ISL 2019: FINALI LAS VEGAS | RISULTATI DEL 1° GIORNO DI GARE

ISL 2019: FINALI LAS VEGAS | RISULTATI DEL 1° GIORNO DI GARE

0 Di Federico
Caeleb Dressel e Daya Seto illuminano e fanno esplodere Las Vegas stabilendo due record mondiali durante la fase finale della prima stagione dell'International Swimming League. Tantissime emozioni e una sfida stellare tra LA Current, Cali Condors, Energy Standard e London Roar: i 4 team finalisti che si contendono la coppa dell'ISL 2019.

A Las Vegas si è da poco conclusa la prima giornata della fase finale dell'International Swimming League 2019. Daya Seto ha stabilito il nuovo record mondiale nei 400 misti, migliorando il precedente primato di Ryan Lochte, Caeleb Dressel ha segnato il nuovo WR nei 50 stile libero. In palio per il Gran Finale di Las Vegas 1,5 milioni di dollari di montepremi con 10.000 dollari per l'MVP della fase finale e 50.000 dollari per l'MVP dell'intera stagione. In palio per ogni record mondiale 30.000 dollari.

Ecco la classifica dopo il primo giorno di gare:

  1. Energy Standard 219
  2. Cali Condors 205.5
  3. London Roar 202
  4. LA Current 185.5

Di seguito, tutti i risultati della giornata.


100 farfalla

Nei 100 farfalla al femminile Kelsi Dahlia (Cali Condors) trionfa in 55"35 davanti ad Anastasiya Shkurdai (Energy Standard, 56"09) ed Emma McKeon (London Roar, 56"10). Addirittura fuori dal podio virtuale Sarah Sjostrom che chiude in 56"35.

Nella finale al maschile vince Caeleb Dressel (Cali Condors) in 49"10 con soli 5 centesimi di vantaggio su Chad le Clos (Energy Standard, 49"15) al termine di 4 vasche combattutissime. In terza posizione con 4 decimi di distacco Tom Shields (La Current, 49"52).


50 rana

Una parola una certezza: Lilly King (Cali Condors) vince in 28"90 la finale dei 50 rana al femminile con un'ottima progressione finale. Seconda posizione per la compagna di squadra Molly Hannis (29"05). Terza Imogen Clark (Energy Standard, 29"61).

Nic Fink (Cali Condors) vince a sorpresa i 50 rana al maschile con un ottimo riscontro cronometrico: 25"75, nuovo record americano. Solo secondo Adam Peaty (London Roar, 25"88), terza posizione Ilya Shymanovich (Energy Standard, 25"92). Degna di nota la settima posizione di Caeleb Dressel (Cali Condors, 26"89), alla sua seconda gara della giornata.


400 misti

Nei 400 misti al femminile vince con un vantaggio di oltre 2 secondi Melanie Margalis per i Cali Condors, 4'24"15 il suo crono. Seconda posizione per Sydney Pickrem dei London Roar (4'26"55), terza Ella Eastin (La Current, 4'27"84). Giù dal podio virtuale Mireia Belmonte che ha chiuso in 4'28"60.

I 400 misti al maschile sono una delle gare più emozionanti della giornata (e di tutta la prima stagione di ISL) un Daya Seto (Energy Standard) spaziale nuota in 3'54"81: prima posizione e nuovo record mondiale. Spazzato via il primato iridato di Ryan Lochte di 3'55"50 che resisteva dal 2010. In seconda posizione, distaccatissimo, Duncan Scott (London Roar, 3'59"81), terzo Max Litchfield (Energy Standard, 4'01"31).


200 dorso

Nei 200 dorso al maschile vince Ryan Murphy (La Current) in 1'48"81, un decimo di vantaggio su Evgeny Rylov (Energy Standard, 1'48"91), terza posizione per Mitch Larkin (Cali Condors, 1'49"15).

Nella finale al femminile vince Kathleen Baker (La Current, 2'01"22) davanti a Minna Atherton (London Roar, 2'01"59) e Kylie Masse (Cali Condors, 2'01"88).


50 stile libero

Il secondo lampo della giornata arriva nei 50sl al maschile con il fulmine Caeleb Dressel che stabilisce il nuovo record mondiale in 20"24, migliorando di due centesimi il precedente primato di Florent Manaudou che arriva secondo in 20"69. Terza posizione per Kyle Chalmers (London Roar, 20"74).

