passa il turno anche Margherita Panziera, che entra in semifinale dei suoi 200 dorso con il dodicesimo tempo e una prestazione che conferma una buona forma. Un po' di rammarico per Federico Burdisso che rimane fuori dai migliori sedici nei 100 farfalla: è il primo degli esclusi. Tuttavia la serata giapponese si chiude in bellezza grazie a Simone Sabbioni, Nicolò Martinenghi, Elena Di Liddo e Federica Pellegrini che portano la staffetta 4x100 mista mista in finale con il quinto tempo.

Le ultime gare del nuoto olimpico sono state sbalorditive, non solo in chiave azzurra, ma anche sotto altri aspetti. Da una parte la dea Katinka Hosszu, dopo un'olimpiade tutt'altro che soddisfacente, non raggiunge neanche la semifinale dei 200 dorso. Dall'altra devono assolutamente essere menzionate due prestazioni: Caeleb Dressel che nei 100 farfalla eguaglia il record olimpico e la staffetta britannica che lo batte e si candida prepotentemente al titolo più ambito dagli atleti. Di seguito i risultati delle batterie:


800 stile libero donne

Una buonissima Simona Quadarella entra in finale negli 800 stile, dove proverà a riscattare il risultato dei 1500 in cui qualcosa non ha funzionato. La romana vista in batteria sembra ben diversa infatti da quella che ha disputato la finale della distanza più lunga del nuoto in vasca, gara che chiuse solo con una quinta posizione. Nella mattinata (italiana) invece ha condotto una gara esemplare, occupando costantemente la terza o la quarta posizione. Alla fine si prende il terzo posto senza troppa fatica con il tempo di 8'17"32; dietro alle americane Katie Ledecky e la Grimes. Queste ultime hanno rispettivamente il primo e il secondo tempo assoluto, il terzo tempo di accesso alla finale appartiene all'azzurra.

Nella stessa batteria nuotava Martina Caramignoli che chiude settima con 8'33"15. Per lei una gara sottotono, che la vede sempre nelle ultime posizioni e la condanna all'esclusione dalla finale. Nella notte di domani si giocheranno la possibilità di entrare nell'olimpo Ledecky, alla caccia della doppietta dopo aver vinto i 1500; Grimes, tra i grandi a soli quindici anni, Quadarella, per il riscatto che merita, Kohler, Kirpichnikova, la regina olimpica dei 200 e 400 stile Ariarne Titmus, la connazionale Melverton e la cinese Wang che entra con l'ottavo tempo ma rimane un'avversaria temibile.


100 farfalla uomini

Stessa batteria, stesso destino per i due azzurri iscritti. Federico Burdisso e Santo Condorelli vengono risucchiati nel mucchio e non riescono a fare meglio della quinta e dell'ottava posizione. 51"82 per Burdisso, 52"32 per Condorelli. Al termine di tutte le serie si apprende l'amara verità: nessuno dei due passa il turno ed entra in semifinale. E' vero che il livello è piuttosto alto, ma un po' di rammarico c'è comunque, visto che Federico Burdisso è il primo degli esclusi.

Si distinguono l'ungherese Kristof Milak e Caeleb Dressel che vincono le loro batterie. 50"62 per Milak, secondo crono migliore in assoluto, dietro a Dressel che con 50"39 eguaglia il record olimpico. Assente dalla gara il britannico James Guy, ma anche senza di lui i 100 farfalla all'Olimpiade promettono spettacolo.


200 dorso donne

Tutto semplice per Margherita Panziera che entra in semifinale con il tempo di 2'10"26, quarta nella sua batteria e dodicesima complessivamente. Margherita conduce la gara come sa fare, con un ritmo di bracciata molto alto e con una graduale progressione. Perde qualcosa negli ultimi metri e timbra al quarto posto, dopo essere stata per buona parte di gara al terzo.  La sua batteria è vinta dalla cinese Peng, davanti all'australiana Seebohm e all'austriaca Grabowski, che all'ultimo beffa l'azzurra.

La batteria successiva è vinta da Kaylee McKEOWN, che con 2'08"18 firma il miglior crono di ingresso. Secondo crono assoluto per la statunitense White, terzo per la canadese Masse. Fuori una Katinka Hosszu non nella sua forma migliore, sesta nella stessa batteria della Panziera.


