ISL A LONDRA: SOFFIA IL VENTO DEL CAMBIAMENTO

ISL A LONDRA: SOFFIA IL VENTO DEL CAMBIAMENTO

Off Di Sara

Il 18 e il 19 Dicembre sono stati giorni di fuoco e tensione nel mondo del nuoto: a Londra si è svolto un importantissimo vertice tra ISL (International Swimming League) e 30 dei più grandi nuotatori che esistano. "C'è molto lavoro da fare e da formalizzare" sono le prime parole che trapelano dai protagonisti, gli atleti! Ma il vento del cambiamento sta davvero soffiando, e ISL assieme ai suoi atleti vuole esserne la protagonista!

30 atleti, 30 campioni. Detengono ogni sorta di record, molti di loro sono plurimedagliati olimpici. C'è chi ha fatto la storia del proprio paese, chi quella di uno stile solo e chi, addirittura, la storia del nuoto! Loro sono: Federica Pellegrini, Gregorio Paltrinieri, Luca Dotto, Fabio Scozzoli, Adam Peaty, Siobhan O'Connor, Dylan Carter, Josh PrenotKendyl Stewart, Ryan Murphy, Tom Shields, Gunnar Bentz, Lia Neal, Mark Szaranek, Michael Andrew, Katinka Hosszu, Peter Mankoc, Medeline Groves, Cameron van der Burgh, Chad le Clos, Emily Seebohm, Femke Heemskerk, Georgia Davies, James Guy, Jason Lezak, Sarah Sjostrom, Ben Proud, Misha Romanchuk, Lenny Krayzelburg, Liam Tancock.


IL VERTICE LONDINESE

Il vertice è iniziato Martedì 18 Dicembre, dopo gli avvenimenti che, nelle scorse settimane, hanno visto impegnati gli atleti e ISL contro FINA. A seguito dell'incontro è stato annunciato un nuovo evento: la Swimming League. Un grandissimo torneo di nuoto internazionale in cui si sfideranno molti dei nuotatori più forti del mondo. Si formeranno 12 squadre, ospitate da 12 città: 6 europee e 6 statunitensi (due delle 6 squadre americane devono ancora essere confermate!).

Nello specifico, avremo sei squadre per il Vecchio Continente:

  • Energy Standard
  • Stoccarda
  • Roma
  • Marsiglia
  • Budapest
  • Londra

E sei squadre per gli Stati Uniti:

  • Los Angeles
  • San Francisco
  • Atlanta
  • Austin
  • Washington
  • Phoenix

E' molto importante che le squadre non vengano confuse con i club. Queste squadre, infatti, sono delle "entità commerciali": gli atleti, dunque, continueranno a rappresentare i propri club di appartenenza, club con cui continueranno ad allenarsi. Contemporaneamente, potranno essere inseriti in una di queste 12 squadre. Pertanto anche gli atleti provenienti da nazioni differenti rispetto a quelle in lista (vedi paesi asiatici e oceanici) potranno essere inseriti in una di queste 12 squadre.


LA COMPETIZIONE

La Swimming League si dividerà in due grandi parti: una prima parte, la cosiddetta "stagione regolare" (o fase eliminatoria), e la parte finale, in cui si svolgeranno finali e semifinali. Ad oggi, le uniche date certe sono quelle in cui si svolgeranno finali e semifinali: 17 - 22 Dicembre 2019, presso il Mandalay Bay Events Center di Las Vegas. Sì, avete letto bene, finali e semifinali si svolgeranno proprio a Las Vegas. L'evento finale, inoltre, si svolgerà nella vasca da 25 metri, mentre per la "stagione regolare" il formato verrà deciso dalla squadra ospitante.

La "stagione regolare" si strutturerà indicativamente in 12 tappe - 6 negli USA e 6 in Europa - tappe che si svolgeranno tra i mesi di agosto e novembre 2019. Ogni squadra ospiterà una tappa dell'evento, ma per le date e le città ospitanti c'è ancora da aspettare un po'. In ogni tappa al termine di ogni gara verrà assegnato un punteggio ai primi 8 classificati: 9, 7, 6, 5, 4, 3, 2, 1; punteggio che verrà raddoppiato in occasione delle staffette.

Fondamentale, quindi, non sarà il tempo nuotato dagli atleti, bensì la loro posizione. Sarà questo, infatti, uno dei nuovi cambiamenti. Al termine dell'incontro, verrà redatta una classifica e, successivamente, verranno assegnati "punti classifica" ad ogni squadra. Passeranno alla fase successiva - la fase finale di Las Vegas - le prime 4 squadre europee e le prime 4 squadre statunitensi.


