BUDAPEST 2022, RISULTATI FINALI E SEMIFINALI #DAY5 1

BUDAPEST 2022, RISULTATI FINALI E SEMIFINALI #DAY5

22 Giugno 2022 Off Di Sara

A Budapest continuano le gare di nuoto in vasca dei Campionati mondiali di Budapest 2022. Di seguito il recap di finali e semifinali del #Day5 - mercoledì 22 giugno - e tutti i risultati degli azzurri.


RISULTATI FINALI & SEMIFINALI

Nel quinto giorno di gare a Budapest, l'Italia resta asciutto di medaglie: non riesce l'impresa di Alessandro Miressi che, nonostante soffra uno stato di forma non eccellente, ha provato a dare il meglio di sé. Prestazione più che buona da parte di Francesca Fangio, in grado di conquistare la finale nei 200 rana seppur con un briciolo di amarezza per la condotta di gara.

Il giovane David Popovici sigla una storica doppietta che mancava dal 1973, vincendo anche i 100 stile libero, dopo essersi già consacrato Campione del Mondo nella doppia distanza.


200 farfalla donne – FINALE

  • Record del Mondo: 2'01"81
  • Record Europeo: 2'04"27
  • Record Italiano: 2'06"50

La giovanissima canadese Summer McIntosh guida l'intera finale dei 200 farfalla nonostante l'attacco delle statunitensi Regan SmithHali Flickinger. Con il crono di 2'05"20, conquista il titolo iridato, siglando il nuovo Record del Mondo giovanile. Secondo posto per la Flickinger (2'06"08) mentre la compagna Smith scivola in quarta posizione lasciando il bronzo alla cinese Yufei Zhang (2'06"32).


100 stile libero donne – Semifinali

  • Record del mondo: 51"71
  • Record europeo: 51"71
  • Record italiano: 53"18

La clamorosa rimonta dalle posizioni più attardate fino alla vittoria della seconda semifinale, rendono la gara dell'australiana Mollie O'Callaghan uno spettacolo e la posiziona come la migliore in vista della finale. Segue Sarah Sjostrom (23"02), preservatasi per questa gara, a soli due centesimi dalla canadese Penny Oleksiak.


100 stile libero uomini – FINALE

  • Record del Mondo: 46"91
  • Record Europeo: 47"11
  • Record Italiano: 47"45

Non riesce l'impresa di Alessandro Miressi, poco soddisfatto della sua prestazione e con una condizione poco smagliante. L'azzurro chiude in ottava posizione, con il tempo di 48"31. Per il torinese, resta l'amaro in bocca dopo una gara in cui, con il suo miglior tempo, avrebbe vinto la medaglia d'oro.

Il titolo iridato va al rumeno David Popovici che, dopo aver fatto tremare il Record del Mondo di Cesar Cielo, accusa un po' di stanchezza e nuota in 47"58. Sul podio assieme a lui, il francese Maxime Grousset (47"64) e il canadese Joshua Liendo Edwards (47"71).


50 dorso donne – FINALE

  • Record del Mondo: 26"98
  • Record Europeo: 27"10
  • Record Italiano: 27"65

Le fatiche dei 200 delfino, nuotati pochi minuti prima, fanno sfumare il sogno di Regan Smith che chiude la gara dei 50 dorso al 5° posto in 27"47. E' la canadese Kylie Masse a coronarsi regina della gara con il tempo di 27"31, davanti a Katharine Berkoff (27"39) e Analia Pigree (27"40).


200 rana uomini – Semifinali

  • Record del mondo: 2'05"95
  • Record europeo: 2'06"12
  • Record italiano: 2'08"50

Uno straordinario Zac Stubbety-Cook sbaraglia la concorrenza e si candida come l'atleta da battere: con il suo 2'06"72, stacca nettamente la concorrenza. Dietro di lui, Anton McKee (2'08"74) e Yu Hanagurama (2'08"75), distaccati per un solo centesimo. Assente, l'olandese Arno Kammina, non presente ai blocchetti di partenza probabilmente per un problema di salute.