Più tranquilla la finale al femminile con la vittoria di Sarah Sjostrom (Energy Standard, 23"43) davanti a Cate Campbell (London Roar, 23"45) e Femke Heemskerk (Energy Standard, 23"73).


200 stile libero

Charlotte Bonnet per gli Energy Standard vince la finale dei 200sl in 1'52"88 davanti ad Ariarne Titmus (Cali Condors, 1'53"37) e Holly Hibbott (London Roar, 1'53"54).

Nella gara al maschile vince Alex Graham (London Roar, 1'41"74), seconda posizione per Blake Pieroni (La Current, 1'41"96), terza Elijah Winnington (London Roar, 1'42"77).


50 dorso

Olivia Smoliga (Cali Condors) vince i 50 dorso al femminile in 25"89, seconda Beryl Gastadello (La Current, 26"01), terza Georgia Davies (Energy Standard, 26"47).

Nella gara veloce del dorso maschile Guilherme Guido (London Roar) vince in 22"77 beffando Florent Manaudou (Energy Standard) che chiude secondo in 23"08. Solo terzo Kliment Kolesnikov (Energy Standard, 23"16).


200 rana

Lilly King (Cali Condors) domina i 200 rana e chiude in 2'17"03 distaccando di oltre un secondo la compagna di squadra Kelsey Wog (2'18"06). Terza posizione per Anne Lazor (La Current, 2'19"07).

Sorpresa nei 200 rana al maschile con Nic Fink che dopo il successo nei 50 trionfa anche nella distanza più lunga: 2'02"34 il crono dell'americano che trionfa davanti ai due ranisti di LA Current: Will Licon (2'02"42) e Josh Prenot (2'04"02).


Staffette

4x100 stile libero femminile

  1. Energy Standard 2 – 3:26.48
  2. London Roar 1 – 3:26.71
  3. Cali Condors 1 – 3:27.65
  4. Energy Standard 1 – 3:31.35
  5. LA Current 1 – 3:31.87
  6. London Roar 2 – 3:32.27
  7. Cali Condors 2 – 3:34.73
  8. LA Current 2 – 3:38.78

4x100 mista maschile

  1. Energy Standard 2 – 3:21.24
  2. London Roar 2 – 3:21.65
  3. London Roar 1 – 3:22.16
  4. Cali Condors 1 – 3:23.61
  5. LA Current 1 – 3:23.70
  6. LA Current 2 – 3:23.92
  7. Energy Standard 1 – 3:24.09
  8. Cali Condors 2 – 3:26.52

4x100 stile libero maschile

  1. London Roar 1 – 3:05.11
  2. Cali Condors 1 – 3:06.22
  3. Energy Standard 1 – 3:06.43
  4. LA Current 1 – 3:07.87
  5. Energy Standard 2 – 3:08.27
  6. LA Current 2 – 3:08.40
  7. Cali Condors 2 – 3:10.78
  8. London Roar 2 – 3:10.81

Per rimanere sempre aggiornato e ricevere tutte le news in anteprima puoi seguirci sui social, iscriverti alla nostra newsletter, o iscriverti al nostro canale Telegram. Contenuti speciali, articoli, video e podcast! Che aspetti?

FACEBOOK | INSTAGRAM | TELEGRAM


Entra nella nostra community:

ABBONATI ALLA NEWSLETTER

Profilo Autore

Federico
Federico
23 anni, una breve parentesi da nuotatore agonista, poi sono scappato per dedicarmi alla filosofia. Dopo 5 anni di università non ho ancora capito se sia peggio Kant o un 400 misti. Nel 2010, in una serata post allenamento, ho creato nuoto uno stile di vita, da quel giorno mi sono fermamente convinto di una cosa: "tutti i più grandi pensieri sono concepiti mentre si nuota" (semicit). Da bambino Magnini era il mio idolo, crescendo ho iniziato ad amare il personaggio di Lochte, anche se quella di Ervin è la storia che mi affascina maggiormente. Regista e scenografo di film mentali da premio oscar, lettore a tempo perso, perdi tempo, tra una lezione universitaria e una nuotata in piscina mi diletto scrivendo articoli, curando la redazione del sito e pubblicando contenuti sui social. Spesso mi firmo con lo pseudonimo di Julian Carax (anche lui è scappato da qualcosa, in questo caso da un libro di Zafon).