ASSOLUTI INVERNALI 2018 - IL PAGELLONE

ASSOLUTI INVERNALI 2018 - IL PAGELLONE

Non attivi Di nuotounostiledivita

A Riccione si sono conclusi i Campionati Assoluti Invernali 2018 e non potevano non arrivare le pagelle con i promossi e i bocciati di questa rassegna tricolore invernale. Nel complesso sono arrivate delle buone notizie per il nuoto azzurro con ben 4 record italiani individuali che sono caduti in una due giorni densissima di gare. Indiscusso MVP degli Assoluti è stato il Bomber Marco Orsi che ha vinto 3 ori e 1 argento (con tanto di record italiano nei 100 misti), molto bene anche Fabio Scozzoli - secondo miglior crono stagionale nei 50 rana - che ha vinto il titolo sia nei 50 che nei 100.

Paltrinieri ha dominato senza problemi i 1500sl, i ritorni di Detti e Martinenghi non hanno deluso le aspettative e dal campo giovanile sono arrivate una serie di bellissime sorprese con i tre bronzi vinti da Costanza Cocconcelli (classe 2002), con il record italiano di Thomas Ceccon nei 200 misti (→ TUTTI I RISULTATI). Ecco il nostro pagellone:


Marco Orsi: 9,5

Cala un tris d'ori che mancava da troppo tempo e il poker gli sfugge davvero per un soffio. Oro e Record Italiano nei 100 misti in 51.57, oro nei 50 farfalla in 22"87 (a soli 4 centesimi dal record italiano), oro nei 50 stile libero in 21″41, e poi argento nei 50 dorso per soli 7 centesimi dietro a Matteo Milli 23"55. Una forma smagliante, una grinta da vero leader. Il bomber è ufficialmente tornato.

Thomas Ceccon: 9

Il futuro del nuoto azzurro è lì, nelle sue mani. Vince e convince come pochi hanno fatto e come pochi sanno fare. Si prende di prepotenza il titolo tricolore nei 200 misti in 1’53″26 e stabilisce il nuovo record italiano sulla distanza, disintegrando il precedente primato di Federico Turrini (1’54″53). Il suo tempo è il settimo crono nuotato nel 2018 sulla distanza, meglio del russo Kliment Kolesnikov. Io la butto lì, ad Hangzhou scenderà sotto il muro del minuto e 53 secondi. Il ragazzo continua a crescere, noi aspettiamo, e sogniamo.

Margherita Panziera: 9

In acqua a Riccione scende una Panziera di una nuova dimensione. In una fase di inizio scarico in vista dei mondiali, disintegra il record italiano nei 200 dorso nuotando in 2"01'56, quarto tempo europeo di sempre e quarto miglior crono nuotato nel 2018 al mondo: è l'unica azzurra di sempre a essere scesa sotto il muro dei 2'02"00. Nei 100 dorso è solo argento dietro a Silvia Scalia, ma le impressioni sono comunque più che buone. In Cina si può davvero sognare in grande!

Fabio Scozzoli: 9

Classe, eleganza, determinazione, ma sopratutto la grinta di chi ha trent'anni e vuole ancora dire la sua. Doppio titolo nei 50 e nei 100 rana, ma è proprio nei 50 che nuota un crono sublime: 25"99, secondo miglior tempo stagionale al mondo sulla distanza. Battere Peaty è impossibile? Gli Europei in corta di Copenaghen dello scorso anno ci dicono che non è proprio così...

Costanza Cocconcelli: 8,5

Classe 2002 e una voglia incredibile di farsi spazio tra i big. Partecipa a 5 gare individuali ed entra per 4 volte tra le migliori 5 in Italia. Per tre volte sale sul gradino più basso del podio: bronzo nei 50 dorso (27"14), ne 100 farfalla (59"32) e nei 100 misti (1'00"05, a soli 2 centesimi da Ilaria Cusinato). E poi un quarto posto nei 200 misti in 2'10"99 e un quinto posto nei 50 farfalla in 26"83, mentre è solo (e si fa per dire) ventitreesima nei 100sl. La giovanissima sedicenne bolognese sembra avere davvero del talento da vendere ed è certamente la miglior sorpresa di questo Assoluto Invernale.

