ISL 2019: INDIANAPOLIS | RISULTATI DEL 2° GIORNO DI GARE

ISL 2019: INDIANAPOLIS | RISULTATI DEL 2° GIORNO DI GARE

0 Di Federico

A Indianapolis si conclude il primo weekend di gare dell'International Swimming League. Il trionfo di Energy Standard davanti ai Cali Condors porta la firma di Sarah Sjostrom, MVP di questo primo weekend di gare con 4 vittorie e un secondo posto. Chi l'ha presa al fantanuoto ha fatto certamente un'ottimo acquisto. Gli Aqua Centurions chiudono al quarto posto a -26 punti dai DC Trident. Cali Condors ed Energy Standard totalmente su un altro pianeta. Questa la classifica per team al termine del primo weekend di gare:

  1. Energy Standard – 521 points
  2. Cali Condors – 425 points
  3. DC Trident – 290.5 points
  4. Aqua Centurions – 316.5 point

La seconda giornata ha visto il triplo successo di Sarah Sjostrom che ha trionfato nei 100sl, nei 50 delfino e nei 50sl all'australiana, grande conferma anche per Florent Manaudou che ha vinto i 50 delfino (dopo la vittoria di ieri nei 50sl) e ha vinto l'australiana nei 50sl al maschile. Non bene gli azzurri i migliori piazzamenti sono quelli di Simone Sabbioni che ha chiuso al secondo posto i 100 dorso e Niccolo Martinenghi, secondo posto nei 100 rana. Di seguito tutti i risultati della giornata:


100 stile libero

La gara regina al femminile viene dominata da Sarah Sjostrom (Energy Standard) in 51"76, primo posto davanti a Siobhan Haughey (DC Trident) e Olivia Smoliga (Cali Condors). Silvia di Pietro ha chiuso settima in 54"00.

Nei 100sl al maschile doppietta Energy Standard con Chad le Clos che vince in 46"96 davanti al compagno di squadra Simonas Bilis (47"12). Terzo e quarto posto per gli Aqua Centurions: Breno Correia in 47"15 e Santo Condorelli in 47"41.


100 rana

Lilly King ha vinto nei 100 rana in 1'04"43 davanti alla compagna di squadra Molli Hannis: si concretizza così l'ennesima doppietta per i Cali Condors. Terza piazza per Bethany Galat (DC Trident) davanti all'azzurra Martina Carraro (1'05"37) quarta.

Nella gara al maschile ha vinto Ilya Shymanovich in 56"71 davanti a Nicolò Martinenghi che conferma l'ottimo stato di forma. Terzo posto per gli Energy Standard con Anton Chupkov. Quarto posto per Fabio Scozzoli (Aqua Centurions) in 57.47


400 stile libero

Sua maestà Katie Ledecky (DC Trident) non si fa cogliere impreparata e vince i 400sl dominando la finale in 3'54"06. Secondo posto per Ariarne Titmus (Cali Condors) in 3:57.61, terzo posto sempre per Hali Flickinger – sempre Cali Condors – in 3"59'81.

Nella gara maschile vince Zane Grothe (DC Trident) in 3'41"64 davanti a Mykhailo Romanchuk (Energy Standard) 3'42"26 e Anton Ipsen (Cali Condors) in 3'42"79.

200 misti

Nei 200 misti al maschile vincono i Cali Condors con Mitch Larkin che chiude in 1'52"93 davanti ad Andreaz Vazaios (DC Trident) e Philip Heintz (Aqua Centurions).

Nella gara al femminile trionfo di Melanie Margalis (Cali Condors) in 2'04"18, secondo posto per Kelsey Wog (Cali Condors), terzo posto per Kayla Sanchez (Energy Standard) in 2'06"90.


50 delfino

Florent Manaudou (Energy Standard) vince anche la finale dei 50 delfino al maschile in 22"66 davanti a Chad le Clos (Energy Standard) che ha chiuso in 22"73. Terzo posto per Matteo Rivolta (23"07), quinta piazza per Santo Condorelli (23"32).

Nella gara al femminile ennesimo trionfo per Sarah Sjotrom (Energy Standard) vince i 50 farfalla davanti a Brianna Throssel (DC Trident) e Kelsi Dahlia (Cali Condors). Settimo posto per Silvia di Pietro.


100 dorso

Nei 100 dorso buona prestazione di Simone Sabbioni (Aqua Centurions) che ha chiuso al secondo posto alle spalle di Kliment Kolesnikov (Energy Standard) e davanti a Mitch Larkin (Cali Condors) e Tristan Hollard (DC Trident) che hanno chiuso parimerito al terzo posto.

Nella finale al femminile doppietta dei Cali Condors con Olivia Smoliga che vince davanti alla compagna di squadra Kylie Masse. Terzo posto per Emily Seebohm (Energy Standard).


50 stile libero skin

La staffetta all'australiana (circa, in verità è un'imitazione) era senza dubbio la più attesa di questo primo weekend di gare. La vittoria è andata a Sarah Sjostrom nella sfida al femminile e a Florent Manaudou in quella al maschile. Simpatica e divertente sia la sfida al femminile sia quella al maschile, con Santo Condorelli che è arrivato a un passo dalla finalissima chiudendo il secondo round in terza posizione. Nel round 3 Sarah Sjostrom ha vinto davanti a Femke Heemskerk mentre Florent Manaudou ha vinto davanti Ben Proud.


Si conclude così il primo weekend di gare dell'International Swimming League. Appuntamento alle 20.00 di sabato prossimo per la seconda tappa dell'International Swimming League a Napoli.


Per rimanere sempre aggiornato e ricevere tutte le news in anteprima puoi seguirci sui social, iscriverti alla nostra newsletter, o iscriverti al nostro canale Telegram. Contenuti speciali, articoli, video e podcast! Che aspetti?

FACEBOOK | INSTAGRAM | TELEGRAM


Entra nella nostra community:

ABBONATI ALLA NEWSLETTER

Profilo Autore

Federico
Federico
23 anni, una breve parentesi da nuotatore agonista, poi sono scappato per dedicarmi alla filosofia. Dopo 5 anni di università non ho ancora capito se sia peggio Kant o un 400 misti. Nel 2010, in una serata post allenamento, ho creato nuoto uno stile di vita, da quel giorno mi sono fermamente convinto di una cosa: "tutti i più grandi pensieri sono concepiti mentre si nuota" (semicit). Da bambino Magnini era il mio idolo, crescendo ho iniziato ad amare il personaggio di Lochte, anche se quella di Ervin è la storia che mi affascina maggiormente. Regista e scenografo di film mentali da premio oscar, lettore a tempo perso, perdi tempo, tra una lezione universitaria e una nuotata in piscina mi diletto scrivendo articoli, curando la redazione del sito e pubblicando contenuti sui social. Spesso mi firmo con lo pseudonimo di Julian Carax (anche lui è scappato da qualcosa, in questo caso da un libro di Zafon).