200 misti uomini – FINALE

  • Record del Mondo: 1'54"00
  • Record Europeo: 1'55"18
  • Record Italiano: 1'57"13

Il nuovo talento francese Leon Marchand - allenato da Bob Bowman, l'ex allenatore di Michael Phelps- sigla la doppietta dei misti, vincendo anche i 200 misti in 1'55"22. Dietro di lui, sul podio, l'americano Carson Foster che nuota in 1'55"71 e il nipponico Daiya Seto, con il tempo di 1'56"22.


200 rana donne – Semifinali

  • Record del mondo: 2'18"95
  • Record europeo: 2'19"11
  • Record italiano: 2'23"06

Una Francesca Fangio non pienamente soddisfatta conquista la finale dei 200 rana con l'ultimo crono disponibile. Per lei, la soddisfazione di aver raggiunto un importante obiettivo, ma resta l'amarezza per una gara che sarebbe potuta andare meglio, come racconta lei stessa:

Mi spiace... domani proverò sicuramente a fare meglio.

E' una finale, seppure con un tempo che non mi soddisfa, ma va fatta e va fatta al meglio!

Non ho idea di cosa sia successo, credo di non esser mai entrata in gara.. domani cercherò di migliorare sicuramente!

Il miglior crono va alla aussie Jenna Strauch che in virtù del suo 2'22"22 riesce a mettere dietro a sé Lilly King, alla ricerca del riscatto dopo l'amarezza nei 100 rana.


200 dorso uomini – Semifinali

  • Record del mondo: 1'51"92
  • Record europeo: 1'53"23
  • Record italiano: 1'56"29

Ryan Murphy ( 1'55"43) conduce le semifinali dei 200 dorso, posizionandosi davanti alla coppia britannica formata da Brodie Williams (1'56"17) e Luke Greenbank (1'56"42). Il netto distacco con la concorrenza lo rende l'atleta da battere in vista della finale di domani.


4×200 stile libero donne – FINALE

  • Record del mondo: 7'40"33
  • Record europeo: 7'45"51
  • Record italiano: 7'46"57

La 4x200 stile libero si rivela la gara più combattuta della giornata con le staffette degli Stati Uniti d'America, Canada e Australia in lotta per l'oro. A spezzare la gara, dopo una prima parte molto concitata, è la terza frazione di Katie Ledecky che concede alle statunitensi un netto vantaggio e la vittoria in 7'41"45. Dietro, le australiane con il tempo di 7'43"86 e chiudono il podio e canadesi (7'44"76) rimontate dalle cinesi nel rush finale.


Tutto su Budapest 2022

#Budapest2022: il programma iridato prevede la partecipazione di nuoto, nuoto di fondo, nuoto sincronizzato, pallanuoto, tuffi. A seguire alcuni link utili per vivere al meglio la XIX edizione dei Campionati mondiali di nuoto FINA:

I calendari delle singole discipline:


Segui il grande nuoto con noi

Per rimanere sempre aggiornato sul nuoto mondiale e ricevere tutte le news in anteprima puoi seguirci sui social, iscriverti alla nostra newsletter, o iscriverti al nostro canale Telegram. Contenuti speciali, articoli, video e podcast! Che aspetti?

→ FACEBOOK
 INSTAGRAM
→ TELEGRAM


Appassionato di nuoto?

→ ABBONATI ALLA NEWSLETTER

Profilo Autore

Sara
Sara
Laureata in Scienze Linguistiche, è entrata in piscina per la prima volta alla tenera età di 3 anni e da quel momento non se n'è più andata. Aspirante giornalista e intervistatrice per diletto, le piace parlare (dicono sia anche logorroica) e vivere di emozioni. Lo Sport è così importante che ha scelto un Master in Sport Digital Marketing & Communication.