25km MONDIALE: IL BRONZO BELLISSIMO DI ALESSIO OCCHIPINTI

25km MONDIALE: IL BRONZO BELLISSIMO DI ALESSIO OCCHIPINTI

19 Luglio 2019 Off Di Federico
Vento, pioggia, tempesta. Le medaglie più belle sono quelle che arrivano quasi a sorpresa. Quelle inaspettate, quelle che vengono vinte con il cuore. E certamente c'ha messo il cuore Alessio Occhipinti durante la 25km in cui ha conquistato un bellissimo bronzo mondiale. Quarto posto per Simone Ruffini. Settima piazza per Arianna Bridi, tredicesima Barbara Pozzobon.Alla sua prima esperienza a una rassegna iridata, Alessio Occhipinti non si fa trovare impreparato e conquista un bellissimo terzo posto, vincendo la terza medaglia per il nuoto di fondo ai mondiali di Gwangju 2019. 5 ore di gara, 5 lunghissime ore di nuoto, in mezzo a una tormenta che sembra non finire, bracciata dopo bracciata, boa dopo boa.


La gara

Nella prima parte di gara gli azzurri rimangono nel gruppo, Dopo i primi 10km Ruffini prova a forzare l'andatura, il meteo peggiora: vento e pioggia. Al diciottesimo chilometro l'ungherese Gergely Gyurta va in fuga e riesce a rimanere da solo fino a un giro dalla fine quando - dopo alcune crisi di respirazione -  viene raggiunto da una decina di nuotatori guidati proprio dall'azzurro Alessio Occhipinti.

Nel gruppo degli inseguitori anche l'altro azzurro in gara, Simone Ruffini. Alla fine rimangono solo in 6 a giocarsi la medaglia. Quando mancano 400 metri Alessio è ancora davanti, ma non riesce a resistere agli attacchi del francese Reymond e del russo Belyaev che vanno in volata e si aggiudicano la gara. Oro per Reymond, argento per Belyaev. Occhipinti stringe i denti, bracciata dopo bracciata, per 400 metri, non fa rientrare Ruffini che alla fine chiude quarto.

Il podio della gara:

  1. Reymond
  2. Belyaev
  3. Occhipinti

Al termine della gara, queste le parole del neo-bronzo iridato Alessio Occhipinti:

 Sapevo di stare bene, ma la medaglia è inaspettata così come quella delle Universiadi Fino a metà gara ho tenuto un'andatura regolare, controllata. Poi ho provato ad aumentare il ritmo. Avevo buone sensazioni, mi sentivo bene e così ho preso la testa della gara e nell'ultimo giro ho provato a resistere al ritorno degli avversari. La medaglia mondiale è sempre stata un sogno, ma fino a qualche anno fa non immaginavo potesse arrivare nel fondo. Sono nato in vasca, poi ho provato le acque libere, mi sono appassionato e adesso salgo sul podio iridato all'esordio mondiale. Sono veramente felice"


25km femminile

Nella 25km al femminile trionfa la brasiliana Cunha davanti alla tedesca Wunram e alla francese Grangeon. Settima piazza per Arianna Bridi mentre è tredicesima Barbara Pozzobon. Le atlete azzurre lasciano partire una fuga che poi si rivelerà vincente, e poi non hanno più la forza per riprendere la testa della gara

Il podio della gara:

  1. Cunha
  2. Wunram
  3. Grangeon

#Gwangju2019: il programma iridato prevede la partecipazione di tutte le discipline FINA: nuoto, nuoto di fondo, nuoto sincronizzato, pallanuoto, tuffi. All'interno delle seguenti pagine è possibile consultare il programma di tutte le discipline iridate:

La diciottesima edizione dei Campionati Mondiali di nuoto è l'evento clous per gli sport acquatici del 2019, nonché vero e proprio trampolino di lancio in vista dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020. Per rimanere sempre aggiornato e ricevere tutte le news in anteprima puoi seguirci sui social o iscriverti alla nostra newsletter.

Contenuti speciali, articoli, video e podcast! Che aspetti?

SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU INSTAGRAM

Vivi #Gwangju2019 con noi!


ABBONATI ALLA NEWSLETTER

Profilo Autore

Federico
Federico
Una breve parentesi da nuotatore agonista, poi sono scappato dalle gare per dedicarmi alla filosofia. Dopo 5 anni di università non ho capito se sia peggio Kant o un 400 misti. Nel 2010, in una serata post allenamento, ho creato nuoto uno stile di vita, da quel giorno mi sono fermamente convinto di una cosa: "tutti i più grandi pensieri sono concepiti mentre si nuota" (semicit). Da bambino Magnini era il mio idolo, crescendo ho iniziato ad amare il personaggio di Lochte, anche se quella di Ervin è la storia che mi affascina maggiormente. Regista e scenografo di film mentali da premio oscar, lettore a tempo perso, perdi tempo, mi sono laureato nel corso magistrale di Filosofia teoretica a Pavia e ora lavoro in una scaleup tecnologica italiana con sede a Pavia. Così, tra un json e una nuotata in piscina, mi diletto scrivendo articoli, curando la redazione del sito e pubblicando contenuti sui social.