NUOTO: ANDREA VERGANI TROVATO POSITIVO ALLA CANNABIS

NUOTO: ANDREA VERGANI TROVATO POSITIVO ALLA CANNABIS

0 Di Federico

Andrea Vergani, giovane promessa del nuoto azzurro, campione italiano in carica nei 50sl (distanza in cui è anche primatista), è stato trovato positivo alla Cannabis in un controllo anti-doping effettuato durante i recenti Campionati Italiani di nuoto svoltisi a inizio Aprile a Riccione. L'azzurro rischia dai 4 ai 6 mesi di squalifica: mondiali di Gwangju 2019 a rischio.


IL CASO

Andrea Vergani, primatista italiano dei 50 stile libero, rischia dai 4 ai 6 mesi di sospensione perché è stato trovato positivo alla cannabis durante un controllo effettuato da NADO Italia durante gli Assoluti di Nuoto lo scorso 2 aprile. Una bravata, quella del nuotatore milanese, che può compromettere la sua partecipazione all'evento più importante: i mondiali in Corea.

La notizia, arrivata poco fa, pesa come un macigno: Andrea Vergani è uno degli atleti più attesi al mondiale della prossima estate, miglior crono stagionale al mondo nei 50 stile libero e bronzo europeo della distanza. E ora, è proprio la sua partecipazione ai mondiali a venir messa in discussione. Una sentenza che, qual'ora dovesse esser confermata, potrà davvero segnare la carriera del giovane azzurro.

Nello specifico, Andrea Vergani ha violato le disposizioni in merito all'art. 21, comma 1 e comma 2, del vigente Codice Sportivo Antidoping. Vergani è stato sospeso con effetto immediato dal Tribunale Nazionale Antidoping (TNA).


ANDREA VERGANI

Andrea Vergani, 21 anni, è una delle giovani promesse del nuoto azzurro. Velocista puro, è il campione italiano in carica nei 50sl.  Durante i campionati europei di questa estate a Glasgow ha conquistato la medaglia di bronzo nei 50sl in 21”37, bronzo anche durante i Mondiali in vasca corta 2018 con la staffetta 4x50 sl.

Attualmente detiene la miglior prestazione mondiale del 2019 50 stile libero in 21”53, nuotata proprio durante i Campionati Assoluti Primaverili 2019. Il giovane nuotatore azzurro, ora, rischia dai 4 ai 6 mesi di squalifica. La paura è che debba così saltare i Mondiali di Gwangju 2019, che si svolgeranno quest'estate in Corea.

Questa era stata la pagella che avevamo redatto al termine degli assoluti primaverili:

Andrea Vergani: 7

Califfo. Andrea Vergani non si fa spaventare dalla concorrenza e si aggiudica la finale dei 50sl in 21"53: titolo tricolore, pass iridato e miglioro crono al mondo nel 2019. Il giovane azzurro (22 anni a giugno) è ormai il punto di riferimento del nuoto veloce italiano. E ora si sogna in vista dei mondiali coreani... chissà cosa ci saprà regalare #Califfo

→ PAGELLE ASSOLUTI 2019


Andrea Vergani - Palmares

  • 2018: EUROPEI (50m): bronzo nei 50sl in 21"37,
  • 2018: MONDIALI (25m) bronzo con la 4x50 sl 1'28"51

Ora il giovane nuotatore azzurro rischia dai 4 ai 6 mesi di squalifica: i Mondiali di Gwangju 2019 sono così in bilico.


GWANGJU 2019

La XVIII edizione dei Campionati mondiali di nuoto si svolgerà in Corea del Sud dal 12 al 28 luglio 2019, nella cittadina di Gwangju. Le gare di nuoto in vasca si svolgeranno tra domenica 21 e domenica 28 luglio presso il Nambu University Municipal Aquatics Center.  Nel regolamento 2018/2019, la Federazione ha specificato che per i mondiali di Gwangju 2019, per la qualificazione alle gare individuali sarà valido esclusivamente il Campionato Italiano Assoluto di aprile 2019.

PROGRAMMA GARE
CRITERI DI QUALIFICAZIONE NAZIONALE AZZURRA
AZZURRI QUALIFICATI


Per rimanere sempre aggiornato e ricevere tutte le news in anteprima puoi seguirci sui social o abbonarti alla nostra newsletter. Contenuti speciali, articoli, video e podcast! Nuota verso GWANGJU 2019 assieme a noi, che aspetti?

SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU INSTAGRAM

Vivi #Hangzhou2018 con noi!

ABBONATI ALLA NEWSLETTER

Profilo Autore

Federico
Federico
23 anni, una breve parentesi da nuotatore agonista, poi sono scappato per dedicarmi alla filosofia. Dopo 5 anni di università non ho ancora capito se sia peggio Kant o un 400 misti. Nel 2010, in una serata post allenamento, ho creato nuoto uno stile di vita, da quel giorno mi sono fermamente convinto di una cosa: "tutti i più grandi pensieri sono concepiti mentre si nuota" (semicit). Da bambino Magnini era il mio idolo, crescendo ho iniziato ad amare il personaggio di Lochte, anche se quella di Ervin è la storia che mi affascina maggiormente. Regista e scenografo di film mentali da premio oscar, lettore a tempo perso, perdi tempo, tra una lezione universitaria e una nuotata in piscina mi diletto scrivendo articoli, curando la redazione del sito e pubblicando contenuti sui social. Spesso mi firmo con lo pseudonimo di Julian Carax (anche lui è scappato da qualcosa, in questo caso da un libro di Zafon).