MARK SPITZ

Ex nuotatore statunitense, Mark Spitz è celebre per i 7 ori olimpici vinti ai Giochi di Monaco ’72, è stato il primo atleta nella storia a riuscire in una tale impresa che a oggi è stata superata solamente da quella di Michael Phelps a Giochi Olimpici di Pechino 2008. 

Mark Andrew Spitz nasce a Modesto il 10 febbraio 1950. Inizia a nuotare da bambino, stimolato dal padre Arnold che gli ripeteva la frase – divenuta poi famosa – “nuotare non è tutto, vincere lo è”. Ottiene i primi risultati ai giochi PanAmericani del 1967, durante i quali vince 5 ori.

L’anno successivo (1968) durante le olimpiadi di città del Messico fallisce nell’impresa di conquistare 6 medaglie d’oro, e si deve “accontentare” dei due ori conquistati grazie alle staffette, e di un argento e un bronzo nelle gare individuali.

E’ alle olimpiadi di Monaco 1972 che Mark Spitz diventa leggenda. Il campione statunitense vince 7 medaglie d’oro, stabilendo il record del mondo in tutte e 7 le gare cui partecipa (100 m e 200 m stile libero, 100 m e 200 m farfalla, 4 x 100 m e 4×200 m stile libero, e infine 4 x 100 m mista). Supera così il record di Donald  Arthur Schollander che aveva vinto 4 ori durante i giochi olimpici di Tokyo ’64.

Il record di 7 ori in una stessa edizione dei giochi olimpici è rimasto un limite dello sport fino all’arrivo di Michael Phelps, che durante le olimpiadi di Pechino 2008 è riuscito a superare l’impresa vincendo 8 ori. Dopo i giochi di Monaco, a soli 22 anni, Spitz abbandonò il nuoto.

Curiosità: Nel 1991, all’età di 41 anni, cercò di tornare ad alti livelli tentando di qualificarsi per le olimpiadi di Barcellona (che si sono tenute nel 1992), purtroppo fallì nell’impresa, non riuscendo a scendere sotto i tempi limite.

LEGGI LE BIOGRAFIE
DI MOLTI ALTRI NUOTATORI