GREGORIO PALTRINIERI

Primatista mondiale dei 1500 stile in vasca corta ed europeo nei 1500 in vasca lunga, Greg (come da tutti è soprannominato) è un nuotatore italiano specializzato nello stile libero.  Appassionato di Basket e innamorato del mito di Ian Thorpe, è una delle stelle più brillanti del nuoto italiano. Attualmente è campione mondiale e olimpico nei 1500 stile. Si allena con Gabriele Detti sotto la supervisione del tecnico Stefano Morini.

Gregorio Paltrinieri nasce a Carpi il 5 settembre 1994, inizia a muovere le prime bracciate in piscina alla tenerissima età di 3 mesi. Specializzato inizialmente nella rana, a 12 anni passa allo stile libero, grazie al quale ottiene nel 2011 i primi successi a livello nazionale. Il primo risultato importante arriva proprio a 17 anni quando nei 1500 stile che disputa al 48° Trofeo Sette Colli ferma il cronometro a 15’04’90 (quarta migliore prestazione di sempre in Italia), tempo che abbassa ulteriormente di 4 centesimi durante i campionati italiani che si tennero qualche mese dopo, durante i quali vince il suo primo titolo italiano.

SCOPRI IL PALMARES DI GREGORIO PALTRINIERI

Questi risultati gli valgono la qualificazione ai mondiali di Shanghai 2011, oltre che agli Europei e ai mondiali Juniores. Conquista un oro e un bronzo (1500 stile e 800 stile) agli europei giovanili di Belgrado, replica con un argento e un bronzo ai mondiali giovanili di Lima, ma non va oltre le batterie ai campionati mondiali di Shanghai dove ottiene il 19° crono assoluto.

L’anno successivo, ai campionati europei di Debrecen, conquista l’oro nei 1500m stile nuotando 14’48’’94 – scendendo così per la prima volta sotto i 15 minuti – e l’argento negli 800m stile, secondo dietro a Gergo Kis. E’ il suo primo successo in un campionato europeo assoluto. L’oro gli vale la qualificazione olimpica. Ai Giochi Olimpici di Londra 2012 disputa la finale dei 1500 stile nella quale arriva quinto con un tempo di 14 e 51. L’anno successivo, durante i mondiali di Barcellona, conquista il bronzo (Dietro a Cochrane e Sun Yang) e stabilisce il nuovo record italiano, abbassando di ben 3 secondi il 14 e 48 di Federico Colbertaldo.

Non contento del primato italiano appena conquistato, agli europei di Berlino 2014, Paltrinieri vince ancora due ori e stabilisce il nuovo record europeo nei 1500 stile (14’39’’93). Risultato che viene replicato ai mondiali in vasca corta di Doha, dove conquista l’oro nei 1500 stile, stabilendo il nuovo record europeo.

Ai mondiali di Kazan 2015 conquista l’argento negli 800 stile e l’oro nei 1500 stile, stabilendo in entrambe le distanze il nuovo record europeo. Finale – quella dei 1500 stile – resa famosa dall’assenza a sorpresa del favoritissimo Sun Yang. Nello stesso anno, durante i campionati europei in vasca corta, cancella il record  più longevo del nuoto (il record di Grant Hackett, stabilito il 7 agosto 2001 ai campionati australiani di Perth), vola in 14’08’’06 e conquista il suo primo record mondiale.

Ai Giochi Olimpici di Rio 2016, Gregorio arriva come uno dei favoriti alla vittoria dei 1500 stile. Dopo le batterie è suo il primo crono di accesso alla finale. Batterie che invece sono fatali per Sun Yang, sedicesimo tempo. Nella finale vince l’oro davanti a Connor Jaeger e Gabriele Detti (leggi la bio). E’ il quarto italiano nella storia a vincere l’oro olimpico nel nuoto!

Ai Campionati Mondiali di Budapest 2017, Greg difende il titolo mondiale e olimpico nei 1500 stile, entrando definitivamente tra  i più forti nuotatori di sempre nella distanza. Sarà bronzo anche negli 800, gara vinta dal suo amico-rivale Gabriele Detti.

SCOPRI IL PALMARES DI GREGORIO PALTRINIERI

“Posso dire che in prativa vivo in acqua:
nuoto 19 km al giorno, 100 km a settimana.
Ma se vuoi vincere i 1500 stile in un olimpiade non ci sono alternative.
Ci sono giorni in cui hai meno voglia di nuotare,
poi ti tuffi e la voglia viene:
nuotare bene è una grande motivazione.”

LEGGI LE BIOGRAFIE
DI MOLTI ALTRI NUOTATORI

APPASSIONATO DI NUOTO?

ABBONATI ALLA NOSTRA NEWSLETTER:
tante clorose notizie in arrivo!