ISL 2019: BUDAPEST | RISULTATI DEL 2° GIORNO DI GARE

ISL 2019: BUDAPEST | RISULTATI DEL 2° GIORNO DI GARE

0 Di Federico

A Budapest si conclude la seconda giornata di gare della quarta tappa dell'International Swimming League. MVP del weekend la padrona di casa Katinka Hosszu che ha dominato le gare totalizzando 47 punti e portando il team Iron a quota 425, secondo posto assoluto. Nella classifica generale vittoria schiacciante dei nuotatori capitanati da Adam Peaty: i London Roar hanno chiuso in testa la classifica finale con 505,5 punti, proiettandosi come il team da battere a Las Vegas → Tutti i risultati dopo le prime 4 tappe di ISL


Ecco la classifica finale della tappa magiara:

  1. London Roar: 505.5
  2. Team Iron: 425
  3. LA Current: 408
  4. NY Breakers: 292.5

Di seguito tutti i risultati della seconda giornata di gare a Budapest:


100 stile libero

Nei 100 stile libero femminili sbancano i London Roar con una favolosa doppietta di Emma McKeon e Cate Campbell parimerito in 51"02. Terza Ranomi Kromowidjojo del Team Iron in 51"96.

La gara al maschile vede nuovamente i London roar al primo posto con Kyle Chalmers in 45"77, seguono Vladimir Morozov (Team Iron) in 46"42 e Nathan Adrian (LA Current) con 46"70


100 rana

I 100 rana donne hanno visto al primo posto Alia Atkinson (Team Iron) in 1'03"84. A seguire Breeja Larson (NY Breakers) in 1'04"40 e Annie Lazor (LA Current) con 1'04"41

I 100 rana al maschile, come da programma, vanno ad Adam Peaty (London Roar) in 56"19. A seguire Felipe Lima (LA Current) con 57"04 e Kirill Prigoda (London Roar) in 57"29.


400 stile libero

Nella gara al femminile Domina il Team Iron con Ajna Kesely (4'01"27) e Veronjka Andusenko (4'02"10). Solo terza Boglarka Kapas dei London Roar con 4'02"49.

La gara al maschile ha visto la vittoria di Elijah Winnington (London Roar) in 3'38"30. Secondo Kristof Milak (Team Iron) con 3'39"37, terzo Jack McLoughlin (NY Breakers) in 3'39"41.

200 misti

Nei 200 misti al femminile la vittoria va a Katinka Hosszu (Team Iron). A seguire Sydney Pickrem (London Roar).

Nella gara al maschile sbancano i LA Current con Andrew Seliskr (1'53"11) e Josh Prenot (1'54"59). Terzo Gunnar Benitz del Team Iron in 1'55"09.


50 delfino

I 50 delfino femminili si sono chiusi con il primo posto parimerito di Beryl Gastaldello (LA Current) e Holly Barrat (London Roar) con 24"92. Terza Marie Wattel (London Roar) in 25"33.

La gara degli uomini ha visto Szebastian Szabo (Team Iron) vincere in 22"20 davanti a Tom Shields (LA Current) in 22"58 e Michael Andrew (NY Breakers) 22"73.


100 dorso

Gara dei 100 dorso al femminile vinta da Minna Atherton (London Roar) in 54"89. A seguire Amy Bilquist (LA Current) con 56"64 e Ali DeLoof (NY Breakers) in 57"52.

La sfida al maschile è stata vinta da Guillherme Guido (London Roar) in 49"61. Secondo Ryan Murphy (LA Current) con 49"78, terzo Robert Glinta (Team Iron) 50"10.


200 delfino

I 200 delfini femminili sono andati a Katinka Hosszu (Team Iron) che ha chiuso la gara in 2'05"37. Seconda Katie McLaughlin (LA Current) 2'05"41. Terza Alys Thomas (NY Breakers) con 2'07"05.

Nella gara al maschile vince Kristof Milak (Team Iron) in 1'49"98 davanti ad una doppietta dei LA Current con Tom Shields (1'50"25) e Jack Conger (1'52"74).


