IL 2018 VOLGE AL TERMINE: ECCO IL NOSTRO RECAP

IL 2018 VOLGE AL TERMINE: ECCO IL NOSTRO RECAP

Off Di nuotounostiledivita

Il 2018 è stato un anno straordinario per il nuoto azzurro. Il 2018 è stato l'anno d'oro di Simona Quadarella e della sua straordinaria tripletta europea a Glasgow, il 2018 è stato l'anno della scoperta di Martina Carraro ai mondiali di Hangzhou, il 2018 è stato l'anno del ritorno di Federica Pellegrini nei suoi 200sl... ma non solo. Ecco il nostro recap di un 2018 che ormai volge al termine.

Simona e la tripletta di Glasgow

La prima pagina di questo 2018 può essere dedicata a una sola nuotatrice: Simona Quadarella. In un anno in cui le stelle del nuoto azzurro non hanno brillato come ci avevano abituato le stagioni precedenti, la giovane mezzofondista romana ha riacceso i sogni e le speranze di avere nel team un Jolly da poter giocare nei prossimi anni.

I tre ori Europei di Glasgow rimangono molto probabilmente il momento più bello per il nuoto azzurro di questo 2018. L'argento mondiale dietro a un'imprendibile Wang, invece, è indice di quella crescita continua e costante cui ci abituato in questi ultimi anni e che bene fa sperare per il futuro prossimo del nuoto azzurro, e mondiale.

In questo anno senza Mondiali in lunga e senza Olimpiadi, sono molti i nomi azzurri che ci hanno piacevolmente sorpreso: Margherita Panziera, Elena di Liddo, Ilaria Cusinato, Piero Codia, Alessandro Miressi, Martina Carraro, Marco Orsi - solo per citarne alcuni -. Conferme, rinascite e una nuova generazione che avanza. Tanti i record nazionali e i record personali che sono caduti così come tante sono state le belle finali che hanno regalato emozioni incredibili.

La finale più bella

Probabilmente se dovessi scegliere la finale più bella di questo 2018 per il nuoto azzurro, beh, sceglierei senza ombra di dubbio, quella di Piero Codia a Glasgow. Nei 100 farfalla Piero Codia ha fatto sognare tutti quanti, nuotando un tempo ben 11 centesimi inferiore al tempo nuotato da Caeleb Dressel a Tokyo durante i Pan Pacifici. Un oro da incorniciare e una prestazione stellare.

Ad Hangzhou l'azzurro non riesce a esprimersi al 100%, ma resta comunque uno dei migliori azzurri di questo 2018. La nazionale italiana sta crescendo e sta scaldando i motori in vista del prossimo densissimo biennio che vedrà prima i mondiali coreani e poi i Giochi Olimpici di Tokyo.

A livello internazionale il 2018 non ha regalato molte prestazioni degne di nota. Katie Ledecky ha fatto tripletta ai Pan Pacifici ma senza crono importanti e ai mondiali in corta non si è presentata. Dressel non ha ancora iniziato a stupire come tutti quanti si aspettavano, Katinka Hosszu è uscita dalla turbolenta situazione amorosa che l'ha bloccata in primavera e sembra lentamente essere tornata sui suoi passi. Insomma, c'è da aspettare.

C'è da aspettare per vedere il miglior Gregorio Paltrinieri in vasca lunga, c'è da aspettare per ri-vedere Federica Pellegrini davvero competitiva nei 200sl, c'è da aspettare per vedere la crescita dei più giovani che già quest'anno hanno iniziato a regalare belle emozioni, come Federico Burdisso e Thomas Ceccon.

Non solo...

Ma non finisce qui: il 2018 ha regalato anche la critica di Luca Dotto contro la Gazzetta dello Sport e la nascita dell'International Swimming League che vedrà il suo via nel 2019... il 2018 ha portato con sé anche le accuse di Doping che hanno coinvolto Filippo Magnini e l'addio al nuoto di Cameron Van der Burgh e di Missy Franklin.

Insomma, un anno denso di eventi e di storie volge al termine.

Gare, record, lacrime, urla di gioia. I silenzi prima della partenza, il "take your marks", il boato del pubblico subito dopo lo start. E poi le urla dello stadio di Hangzhou quando erano i cinesi a vincere una gara e il fiato sospeso quando qualcuno nuotava a cavallo del nuovo record mondiale.

Tante finali, tante emozioni.


Noi speriamo di avervi raccontato questo 2018 nel migliore dei modi possibili. Speriamo di avervi tenuto compagnia e speriamo che le nostre novità - come Nuoto Live e il podcast Nuoto Dunque Sono - vi siano piaciute.

Grazie a tutti quanti per averci sopportato e supportato, appuntamento a gennaio per vivere assieme una nuova incredibile stagione natatoria.

Buon anno da tutta la redazione!


Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità sul nuoto entrando a far parte della più grande Social Community di nuotatori in Italia! Seguici sui social o Iscriviti alla Newsletter:

SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU INSTAGRAM

entra nella nostra community di nuotatori:

ABBONATI ALLA NEWSLETTER

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al nostro blog: ci sono tante clorose notizie in arrivo.

Profilo Autore

nuotounostiledivita
nuotounostiledivita
“nuoto uno stile di vita” nasce nel 2010 grazie all'idea di due giovanissimi nuotatori (allora quindicenni) di condividere online la propria passione per il nuoto. Attraverso news, articoli, aforismi, foto, video e poesie, cerchiamo di offrirvi tutto quello che desiderate leggere sul mondo degli sport acquatici.