#GLASGOW2018: LE PAGELLE DELLA QUINTA GIORNATA

Presso il Tollcross International Swimming Center di Glasgow si è appena conclusa un'altra giornata ricca di gare, con i 100sl di Federica Pellegrini, i 50 rana di Fabio Scozzoli, gli 800sl di Paltrinieri e Acerenza e l'incredibile finale dei 1500sl di Simona Quadarella. Ecco le pagelle di questo #DAY5 dei campionati europei di nuoto di #Glasgow2018 → TUTTI I RISULTATI DI OGGI

Simona Quadarella: 10 e lode

Ai Campionati Europei di Glasgow 2018 risuona ancora una volta l'inno di Mameli e per la seconda volta il merito è della giovane nuotatrice Romana Simona Quadarella (classe '98) che ha vinto la finale dei 1500sl in 15'51'61 ed è diventata così la prima italiana di sempre a vincere questa gara a livello europeo. Una doppietta storica, quella della Quadarella, che in passato (in gare individuali) è riuscita solo ad Alessia Filippi. Semplicemente STRAORDINARIA

LEGGI LA BIOGRAFIA DI SIMONA QUADARELLA

Andrii Govorov: 8

Mah. Io ci credevo nel nuovo World Record nei 50 farfalla, e invece? Niente. Andriy Govorov vince la finale dei 50 farfalla al maschile ma senza il record del mondo che ieri aveva promesso, chiude in 22.48, davanti al britannico Proud e al russo Kostin! Bene, ma non benissimo. Ti salvi solo perché in zona mista hai rivelato che la piscina di Roma ti piace di più. Come darti torto?

Filippo Megli: 8

Va bene così. Ottima la prestazione nella finale dei 200sl, 1'46"60 il tempo nuotato da Filippo Megli che chiude la finale al quinto posto. I margini di miglioramento sono ampli, ma le basi per costruire qualcosa di grande ci sono tutte. Avanti a tutta, la prossima volta andrai MEGLIO!

Yuliya Efimova: 7,5

Fa tutto quello che vuole, come se fosse la divinità suprema della rana mondiale. Nuota il primo 50 con il freno a mano tirato, nel secondo inizia a ingranare la marcia e dal terzo in poi va in sorpasso "con il braccio fuori dal finestrino" (cit.), più cresce la sua azione più diventa bella e pulita la sua nuotata, vederla nuotare a rana è sempre qualcosa di spettacolare.

Matteo Restivo & Luca Mencarini: 7,5

Precisi e perfetti, finale centrata da entrambi con due tempi più che discreti. Quarto crono per Matteo Restivo in 1'57"80, quinto tempo per Luca Mencarini in 1'57"83. Davanti a tutti, con oltre due secondi di vantaggio sul resto dell'Europa il Russo Rylov Evgeny in 1'55"50. Domani se la possono giocare per un posto sul podio dietro a Rylov.

Ilaria Cusinato: 8,5

Che potenza! Chiude i 200 misti in 2'10"77, il terzo crono assoluto e nuovo record italiano (abbassando ulteriormente il primato che già le apparteneva). L'azzurra sembra avere ancora energie e domani potrebbe migliorare ulteriormente il record, si punta al podio, ma forse... chissà, l'oro non è impossibile. VAI ZUCCHERO

Carlotta Zofkova: 9,5

Bronzo e Record Italiano. Dopo quello nei 50 si prende anche quello nei 100, di prepotenza, chiudendo davanti all'Iron Lady Katinka Hosszu. Straordinaria l'azzurra che si prende una bellissima medaglia europea chiudendo in 59"61 nella finale vinta dalla russa Fesikova.

Fabio Scozzoli VS Adam Peaty: 9,5

Sarà dura, sarà difficile o forse è proprio impossibile. Eppure a noi piace sognare e vogliamo davvero provarci questa volta. Adam Peaty primo crono, Fabio Scozzoli secondo. Lo scorso anno agli europei in corta era riuscito nell'impresa, chissà se domani ci riuscirà di nuovo. Fabio Scozzoli nuota il secondo crono (26"80) di accesso alla finale dietro al mostro sacro Adam Peaty che stampa un pauroso 26"23. Domani la finale dei 50 rana sarà sicuramente entusiasmante.ù

Federica Pellegrini: 6,5

La dea bendata oggi è stata dalla parte della divina. Un po' l'assenza dell'olandese volante, un po' grazie all'assurda seconda vasca di Pernille Blume (5, ma che combini?) fatto sta che l'azzurra riesce a entrare per il rotto della cuffia nella finale di domani. Ottavo il suo tempo di accesso. Succederà un Burdisso 2? Difficile, difficilissimo. Una prestazione tra le prime 5 sarebbe già un ottimo risultato per l'azzurra...

Gregorio Paltrinieri: 8

Bene, benissimo. L'influenza degli scorsi giorni sembra passata, il 1500sl sembra solo un brutto sogno. Gregorio Paltrinieri è tornato e nelle batterie degli 800sl stampa il secondo crono in assoluto in 7'50"08. Il primo tempo, neanche a farlo apposta è ancora dell'ucraino Romanchuk in 7'49"96. La finale di domani sarà assolutamente da non perdere, noi speriamo che il Greg si vendichi dopo quella sconfitta nei 1500sl che non ci è andata giù (nonostante fosse più che giustificata).

Domenico Acerenza: 7,5

Carattere, grinta determinazione. Dopo i 400sl e 1500sl, Acerenza partirà anche dalla finale degli 800 con un buon crono, il sesto. L'azzurro nelle batterie della mattina nuota un ottimo 7'52"80, domani saranno ancora una volta due gli azzurri in finale.

Tommaso Mecarozzi & Luca Sacchi: 10

Ieri l'avevo promesso: il 10 arriverà solo quando ci saluteranno in diretta. Oggi il saluto arriva e fa più piacere che mai. Siamo all'inizio delle batterie dei 1500sl, Gregorio e Domenico sono in vasca, e Tommaso Mecarozzi se ne esce dicendo qualcosa del genere: "Salutiamo e ringraziamo i ragazzi di nuoto uno stile di vita che ci seguono e ci fanno sempre i complimenti sui social, complimenti che giriamo anche a tutta la Rai. nuoto uno stile di vita che è presente soprattutto su Instagram ma anche sugli altri social". Urlo. Ho gioito come se un azzurro avesse appena vinto un oro. Controllo che sia tutto vero, ho dormito solo 4 ore ma no, non è un sogno. Ha salutato proprio noi... in diretta. Piccole gioie che rallegrano la giornata. Il 10, insomma, è arrivato.

IL NOSTRO RECAP DELLA QUINTA GIORNATA DI EUROPEI

Vivi #Glasgow2018 con noi:

APPASSIONATO DI NUOTO?

ABBONATI ALLA NEWSLETTER
vivi con noi #Glasgow2018

 

ASCOLTA IL NOSTRO PODCAST