50 stile libero skin

La skin race donne ha visto sin da subito scontrarsi Ranomi Krmowidjojo con Cate Campbell. Nella finale Ranomi (Team Iron) ha vinto in 24"28 con Cate (London Roar) che ha chiuso in 25"31.

Nella gara al maschile Vladimir Morozov (Team Iron) e Kyle Chalmers (London Roar) si sono giocati la finale, dove l'ottima prestazione di Kyle gli ha fatto segnare 21", restando così sempre sotto ai 22" come Dressel a Napoli e si è aggiudicato la finale.


Staffette

I London Roar hanno dominato le staffette domenicali con una doppietta nella 4x100 mista femminile (primo e secondo posto) e una vittoria netta nella 4x100sl mista. Di seguito i risultati delle staffette della seconda serata:

4x100 mista femminile

  1. London Roar – 3'47"39
  2. London Roar – 3'49"65
  3. LA Current – 3'49"85
  4. New York Breakers – 3:50.74
  5. Iron – 3:52.32
  6. New York Breakers – 3:52.45
  7. LA Current – 3:54.91
  8. Iron – 3:55.93

4x100 stile libero mista

  1. London Roar – 3:17.05
  2. LA Current – 3:18.97
  3. New York Breakers – 3:20.13
  4. Iron – 3:21.41
  5. London Roar – 3:21.55
  6. LA Current – 3:21.66
  7. New York Breakers – 3:24.35
  8. Iron – 3:24.76

Si conclude così il primo mese di gare dell'International Swimming League. In generale netta superiorità dei team europei con Energy Standard e London Roar che guidano parimerito (8 punti) un'ipotetica classifica generale e sono gli unici due team già matematicamente qualificati alla fase finale di Las Vegas. Più equilibrata la situazione nel girone statunitense con Cali Condors, LA Current e DC Trident che se la giocano per i primi due posti. (ricordiamo che solo i primi due team di ogni girone continentale accederanno alle finali di Las Vegas).

Le classifiche continentali al termine delle prime 4 tappe sono le seguenti:

Girone Americano

  1. Cali Condors 6 punti
  2. LA Current 5 punti
  3. DC Trident 4 punti
  4. NY Breakers 2 punti

Girone Europe

  1. Energy Standard 8 punti
  2. London Roar 8 punti
  3. Team Iron 5 punti
  4. Aqua Centurions 2 punti

L'International Swimming League torna tra poche settimane con i derby: quello americano, a Washington e quello europeo, a Londra. Di seguito il calendario:

  • 16-17 novembre 2019, Washington DC (USA)
  • 23-24 novembre,  Londra (Regno Unito)

Per rimanere sempre aggiornato e ricevere tutte le news in anteprima puoi seguirci sui social, iscriverti alla nostra newsletter, o iscriverti al nostro canale Telegram. Contenuti speciali, articoli, video e podcast! Che aspetti?

FACEBOOK | INSTAGRAM | TELEGRAM


Entra nella nostra community:

ABBONATI ALLA NEWSLETTER

Profilo Autore

Federico
Federico
23 anni, una breve parentesi da nuotatore agonista, poi sono scappato per dedicarmi alla filosofia. Dopo 5 anni di università non ho ancora capito se sia peggio Kant o un 400 misti. Nel 2010, in una serata post allenamento, ho creato nuoto uno stile di vita, da quel giorno mi sono fermamente convinto di una cosa: "tutti i più grandi pensieri sono concepiti mentre si nuota" (semicit). Da bambino Magnini era il mio idolo, crescendo ho iniziato ad amare il personaggio di Lochte, anche se quella di Ervin è la storia che mi affascina maggiormente. Regista e scenografo di film mentali da premio oscar, lettore a tempo perso, perdi tempo, tra una lezione universitaria e una nuotata in piscina mi diletto scrivendo articoli, curando la redazione del sito e pubblicando contenuti sui social. Spesso mi firmo con lo pseudonimo di Julian Carax (anche lui è scappato da qualcosa, in questo caso da un libro di Zafon).