Dal 18 al 22 maggio presso l’Aquatic and Leisure Centre di Adelaide, si sono svolti i Trials australiani 2022, evento valevole per qualificarsi ai Campionati mondiali di Budapest 2022 e ai Giochi del Commonwealth.

Il team australiano conferma di essere uno stato di forma di altissimo livello: due i record mondiali caduti: Ariarne Titmus nei 400sl in 3’56″40 e Zac Stubblety-Cook nei 200 rana in 2’05″95.

Di seguito i risultati principali, un recap dei nuotatori che vedremo a Budapest e di quelli che vedremo ai Giochi del Commonwealth e i link per rivedere tutte le gare su PrimeVideo.


Due record mondiali

Come anticipato in apertura sono due i Record mondiali che sono caduti durante i Trials australiani 2022. Nel secondo giorno di gare presso l’Aquatic and Leisure Centre di Adelaide Zac Stubblety-Cook diventa il primo nuotatore di sempre a scendere sotto il muro dei 2 minuti e 6 secondi nei 200 rana chiudendo in 2’05″95.

50 racconti sul nuoto: il libro di nuotounostiledivita

Pochi giorni dopo è la volta di Ariarne Titmus: la campionessa australiana vola nei 400 stile libero siglando in 3’56″40 il nuovo record mondiale sulla distanza e andando a migliorare di 6 centesimi il primato che apparteneva a Katie Ledecky. La Titmus, attuale campionessa olimpica e mondiale in carica sulla distanza, non sarà però presente ai Mondiali di Budapest, perché ha preferito dare priorità ai Giochi del Commonwealth.


Giochi del Commonwealth o Campionati Mondiali?

Ariarne Titmus non è la sola ad aver fatto questa scelta. Niente mondiale anche per Holly Barratt e Minna Atherton che parteciperanno ai Giochi del Commonwealth. A Budapest ci sarà invece il primatista mondiale nei 200 rana Zac Stubbelty-Cook, Kyle Chalmers, Mack Horton e Mitch Larkin, per citarne solamente alcuni.


Cody Simpson ai Giochi del Commonwealth

Tra le sorprese dei Trials australiani 2022 degna di nota l’impresa di Cody Simpson. Cody, postar internazionale la cui storia è raccontata anche su Prime Video nella docu-serie di Amazon “Head Above Water” (di cui parlammo tempo fa), è riuscito nell’impresa di entrare nella nazionale per i Giochi del Commonwealth, primo step per ottenere la qualificazione in vista dei Giochi Olimpici di Parigi 2024, da sempre il suo obiettivo primario.


Le gare su Prime Video

Grazie alla partnership con Prime Video, così come è stato per lo scorso anno, è possibile seguire i Trials USA anche sulla piattaforma di Amazon dedicata allo Streaming. Per seguire le gare Live o per rivedere le sessioni degli scorsi giorni è sufficiente entrare su Prime Video e cercare: “Trials Australia”.


Segui il grande nuoto con noi

Per rimanere sempre aggiornato sul nuoto mondiale e ricevere tutte le news in anteprima puoi seguirci sui social, iscriverti alla nostra newsletter, o iscriverti al nostro canale Telegram. Contenuti speciali, articoli, video e podcast! Che aspetti?

→ FACEBOOK
 INSTAGRAM
→ TELEGRAM


Appassionato di nuoto?

→ ABBONATI ALLA NEWSLETTER

Profilo Autore

Redazione
Redazione
Siamo giovani ragazzi appassionati di nuoto, scrittura e social network. Raccontiamo il mondo acquatico in modo diverso e innovativo, con uno stile fresco e rivolto ai giovani.

Nati nel 2010, siamo cresciuti a piccoli passi, cercando ogni giorno di condividere con il maggior numero di persone le emozioni che il pianeta acqua ci fa vivere.

Il nostro intento è quello di far vedere che in Italia oltre ai palloni che corrono sui prati verdi e alle moto che girano sui circuiti ci sono anche tante storie che profumano di cloro.