IL NUOTO ALLE PRIME OLIMPIADI MODERNE

Posted by

I Giochi Olimpici moderni presero vita sul finire dell’Ottocento da un’idea del barone francese Pierre de Coubertin. Il suo progetto fu presentato a un congresso alla Sorbona, nel giugno del 1984, al termine del quale fu fondato il Comitato Olimpico Internazionale e fu deciso che la prima sede delle Olimpiadi moderne sarebbe stata, data la sua storia, Atene.

LE PRIME OLIMPIADI

Tra il 12 e il 24 novembre 1894, durante una riunione svoltasi ad Atene, alcuni funzionari del comitato organizzatore stilarono una lista di discipline che avrebbero soddisfatto il requisito del dilettantismo; queste erano l’atletica leggera, il canottaggio, il ciclismo, il cricket, l’equitazione, la ginnastica ritmica, la lotta, il nuoto, la scherma, il tennis, la vela, il sollevamento pesi, la lotta greco romana e il tiro a segno. Nessuna partecipante di sesso femminile fu ammessa, in concordanza con la tradizione antica. Nonostante le difficoltà nell’organizzazione – dovuta al divieto di partecipazione di atleti professionisti – il 6 aprile 1986 allo stadio Panathinaiko di Atene (il primo grande impianto sportivo della storia contemporanea) re Giorgio I dichiarò aperte le prime Olimpiadi moderne. Le nazioni in gara erano solo 14.

In questa prima edizione dei Giochi, i vincitori vennero premiati con una corona di ulivo e una medaglia di argento, i secondi classificati con una medaglia di rame e un ramo d’alloro; non era previsto alcun premio per i terzi. I Giochi Olimpici non tornarono in Grecia sino al 2004, quando si disputarono i Giochi della XXVIII Olimpiade.

IL NUOTO

Per quanto riguarda il nuoto, ai Giochi della I Olimpiade vi furono solo quattro eventi, riservati esclusivamente ad atleti maschi. Si tennero l’11 aprile 1896 presso la baia di Zea, nelle acque nei pressi del Pireo. Si svolsero in mare aperto, dal momento che gli organizzatori si rifiutarono di spendere i soldi necessari per costruire uno stadio apposito. Circa 20.000 spettatori assistettero alle gare in cui parteciparono 19 nuotatori, provenienti da quattro nazioni: Austria, Grecia, Ungheria e Stati Uniti (importante sottolineare come Austria e Ungheria parteciparono come stati separati alle olimpiadi, pur essendo ancora un unico impero). Le quattro gare (distanze) in cui si sfidarono gli atleti furono:

  • 100m vinta da Alfréd Hajós
  • 100m marinai (cui poterono partecipare solo marinai) vinta da Iōannīs Malokinīs
  • 500m vinta da Paul Neumann
  • 1200m vinta da Alfréd Hajós

Alfréd Hajós fu il nuotatore che più di tutti si distinse in questa prima edizione olimpica. Vinse infatti – all’età di soli 17 anni – sia i 100m (in 1’22”2) sia i 1200m (in 18’22”2). Hajós fu il primo campione olimpico del nuoto, il primo nuotatore a vincere due finali olimpiche nella stessa edizione dei giochi e il più giovane campione olimpico di tutti i tempi (con i suoi 17 anni).

Perché le gare di nuoto comprendessero anche 2 eventi femminili bisognerà aspettare i Giochi della V Olimpiade, che si svolse dal 6 al 15 luglio 1912 a Stoccolma. Fu solo in questa edizione che le donne fecero il loro debutto olimpico nel nuoto. La prima campionessa olimpica del nuoto femminile fu l’australiana Sarah Frances Durack, soprannominata “Fanny”. La decisione di aprire alle competizioni femminili venne presa dal CIO, con votazione unanime, nel corso della sua undicesima sessione, tenutasi a Lussemburgo nel 1910.

APPASSIONATO DI NUOTO?

ABBONATI ALLA NOSTRA NEWSLETTER:
tante clorose notizie in arrivo!