ASSOLUTI INVERNALI 2020 - RISULTATI #DAY3

ASSOLUTI INVERNALI 2020 - RISULTATI #DAY3

19 Dicembre 2020 Off Di Sofia

A Riccione si conclude la terza giornata dei Campionati Assoluti Invernali di nuoto 2020.

Nessun pass olimpico né alcun record italiano, ma questo pomeriggio è stato illuminato da solide conferme — Paltrinieri già qualificato scende sotto il limite, Ceccon e Razzetti sfiorano il RI —, da atleti "ritrovati" — Ciccarese e Martinenghi nei 200 dorso e rana — e da piacevoli new entry  che si sono messe al collo una medaglia d'oro assoluta per la prima volta. → TUTTI I PODI


I risultati di oggi:

  • 50 stile libero f

L'ultimo pomeriggio di gare si apre con i 50 stile libero che vedono assegnare il titolo italiano a Silvia Di Pietro (25"22), seguita da Costanza Cocconcelli beffata per un solo centesimo (25"23). Terzo posto a pari merito per Federica Pellegrini e Chiara Tarantino, vincitrice della seconda serie.
Silvia Di Pietro, ai microfoni di Rai Sport, non nasconde la delusione e dichiara di sentirsi irriconoscibile. Accenna al voler risolvere dei problemi personali e, nonostante la controprestazione di oggi, "la cosa positiva è che tutto il lavoro fatto rimane".

Sempre in zona mista, Federica Pellegrini  trae un bilancio delle gare: "Era importante ritornare a gareggiare in lunga. Sono abbastanza soddisfatta, tenendo conto di tutto."

  1. Silvia Di Pietro 25"22
  2. Costanza Cocconcelli 25"23
  3. Federica Pellegrini, Chiara Tarantino 25"47

  • 200 dorso m

Cristopher Ciccarese s'impone nei 200 dorso maschili, precedendo di 48 centesimi Jacopo Bietti. Terzo il primatista nazionale Matteo Restivo.

Nonostante il tempo sia parecchio lontano dal limite per le Olimpiadi, Ciccarese definisce questa gara quasi come una rivincita "per chi mi dava per finito perché ho 30 anni." Ieri, nei 100 dorso, ha siglato il suo PB scendendo per la prima volta sotto i 54". "Si tratta di equilibri, il lavoro di anni con Mirko (Nozzolillo, nda) ha dato i suoi frutti."

  1. Christopher Ciccarese1'58"16
  2. Jacopo Bietti 1'58"64
  3. Matteo Restivo 1'59"57

  • 200 dorso f

Dopo la gara la maschile, è la volta dei 200 dorso femminili, orfani di Margherita Panziera che ha già ottenuto il pass olimpico alla scorsa edizione dei campionati assoluti Open.

Una gara a tre tra Giulia Ramatelli, Martina Cenci e Giulia D'Innocenzo. All'arrivo la spunta Giulia Ramatelli, precedendo le sue avversarie di meno di due decimi.

  1. Giulia Ramatelli 2'13"07
  2. Martina Cenci 2'13"13
  3. Giulia D'Innocenzo 2'13"27

  • 50 farfalla m

Thomas Ceccon sigla un'altra ottima prestazione e si aggiudica la gara non olimpica in 23"22, a un solo centesimo dal record italiano assoluto di Piero Codia; il tempo gli vale comunque il record italiano categoria Cadetti.

In zona mista Ceccon commenta così la sua prestazione in relazione al RI: "Quest'estate ho fatto qualche centesimo in più, oggi speravo di fare almeno un centesimo in meno, ma i 50 sono così".

A più di mezzo secondo di distacco ci sono Piero Codia e Luca Todesco.

  1. Thomas Ceccon 23"22
  2. Piero Codia 23"73
  3. Luca Todesco 23"85

  • 200 farfalla f

Ilaria Cusinato è in testa fino ai 150 metri, ma con un'ottima progressione Roberta Piano Del Balzo si aggiudica il titolo tricolore, chiudendo in 33"85 e fermando il cronometro a 2'10"88.

  1. Roberta Piano Del Balzo 2'10"88
  2. Ilaria Cusinato 2'11"29
  3. Federica Greco 2'11"66
  • 200 rana m

Nicolò Martinenghi si ripropone nella distanza in cui è nato e sigla una storica tripletta 50-100-200: è suo il titolo italiano in 2'10"19; abbassa il suo PB di oltre un secondo e mezzo.

  1. Nicolò Martinenghi 2'10"19
  2. Alessandro Fusco 2'12"69
  3. Flavio Bizzarri 2'13"26

  • 200 rana f

I 200 rana femminili vedono il rinnovato testa-a-testa tra Francesca Fangio e Martina Carraro, la quale rimonta nell'ultimo 50 e vince la gara "di carattere".

Si mostra contenta ai microfoni di Rai Sport: "Non ho mai fatto un campionato con questi tempi a dicembre, nei 100 rana mi sono divertita un sacco. Lì per lì ero nervosa per quei pochi centesimi (a causa dei quali ha mancato la qualificazione olimpica, nda) ma è stato comunque un buon tempo."

