MACK HORTON AMMONITO DALLA FINA PER LA PROTESTA DI IERI

MACK HORTON AMMONITO DALLA FINA PER LA PROTESTA DI IERI

22 Luglio 2019 Off Di Federico

L'esecutivo della Federazione internazionale di nuoto - FINA - ha inviato una lettera di ammonizione nei confronti della Federazione australiana e di Mack Horton per la protesta avvenuta ieri durante la cerimonia di premiazione dei 400 stile libero maschili vinti da Sun Yang.

"La FINA - si legge nel comunicato - rispetta il principio della libertà di parola, purché sia esercitato in un contesto adeguato." accusa quindi Mack Horton di un atteggiamento irrispettoso nei confronti di Sun Yang (e di riflesso anche di Gabriele Detti) non avendo condiviso con lui (loro) il podio dei 400 stile libero.


Il caso

Il nuotatore cinese è attualmente sotto processo da parte del TAS di Losanna perché secondo un ispettore WADA avrebbe distrutto le provette del sangue destinate a un controllo antidoping. "La FINA - continua il comunicato - non intende influire sulle decisioni della Corte - ndr. del TAS di Losanna - con ulteriori commenti."

Una posizione imbarazzante, quella della FINA che non è riuscita a gestire in maniera dignitosa la vicenda riguardante Sun Yang, incapace prendere una posizione e di dare delle spiegazioni esaustive agli altri atleti circa la scelta di far gareggiare il nuotatore cinese.


Il sostegno del mondo del nuoto:

Se la Federazione estrae un cartellino giallo nei confronti di Horton, gli altri nuotatori gli mostrano la loro vicinanza. Lilly King in un'intervista al Guardian rivela:

"Stavamo aspettando la cerimonia di premiazione per vedere cosa sarebbe successo e sì è stato fantastico. Quando eravamo nella sala da pranzo, lui è entrato dopo di noi e l'intera sala da pranzo è scoppiata in un applauso. E' stato bello vedere gli atleti uniti nella sua posizione e dandogli sostegno. Credo che nessuno della FINA possa difendere gli atleti, quindi gli atleti devono difendersi da soli. "


Il comunicato FINA:

Di seguito riportiamo l'ammonimento FINA inviato nei confronti del team australiano e del suo atleta Mack Horton:

The FINA Executive met today in Gwangju (KOR) to analyse the situation related with the men’s 400m free victory ceremony and has decided to send a warning letter to Swimming Australia Ltd and to athlete Mack Horton (AUS).

While FINA respects the principle of freedom of speech, it has to be conducted in the right context.As in all major sports organisations, our athletes and their entourages are aware of their responsibilities to respect FINA regulations and not use FINA events to make personal statements or gestures.

The matter over which Mack Horton was allegedly protesting is currently under review by CAS and therefore it is not appropriate for FINA to prejudice this hearing by commenting further.


#Gwangju2019: il programma iridato prevede la partecipazione di tutte le discipline FINA: nuoto, nuoto di fondo, nuoto sincronizzato, pallanuoto, tuffi. All'interno delle seguenti pagine è possibile consultare il programma delle singole discipline:


La diciottesima edizione dei Campionati Mondiali di nuoto è l'evento clous per gli sport acquatici del 2019, nonché vero e proprio trampolino di lancio in vista dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020. Per rimanere sempre aggiornato e ricevere tutte le news in anteprima puoi seguirci sui social o iscriverti alla nostra newsletter.

Contenuti speciali, articoli, video e podcast! Che aspetti?

SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU INSTAGRAM

Vivi #Gwangju2019 con noi!


ABBONATI ALLA NEWSLETTER

Profilo Autore

Federico
Federico
Una breve parentesi da nuotatore agonista, poi sono scappato dalle gare per dedicarmi alla filosofia. Dopo 5 anni di università non ho capito se sia peggio Kant o un 400 misti. Nel 2010, in una serata post allenamento, ho creato nuoto uno stile di vita, da quel giorno mi sono fermamente convinto di una cosa: "tutti i più grandi pensieri sono concepiti mentre si nuota" (semicit). Da bambino Magnini era il mio idolo, crescendo ho iniziato ad amare il personaggio di Lochte, anche se quella di Ervin è la storia che mi affascina maggiormente. Regista e scenografo di film mentali da premio oscar, lettore a tempo perso, perdi tempo, mi sono laureato nel corso magistrale di Filosofia teoretica a Pavia e ora lavoro in una scaleup tecnologica italiana con sede a Pavia. Così, tra un json e una nuotata in piscina, mi diletto scrivendo articoli, curando la redazione del sito e pubblicando contenuti sui social.