LA PAROLA AGLI ATLETI

Da subito la parola è stata data agli atleti. La prima a parlare è stata Katinka Hosszu che ha parlato delle presunte pressioni ricevute da Fina: "noi saremo uniti, anche se qualcuno fosse punito, ma il nostro confronto non riguarda i divieti". Sulla questione torna anche il campione della rana, Adam Peaty, che parla della forte intervista rilasciata alla BBC: "Sanno bene che non possono farlo. La Fina non può comportarsi da arrogante perché perderebbe il rispetto degli atleti più importanti". Sostegno anche dalla svedese Sarah Sjostrom che dice:

"E’ come se il nuoto sia rimasto fermo negli anni 90, ci meritiamo molto di più di quanto otteniamo. Molti nuotatori non possono neanche pagarsi l’attività, non è il mio caso perché dispongo di sponsor, ma la maggior parte lavora duramente senza avere nulla in cambio e dipende solo dalla disponibilità dei genitori. Tutto questo è pazzesco e deve cambiare".

Si parla anche di leadership, che potrebbe essere rivestita dalla persona di Cameron van der Burgh, fresco di ritiro dall'attività agonistica. Tuttavia, nulla è certo, e gli atleti hanno solo, per ora, stabilito obiettivi chiari e concreti, che sono intenzionati a raggiungere. "Stiamo discutendo su chi potrebbe essere coinvolto nel gruppo e poi annunceremo la leadership" le parole di Tom Shields.


LA RISPOSTA DELLA FINA

Non manca, ovviamente, la risposta di Fina. Improvvisamente, un nuovo format: nascono le Swim Series, il nuovo format proposto dalla Fina. La nuova competizione si terrà nella primavera, dal venerdì alla domenica, per un totale di 3 tappe. Il nuovo format prevede le gare nei 50 - 100  e 200 per ogni stile, i 200 e 400 misti e le staffette. La partecipazione al nuovo evento avverrà esclusivamente per invito: saranno presenti il campione olimpico in carica, il campione mondiale, il detentore del record mondiale e il miglior classificato al mondo per ogni evento. Anche in questo caso gli atleti verranno raggruppati per squadra, in base al loro sponsor o al continente di appartenenza. Ci saranno sponsor e la diretta avverrà solamente (forse) su Finalive Tv.

Il presidente Julio Maglione argomenta così il nuovo format:

"Nel suo sforzo costante per l’innovazione e la fornitura di nuove opportunità per le stelle del nostro sport, Fina è molto lieta di lanciare questa nuova competizione. Completerà nel miglior modo possibile il nostro calendario di nuoto durante tutto l’anno: in primo luogo, queste Champions Swim Series; quindi, i Mondiali ed infine il circuito di Coppa del Mondo. Creando questa competizione d’élite aggiuntiva,  Fina genererà un vero spettacolo di nuoto, in cui la presentazione sportiva e la promozione delle stelle sono concetti chiave per un evento di successo".


CONSIDERAZIONI FINALI

Sono tante le domande che, in questi giorni, si stanno ponendo gli appassionati di nuoto: a cosa porterà tutto ciò? Ci sarà una vera frattura tra atleti e Fina? Qual è il margine di potere di Fina nei confronti di ISL e degli atleti? Tutte domande lecite, a cui è ancora troppo presto rispondere, bisognerà solamente aspettare il decorso degli eventi. Una cosa è certa: stanno avvenendo dei cambiamenti e, forse, per la prima volta gli atleti saranno davvero al centro di ogni scelta!


Fonti & Ringraziamenti:

Rimandiamo al sito ufficiale ISL per maggiori approfondimenti e al sito Swim Swam e Swim Swam Italia per una trattazione più completa e dettagliata di tutte queste notizie:

 

Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità sul nuoto entrando a far parte della più grande Social Community di nuotatori in Italia! Seguici sui social o Iscriviti alla Newsletter:

SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU INSTAGRAM

entra nella nostra community di nuotatori:

ABBONATI ALLA NEWSLETTER

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al nostro blog: ci sono tante clorose notizie in arrivo.

Profilo Autore

Sara
Sara
Studentessa al secondo anno di Scienze Linguistiche per le Relazioni Internazionali, è una delle scrittrici di nuotounostiledivita.it. Appassionata di Sport, ha praticato nuoto sin da bambina. Ora gestisce @lefotodellastoriadelnuoto, con l’intento di raccontare gli eventi più belli che hanno fatto la storia di questo sport. Ama leggere, viaggiare e guardare serie TV!