  1. Martina Carraro 2'25"74
  2. Francesca Fangio 2'26"47
  3. Lisa Angiolini 2'26"93

  • 200 stile libero m

Cresce l'attesa per i 200 stile libero al maschile, molto interessanti in prospettiva staffetta olimpica. La prima serie è densa di grandi interpreti della distanza. Un'avvincente battaglia tra gli atleti vede vincere Matteo Ciampi in forma, seguito da Stefano Ballo e Stefano Di Cola.

Ciampi, in zona mista, dichiara: "In un anno solare ho fatto solo due gare, è stato bello ritornare a gareggiare. guardo con fiducia il 2021."

Nessuno scende sotto al limite per la qualificazione olimpica: si tenterà il tutto per tutto al Campionato di aprile.

  1. Matteo Ciampi 1'47"96
  2. Stefano Ballo 1'48"30
  3. Stefano Di Cola 1'48"39

  • 400 stile libero f

Buona prova per Linda Caponi che s'impone dall'inizio e conquista il suo primo titolo italiano assoluto in 4'11"60.

Quattro atlete, racchiuse in un secondo, si contendono gli altri gradini del podio. Seconda e terza piazza per Antonietta Cesarano e Giorgia Romei.

  1. Linda Caponi 4'11"60
  2. Antonietta Cesarano 4'13"12
  3. Giorgia Romei 4'13"22

  • 200 misti m

Doppia squalifica che ribalta il podio: Alberto Razzetti e Matteo Pelizzari.

Alberto Razzetti conclude la gara al primo posto, staccandosi notevolmente dagli avversari nella frazione a rana. Il tempo è 1'58"22, molto vicino al suo record italiano, a riprova che quella di agosto non è stata solo una prestazione isolata.

Il podio definitivo è composto da Sorriso, Di Fabio e M. Matteazzi.

Si tratta del primo titolo assoluto per Giovanni Sorriso, ai microfoni di Rai Sport sottolinea l'importanza di esser tornati a gareggiare.

  1. Giovanni Sorriso 2'01"74
  2. Di Fabio Nicolangelo 2'02"06
  3. Matteazzi Massimiliano 2'02"25

  • 200 misti f

Costanza Cocconcelli parte all'attacco toccando in prima posizione dopo la frazione a delfino. Al termine della vasca a dorso è sfida a tre con Ilaria Cusinato e Sara Franceschi.

Sara Franceschi si distacca dalle avversarie nella frazione a rana e resiste nell'ultimo 50 a stile libero, riuscendo a vincere in 2'14"25. Costanza Cocconcelli arriva seconda, per lei seconda medaglia d'argento della giornata.

  1. Sara Franceschi 2'14"25
  2. Costanza Cocconcelli 2'15"22
  3. Ilaria Cusinato 2'15"35

  • 1500 stile libero m

Occhi puntati sul re della distanza Gregorio Paltrinieri, già qualificato per Tokyo 2020+1, che come al solito conduce una gara in solitaria. Il pilota automatico è impostato intorno a 29"5/29"7 su ogni 50. Mette le gambe negli ultimi 100 metri e vince in 14'45"02, tempo che gli sarebbe valso comunque la qualificazione olimpica.

In zona mista Gregorio Paltrinieri si ritiene soddisfatto: "Tutto sommato è un buon tempo, anzi pensavo di fare qualcosina peggio. Sono venuto qui per gareggiare, non per vedere i tempi. Gareggiare nella sofferenza aiuta."

E, simpaticamente, aggiunge: "Ho perso la cuffia mentre nuotavo, l'ultima volta è stata quando avevo 8 anni. In questo 2020 è successo di tutto".

  1. Gregorio Paltrinieri 14'45"02
  2. Domenico Acerenza 15'07"92
  3. Ivan Giovannoni 15'18"29

Riportiamo le parole dei CT della Nazionale Cesare Butini, che in zona mista trae un bilancio del campionato: "I protagonisti sono stati gli atleti giovani" afferma. Non si riferisce solo a chi ha ottenuto il pass — Benedetta Pilato e Thomas Ceccon — ma al panorama giovanile in generale. "Il movimento c'è. Ci sono state indicazioni positive da tutti,  malgrado tutte le difficoltà le società hanno lavorato in modo corretto e professionale."

Per approfondire:

 RISULTATI DAY 1
RISULTATI DAY 2

Si chiude così l'edizione invernale dei Campionati Assoluti di nuoto 2020. Appuntamento a domani per il nostro consueto pagellone. → TUTTI I PODI


Road to Tokyo 2020

Per rimanere sempre aggiornato e ricevere tutte le news in anteprima puoi seguirci sui social, iscriverti alla nostra newsletter, o iscriverti al nostro canale Telegram. Contenuti speciali, articoli, video e podcast! Che aspetti?

FACEBOOK
INSTAGRAM
TELEGRAM


Road to Tokyo 2020

ABBONATI ALLA NEWSLETTER

Profilo Autore

Sofia
Sofia
Studentessa di Chimica, nuotatrice agonista, aspirante scrittrice: non necessariamente in quest’ordine. Forse l’unica nuotatrice al mondo che trova divertenti i 200 farfalla, ma le sue gare preferite in assoluto sono i 100 farfalla e i 100 stile. Membro della redazione, il suo compito? Raccontare storie di cloro sul mondo natatorio e le sue dinamiche per affascinare i meno appassionati, per strappare un sorriso dopo la stanchezza di fine allenamento o, semplicemente, per far battere il cuore agli atleti della community e farli innamorare del nuoto come la prima volta.