FEDERICA PELLEGRINI RIVELA: "STO PENSANDO AL RITIRO" (O FORSE NO)

FEDERICA PELLEGRINI RIVELA: "STO PENSANDO AL RITIRO" (O FORSE NO)

Non attivi Di nuotounostiledivita

2 medaglie olimpiche, 17 medaglie mondiali, per 57 volte è salita sul podio di un campionato internazionale di nuoto. Girata la boa dei 30 anni Federica Pellegrini, la nuotatrice italiana più medagliata di tutti i tempi, ha deciso di mettere in discussione il proseguo della sua carriera agonistica: "Sto pensando seriamente di lasciare il nuoto".

"Sto pensando seriamente di lasciare il nuoto: il mio cuore mi dice di smettere per le troppe delusioni umane fuori dalla vasca; la mia testa, invece, vuole che continui. Entro autunno deciderò cosa fare definitivamente della mia vita": la divina del nuoto azzurro Federica Pellegrini si confessa così in un'intervista esclusiva che uscirà mercoledì 29 agosto sul settimanale Chi.

Improvvisamente Tokyo 2020 potrebbe non essere più l'ultimo atto dell'incredibile carriera della Divina. La parola Fine potrebbe arrivare prima, già questo autunno, a solo un anno di distanza da quell'incredibile oro nei 200sl vinto ai Mondiali di Budapest (vedi qui).

Dopo il trionfo al mondiale magiaro Federica aveva detto addio ai 200sl ma aveva deciso di continuare nella distanza dimezzata: i 100sl, la gara regina del nuoto. L'obiettivo di questa seconda parte di carriera era solo il divertirsi, lo aveva ripetuto più volte l'azzurra, ma la speranza che era viva in tutti quanti era che l'azzurra potesse comunque lottare per un podio mondiale/olimpico, magari con un rientro in extremis nei 200sl, la sua gara.

Nell'intervista al settimanale Chi, Federica continua così: "Se dovessi smettere davvero con il nuoto vorrei che i prossimi trent’anni fossero come i primi. La parola ‘mamma’? Oggi sì… potrebbe anche dirmi qualcosa. Vedremo…”. A noi non resta che sperare che questo sia solo un pensiero passeggero, che alla fine opti per rimettersi in gioco per farci sognare ancora una volta.

GLI ESORDI

Nata a Mirano il 5 agosto 1988, ai Giochi Olimpici di Atene 2004, a soli 16 anni e 12 giorni vince l’argento nei 200m stile libero, divenendo così la più giovane atleta italiana a salire su un podio olimpico individuale. 3 anni e 361 giorni dopo, durante l’edizione dei Giochi Olimpici di Pechino vince il primo oro olimpionico femminile nella storia del nuoto italiano, abbassando per ben due volte (nelle qualificazioni e in finale) il record del mondo dei 200 stile. A Londra 2012 quel quinto posto così amaro rimane il suo peggior piazzamento nei 200 stile in 12 anni.

Poi ci sono i campionati mondiali: Montreal 2005 – argento, Melbourne 2007 – bronzo, Roma 2009 – oro, Shanghai 2011 – oro, Barcellona 2013 – argento, Kazan’ 2015 – argento e infine Budapest 2017, oro: mai nessun nuotatore era riuscito nell'impresa di salire per ben 7 volte sul podio mondiale nella stessa distanza. Cambiano le piscine, cambiano le avversarie, ma lei rimane a scrivere la storia. E se in mezzo a tutti questi numeri aggiungiamo anche i più di 100 titoli italiani e le quasi 20 medaglie europee, bé allora si inizia ad avere un’idea complessiva della straordinarietà di questa atleta.

GRINTA & RESILIENZA

Una carriera lunga e difficile, la sua, come quando nel 2009 deve superare la morte del suo commissario tecnico e allenatore, Alberto Castagnetti. Sempre sotto i riflettori, troppo spesso presa di mira dai giornalisti quando qualcosa va storto, su di lei sempre moltissime aspettative e a volte la pressione fa brutti scherzi. Ma lei non si è mai arresa. Lei è Federica Pellegrini, lei è la Divina, lei è la Fenice, capace di vincere la prima medaglia olimpica a soli 16 anni, capace di risorgere dalle ceneri di Londra, capace di abbassare per ben 11 volte quel limite che divide gli uomini dalle leggende chiamato dai comuni mortali record del mondo.

EDIT

A poco più di una settimana dall'articolo di Chi, la Divina scioglie ogni dubbio con un post su Instagram che la vede seduta sul blocco di fronte alla piscina con una didascalia che recita: "Comincia ad essere adesso ciò che tu vuoi essere domani. (William James) E io ho scelto di scivolare.....🌊🌊" Non ci resta che aspettare per vederla in acqua nei prossimi eventi che la aspettano → SCOPRI QUALI SONO

APPASSIONATO DI NUOTO?

ABBONATI ALLA NOSTRA NEWSLETTER:
tante clorose notizie in arrivo!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al nostro blog: ci sono tante clorose notizie in arrivo.

Profilo Autore

nuotounostiledivita
nuotounostiledivita
“nuoto uno stile di vita” nasce nel 2010 grazie all'idea di due giovanissimi nuotatori (allora quindicenni) di condividere online la propria passione per il nuoto. Attraverso news, articoli, aforismi, foto, video e poesie, cerchiamo di offrirvi tutto quello che desiderate leggere sul mondo degli sport acquatici.