Staffetta 4x100 mista mista

Missione compiuta per i ragazzi della 4x100 mista mista, che entrano in finale con il quinto tempo complessivo, dando prova delle loro ottime qualità. La "peggiore" prestazione è quella di Simone Sabbioni, in apertura di staffetta. Il dorsista fa 53"96 e lascia il timone a Martinenghi consegnando la staffetta intorno alla quinta/sesta posizione. Nicolò, con un bronzo olimpico al collo, recupera alla grande e con il tempo di 58"38 lascia a Elena Di Liddo la terza posizione. Elena conferma lo stato di grazia in cui si trova da un po' e con porta l'Italia al secondo posto, grazie al suo 57"29. L'ultima frazione è affidata a Federica Pellegrini. La Divina subisce il ritorno dell'Australia, ma mantiene una bella terza posizione. Il tempo complessivo è 3'42"65. La batteria è vinta dalla Cina, sempre saldamente al comando della gara.

Il miglior tempo di ingresso in finale è invece nelle mani della Gran Bretagna che precedentemente aveva fermato il cronometro a 3'38"75. Niente meno che nuovo record olimpico. Secondo tempo per gli Stati Uniti che in finale cercheranno di far saltare il banco e prendersi la medaglia l'oro. A lottare per un posto sul podio ci saranno quindi Gran Bretagna, Stati Uniti, Cina, Australia, Italia, Olanda, Russia e Israele.



Dove vedere le gare di nuoto

Come anticipato negli scorsi mesi, i diritti tv per i Giochi Olimpici di Tokyo sono stati acquisiti da Discovery +. La RAI trasmetterà circa 200 ore di diretta dal Giappone, ma non in streaming su Rai Play. Discovery + trasmetterà invece tramite i suoi canali Eurosport, ma non sui canali dedicati Sky. Per cercare di capire meglio la situazione abbiamo scritto un articolo dedicato: → TOKYO 2020, DOVE VEDERE LE GARE


Azzurri convocati

Saranno 36 gli atleti azzurri che scenderanno in vasca per partecipare ai Giochi della XXXII Olimpiade. 15 nuotatrici e 21 nuotatori. La più giovane della spedizione sarà Giulia Vetrano, 15 anni, sarà una delle staffettiste della 4x200 stile libero femminile. Il Capitano della nazionale sarà invece Federica Pellegrini. Per la Divina del nuoto azzurro quelle di Tokyo saranno le sue quinte olimpiadi, prima nuotatrice italiana di sempre a partecipare a 5 edizioni dei Giochi → AZZURRI CONVOCATI


I nostri contenuti

Come sempre seguiremo la rassegna olimpica con articoli, podcast e video... ogni giorno tantissimi contenuti e approfondimenti per vivere a 360° l'olimpiade nipponica. È possibile anche consultare le schede delle gare (SCHEDE GARA) dove potete consultare in un'unica pagina l'ultimo podio olimpico, l'ultimo podio mondiale e i record (mondiale/europeo/italiano) di ogni gara, oltre ad alcuni brevi cenni storici. Potete trovare i nostri contenuti nelle seguenti pagine:

  • PODCAST (tutte le mattine per darvi il buongiorno da Tokyo)
  • NEWS (con tutti gli aggiornamenti dall'Olimpiade)
  • INSTAGRAM (con grafiche, approfondimenti e molto altro)

Inoltre, in occasione dei giochi olimpici di Tokyo 2020, nuotounostiledivita.it ha deciso di riproporre, a grande richiesta, il Fantanuoto con cui creare il proprio dreamteam e sfidare gli amici e i fantallenatori di tutto il mondo → Crea il tuo team


Vivi Tokyo 2020 con noi

Per rimanere sempre aggiornato e ricevere tutte le news in anteprima puoi seguirci sui social, iscriverti alla nostra newsletter, o iscriverti al nostro canale Telegram. Contenuti speciali, articoli, video e podcast! Che aspetti?

FACEBOOK
INSTAGRAM
TELEGRAM


Road to Tokyo 2020

ABBONATI ALLA NEWSLETTER

Profilo Autore

Marta
Marta
18 anni, studentessa liceale all'ultimo anno. Sei anni di nuoto alle spalle, ora si dedica solo alla palestra. Sogna un futuro da giornalista. Quando non si dispera per aver deciso di iscriversi al liceo scientifico legge o guarda film, sopratutto thriller mentre odia quelli romantici troppo sdolcinati. Se si diploma, dopo frequenterà l'università di scienze della comunicazione. Non vede l'ora di abbandonare per sempre la matematica e di dimostrare che non serve essere raccomandati o particolarmente belli per avere successo.