Silvia Scalia: 8

Fa doppietta tricolore vincendo 50 e 100 dorso e nuotando in entrambe le distanze il proprio personal best. Nei 50 dorso chiude in 26"67, crono che le vale il nuovo record italiano sulla distanza (record che già le apparteneva), nei 100 nuota in 57.56, a un passo dal record italiano di Elena Gemo. "Sarebbe stato bello partecipare ai mondiali di Hangzhou per nuotare la staffetta, ma purtroppo, malgrado i record, non ho ottenuto il tempo" queste le parole dell'azzurra al termine della gara. Un peccato non vederla ad Hangzhou visto il suo ottimo stato di forma.

Nicolò Martinenghi: 8

Due argenti, nei 50 e nei 100 rana, e un oro nella distanza più lunga: i 200 rana. I problemi che l'hanno tenuto fermo ai box per diversi mesi sembrano ormai degli spettri lontani e Martinenghi sembra essere tornato quello di prima (o quasi). Nei 200 rana arriva il suo primo titolo tricolore sulla distanza dopo una gara tutta particolare: passaggio a fagiano i primi 100m (parziale di 59"67) e poi strenua difesa della posizione: chiude in 2'07"00. Il giovane ranista azzurro è ufficialmente tornato e il nuoto azzurro non può che festeggiare.

ASSOLUTI ITALIANI INVERNALI 2018 - ECCO TUTTI I PODI

Gabriele Detti: 8

Il nuoto azzurro festeggia anche per un altro rientro di un certo rilievo, quello di Gabriele Detti che sembra finalmente aver superato il problema alla spalla che l'ha tenuto fermo per quasi tutta la scorsa stagione. L'azzurro vince i 200sl - senza spingere troppo - in 1’44″39 davanti a Matteo Ciampi (1’45″22) e Alessio Proietti Colonna (1’45″39). Ora l'attesa è alle stelle per vedere cosa saprà regalarci ad Hangzhou, per ora non possiamo che augurarti il bentornato!

Simona Quadarella: 8

Compitino svolto nel migliore dei modi. Fa doppietta vincendo sia i 400sl che gli 800sl, nuotando in entrambe le distanze il proprio personal best. 4’03″48 il suo crono nei 400sl, 8'13"41 quello negli 800, tempo che la fa diventare la seconda italiana di sempre sulla distanza dietro solo ad Alessia Filippi. Ai mondiali di Hangzhou non ci sarà Katie Ledecky... a noi non ci resta che sognare in grande!

Lorenzo Mora: 7,5

Classe 98' ha compiuto 20 anni poco più di un mese fa. A Riccione fa la voce grossa nel dorso e prende in mano lo scettro fatto scivolare da Sabbioni nei 100 e nei 200 dorso. Di prepotenza la vittoria nei 100 dorso: 50"79, per un centesimo su Thomas Ceccon, di prestigio la vittoria nei 200 in 1’50″92: trema il record italiano di Simone Sabbioni (split +17 centesimi).

Federica Pellegrini: 7,5

Ogni volta che arriva sul piano vasca lo stadio del nuoto di Riccione esplode in un boato. La Divina vince i 200sl in 1'55"31 e i 100sl con un buon 52"81 anche se non arriva in formissima a causa di un po' di febbre alta avuta i giorni precedenti. Si butta in acqua anche nei 50sl, giusto per divertirsi, e chiude al quarto posto assoluto. Manca poco più di una settimana all'inizio dei Mondiali di Hangzhou, riuscirà la Divina ad arrivare nella forma sperata?

Gregorio Paltrinieri: 7,5

Avete presente quando il Falcon Heavy di Space X è pronto al decollo? Quando è stracarico di carburante e bisogna solo aspettare il conto alla rovescia prima che voli dalla rampa di lancio verso la conquista dell'universo? Ecco: Greg mi ha dato esattamente questa sensazione. Sicurissimo di sé e delle sue abilità, vince i 1500sl con classe ed eleganza e in Cina sono certo che ci saprà regalare delle meravigliose emozioni.

