AUGURI ALLA DONNA PIÙ IMPORTANTE DI OGNI NUOTATORE: #SwimMom

AUGURI ALLA DONNA PIÙ IMPORTANTE DI OGNI NUOTATORE: #SwimMom

10 Maggio 2020 Off Di Federico

Per prime ci avete accompagnato in piscina, ci avete preparato centinaia di borsoni svuotandoli quando tornavamo a casa, avete seguito i nostri allenamenti dagli spalti, ci avete incoraggiato, ci avete sostenuto continuamente, ci avete accompagnato alle prime gare, urlando a squarciagola. Siete state una presenza costante nelle nostre vite da nuotatori. E oggi non potevamo non dirvi grazie, mamme.

Oggi è la festa della mamma e non potevamo non scrivere un articolo sulle mamme (nuotatrici e non) che svolgono un ruolo di fondamentale importanza nel corso della vita di ciascun nuotatore. Nostre prime e insostituibili sostenitrici, nostre fedeli alleate, nostre tifose, le mamme ci accompagnano sempre e costantemente, sostenendoci nei nostri sogni da nuotatori.


Le mamme son sempre le mamme, sì. Prendete Michael Phelps, provate ad ascoltare una sua qualsiasi intervista, scoprirete quanto importante è stato il ruolo svolto da sua madre. Non c'è gara in cui Deborah Phelps non fosse presente, non c'è stata medaglia che Phelps non ha portato a Deborah, abbracciandola e ringraziandola, ancora e ancora.

Voi, mamme, siete per noi nuotatori quella corsia su cui possiamo sempre contare quando siamo troppo stanchi, ci aggrappiamo a voi per rimanere a galla quando tutto va male. E voi sapete sempre risollevarci il morale, sapete sempre ricaricare le nostre batterie.


Ci avete preparato i cibi più incredibili quando tornavamo da allenamento stanchi e affamati, ci avete rimboccato le coperte quando eravamo così distrutti che crollavamo alle 21 di sera, ci avete sorriso quando non arrivavano i risultati sperati. E il vostro cuore batteva forte quando sono arrivate le prime medaglie, e i vostri occhi si illuminavano quando ci vedevate sorridere a 32 denti con al collo il primo oro.

Cosa sarebbe il nuoto senza voi? Cosa sarebbe il nuoto senza le vostre grida alla partenza, senza il cibo nascosto nel borsone perché lo sapete "voi nuotatori avete sempre fame". Grazie mamme, per esserci sempre state, grazie mamme per averci sostenuto sempre, grazie mamme per essere diventate delle meravigliose #SwimMom.


Per rimanere sempre aggiornato e ricevere tutte le news in anteprima puoi seguirci sui social, iscriverti alla nostra newsletter, o iscriverti al nostro canale Telegram. Contenuti speciali, articoli, video e podcast! Che aspetti?

FACEBOOK
INSTAGRAM
TELEGRAM


Appassionato di nuoto?

ABBONATI ALLA NEWSLETTER

Profilo Autore

Federico
Federico
Una breve parentesi da nuotatore agonista, poi sono scappato dalle gare per dedicarmi alla filosofia. Dopo 5 anni di università non ho capito se sia peggio Kant o un 400 misti. Nel 2010, in una serata post allenamento, ho creato nuoto uno stile di vita, da quel giorno mi sono fermamente convinto di una cosa: "tutti i più grandi pensieri sono concepiti mentre si nuota" (semicit). Da bambino Magnini era il mio idolo, crescendo ho iniziato ad amare il personaggio di Lochte, anche se quella di Ervin è la storia che mi affascina maggiormente. Regista e scenografo di film mentali da premio oscar, lettore a tempo perso, perdi tempo, mi sono laureato nel corso magistrale di Filosofia teoretica a Pavia e ora lavoro in una scaleup tecnologica italiana con sede a Pavia. Così, tra un json e una nuotata in piscina, mi diletto scrivendo articoli, curando la redazione del sito e pubblicando contenuti sui social.