10 MOTIVI PER CUI AMO IL NUOTO

Allenamenti che non hanno mai fine, centinaia di vasche ripetendo gli stessi identici movimenti, l’acqua gelida (soprattutto in inverno), la sveglia presto la mattina, le orecchie tappate … da molti (forse troppi) questo può essere considerato uno sport odioso e noioso. Ma allora: perché noi nuotatori nuotiamo? Perché amiamo il nuoto?

E’ una domanda difficile, è un po’ come chiedere: perché gli uccelli volano? o perché respiriamo? Risponderei: “perché sì, perché non possiamo farne a meno”, ma la realtà è un altra: la verità nuda e cruda è che noi il nuoto lo odiamo, ma lo odiamo così tanto da amarlo.

POTREBBE INTERESSARTI: “TIPICHE DOMANDE CHE I NON NUOTATORI FANNO AI NUOTATORI

Odiamo il dover entrare nell’acqua gelida coperti solamente da un costume e una cuffia, ma una volta che ci siamo dentro la piscina clorata ci sentiamo a casa, odiamo le goccioline di acqua che entrano negli occhialini dopo il tuffo, ma quando capita che questo non succede sentiamo che qualcosa ci manca, odiamo di dover sempre andare ad allenamento, ma la sensazione che abbiamo terminata la nuotata è inappagabile, odiamo profondamente il nuoto perché sentiamo di esserne totalmente dipendenti, ma non riusciremmo a vivere senza.

Oggi però abbiamo voluto far qualcosa di più: non ci basta questa spiegazione pseudo-poetica circa il nostro amore per il nuoto. Abbiamo cercato di raccogliere i 10 motivi per cui noi siamo inestricabilmente legati a questo sport! Eccoli:

  1. Perché adoriamo il profumo del cloro.
  2. Perché non possiamo non stare in acqua.
  3. Perché ci piace rimanere mezzi nudi.
  4. Perché sotto sotto ci piace soffrire.
  5. Perché così abbiamo qualcosa in comune con Phelps.
  6. Perché la piscina ci isola dal mondo.
  7. Perché così possiamo fare la doccia a fine allenamento.
  8. Perché il segno degli occhialini in viso è originale.
  9. Perché nuotare fa figo.
  10. Perché sì.

Citando Federica Pellegrini: “I sacrifici li fanno tutti gli atleti, ma il nuoto è uno degli sport più faticosi in termini di preparazione. Mesi e mesi di allenamenti per una sola gara veramente importante all’anno. Una gara che, nel mio caso, dura un minuto e cinquanta secondi. Il fatto è che senza questo sport tu non riesci a stare.”

APPASSIONATO DI NUOTO?

ABBONATI ALLA NOSTRA NEWSLETTER:
(ci sono tante clorose notizie in arrivo)