ASSOLUTI INVERNALI 2018 - TUTTI I RISULTATI

Elena di Liddo: 7,5

Doppietta anche per lei che porta a casa il titolo tricolore sia nei 50 farfalla (26.32) sia nei 100 farfalla (57.01) mentre nei 50 dorso è solo argento in 27.12 alle spalle di Silvia Scalia e del suo record italiano. Il crono sui 100 è da top10 mondiale stagionale ma per entrare nella finale di Hangzhou ci sarà da limare ancora un po'.

Matteo Ciampi: 7

Classe '96, sale per tre volte sul secondo gradino del podio vincendo l'argento nei 200sl, nei 400sl e nei 1500sl. Davanti a lui Gabriele Detti, Alessio Proietti Colonna e Gregorio Paltrinieri. Un campionato buono, il suo e tra pochi giorni partirà con la nazionale azzurra per Hangzhou. I margini di miglioramento ci sono e quando davanti a te ci sono due maestri come Detti e Paltrinieri la crescita non può che continuare spedita.

Simone Sabbioni: 5,5

Agli Assoluti Invernali dello scorso anno era stato uno tra i migliori. Un tris d'ori lo avevano incoronato il re indiscusso del dorso italiano, almeno in vasca corta. Quest'anno il buio più assoluto. Lontano dal podio e lontano dai primi sia nei 100 che nei 200 dorso, quella che scende in acqua sembra una brutta copia del Sabbioni 2017. L'unica nota positiva (se così la vogliamo chiamare) arriva dal suo allenatore Matteo Giunta che ai microfoni di Rai Sport fa sapere che il nuotatore è fuori forma a causa di un problema al gomito che ha riscontrato durante il ritiro a Livigno. Speriamo che sia solo quello e che non ci sia niente di più grave. Forse entro i mondiali di Hangzhou tutto sarà rientrato nella normalità, noi ci speriamo. #ForzaSABBIONI

Santo Condorelli: 5

Il nuotatore italo-canadese che ha recentemente acquisito la cittadinanza sportiva italiana non ha brillato nelle acque dello Stadio del nuoto di Riccione. Condorelli sembra avere un abbonamento con il quarto posto che prosegue dopo i due quarti posti ottenuti nei 100sl a Kazan 2015 e a Rio 2016: di fatto ha concluso al quarto posto sia i 50sl sia la gara regina di questi Assoluti Invernali... In realtà a questo giro una medaglia è anche arrivata: bronzo nei 100 farfalla nella finale vinta da Matteo Rivolta. Chissà cosa ci saprà regalare ad Hangzhou, certamente in ottica 4x100sl l'Italia può schierare un quartetto di un certo rilievo.


Gli azzurri convocati per Hangzhou sono 32 e vedono le presenze di Gabriele Detti e Nicolò Martinenghi (di rientro dai rispettivi infortuni) oltre a quelle di Paltrinieri, Quadarella e Pellegrini, assieme a tutti gli altri big del nuoto tricolore. I mondiali in corta saranno anche la prima volta in azzurro per Santo Yukio Condorelli che ha recentemente acquisito la cittadinanza sportiva italiana. Per avere maggiori informazioni puoi visitare le seguenti pagine:

Per rimanere sempre aggiornato e ricevere tutte le news in anteprima puoi seguirci sui social o abbonarti alla nostra newsletter. Che aspetti?

SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU INSTAGRAM

Vivi #Hangzhou2018 con noi!

ABBONATI ALLA NEWSLETTER

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al nostro blog: ci sono tante clorose notizie in arrivo.

Profilo Autore

nuotounostiledivita
nuotounostiledivita
“nuoto uno stile di vita” nasce nel 2010 grazie all'idea di due giovanissimi nuotatori (allora quindicenni) di condividere online la propria passione per il nuoto. Attraverso news, articoli, aforismi, foto, video e poesie, cerchiamo di offrirvi tutto quello che desiderate leggere sul mondo degli sport acquatici.