NUOTO, EUROPEI IN CORTA 2021: RISULTATI DAY3 1

NUOTO, EUROPEI IN CORTA 2021: RISULTATI DAY3

4 Novembre 2021 Off Di Marta

Nella terza giornata di gare del Campionato europeo in corta di Kazan 2021 continuano senza interruzioni le emozioni per il nuoto azzurro. Quella più grande se la regala Nicolò Martinenghi che vince un meraviglioso oro nei 100 rana, polverizzando il record italiano.

Poi è ancora una cascata di argenti: Margherita Panziera nei 200 dorso, Lorenzo Zazzeri nei 50sl e Gregorio Paltrinieri nei 1500sl. Il bottino della spedizione azzurra si arricchisce anche di due bellissimi bronzi, quello di Ilaria Bianchi nei 200 farfalla e quello di Scalia, Castiglioni, Di Liddo e Di Pietro con la 4x50 mista. E infine sono tantissime le finali conquistate per domani pomeriggio!

Ecco il recap con tutti i risultati principali di oggi, 4 novembre 2021 (nella seconda parte della pagina trovate anche tutti i risultati delle batterie di questa mattina).


RISULTATI FINALI & SEMIFINALI DAY3

200 Dorso Donne - finale

  • Record Europeo: 1'59"23
  • Record Italiano: 2'01"45

A sorpresa, la primatista mondiale dei 50 dorso Kira Toussaint riesce a vincere la gara che meno le appartiene - in quanto pura velocista - portando a casa un risultato completamente inaspettato. La Toussaint, dopo una prima parte di gara contesa con l'azzurra Margherita Panziera, riesce a staccarla e a toccare per prima. Terza piazza per l'austriaca Lena Grabowski.

  1. Kira Toussaint in 2'01"26
  2. Margherita Panziera in 2'02"05
  3. Lena Grabowski in 2'04"74

50 Stile Libero Uomini - finale

  • Record Europeo: 20"26
  • Record Italiano: 20"69

Dopo le meraviglie con la 4x50 mista maschile di ieri sea, le emozioni della velocità maschile sembrano non cessare mai. In una gara da vivere tutta in apnea, Lorenzo Zazzeri non si fa trovare di certo impreparato e regala all'Italia una nuova medaglia, questa volta d'argento. A vincere la gara più veloce è il serbo Szebasztian Szabo, davanti all'azzurro Lorenzo Zazzeri e davanti agli ex aequo Pawel Juraszek Vladimir Morozov.

  1. Szebasztian Szabo in 20"72
  2. Lorenzo Zazzeri in 20"84
  3. Pawel Juraszek e Vladimir Morozov in 20"95

200 Farfalla Donne - finale

  • Record Europeo: 1'59"61
  • Record Italiano: 2'04"20

Grazie ad una rimonta spettacolare, la russa Svetlana Chimrova conquista il primo oro russo della giornata. Dietro di lei, la danese Helena Rosendahl Bach e l'azzurra Ilaria Bianchi, autrice di una bellissima gara. Ottima prestazione anche per Alessia Polieri che chiude sesta in 2'07"95.

  1. Svetlana Chimrova in 2'04"97
  2. Helena Rosendahl Bach in 2'05"02
  3. Ilaria Bianchi in 2'05"43

200 Misti Uomini - semifinale

  • Record Europeo: 1'50"85
  • Record Italiano: 1'53"26

Una gara strepitosa da parte di Alberto Razzetti che, nella prima delle due semifinali, chiude secondo alle spalle del greco Andreas Vazaios sfiorando di pochissimo il record italiano appartenente a Thomas Cecco (1'53"39 il suo crono). Il primatista italiano Thomas Ceccon risponde nella seconda delle due semifinali con una gara, forse, più controllata ma che comunque gli garantisce l'accesso alla finale di domani (1'54"73 il suo tempo).


100 Stile Libero Donne - semifinale

  • Record Europeo: 50"58
  • Record Italiano: 52"10

Pass conquistato da Silvia di Pietro che vola in finale con il quinto tempo in 52″72. Peccato per Costanza Cocconcelli che chiude in 53"26, nono tempo assoluto: fuori dalle migliori 8 per soli 9 centesimi. Primo tempo per Sarah Sjostrom in 52"21.


100 Dorso Uomini - semifinale

  • Record Europeo: 48"58
  • Record Italiano: 49"68

Missione compiuta per Mora e Rivolta, entrambi gli azzurri staccano il pass x la finale di domani. Lorenzo Mora quinto tempo in 50″12, settimo crono per Matteo Rivolta in 50″62.


100 Misti Donne - finale

  • Record Europeo: 56"51
  • Record Italiano: 58"45

Non riesce nell'impresta Costanza Cocconcelli che chiude al settimo posto in 59"10. Vince la finale la polacca Alicja Tchorz in 57″82, secondo posto per la russa Maria Kameneva in 57″83, terza un po' a sorpresa Sara Sjostrom che ferma il cronometro in 58″05. Il podio della finale:

  1. Alicja Tchorz in 57″82
  2. Maria Kameneva in 57″83
  3. Sara Sjostrom in 58″05

1500 Stile Libero Uomini - finale

  • Record Europeo: 14'08"06
  • Record Italiano: 14'08"06

Testa a testa tra Wellbrock e Paltrinieri fino ai 1000 metri, poi il tedesco mette il turbo e vasca dopo vasca inizia a ad accumulare decimi sull'azzurro. Alla fine Gregorio Paltrinieri è argento in 14’13”07, medaglia d’oro per il tedesco Florian Wellbrock in 14'09"88. Terzo posto per Sven Schwarz in 14’26″24. Chiude in settima posizione Domenico Acerenza che ferma il cronometro in 14’38″85..

  1. Florian Wellbrock in 14'09"88
  2. Gregorio Paltrinieri in 14’13”07
  3. Sven Schwarz in 14’26″24

200 Rana Donne - semifinale

  • Record Europeo: 2'15"21
  • Record Italiano: 2'19"68

Martina Carraro e Francesca Fangio centrano la qualificazione per la finalissima di domani nei 200 rana. Fangio quarto tempo in 2'20"09, Martina Carraro settima in 2'21"96. Il primo tempo per domani è quello della russa Evgeniia Chikunova in 2’18″08.


200 Farfalla Uomini - semifinale

  • Record Europeo: 1'49"00
  • Record Italiano: 1'51"15

Finale conquistata anche da Alberto Razzetti nei 200 farfalla. L'azzurro chiude in 1'52"18, quarto tempo assoluto. Primo tempo per Kristof Milak in 1'51"33. Sfortunato Giacomo Carini, per lui nono tempo assoluto in 1'53"97, primo degli esclusi.


50 Dorso Donne - semifinale

  • Record Europeo: 25"60
  • Record Italiano: 26"22

Volano letteralmente Elena di Liddo e Silvia Scalia che conquistano la finale con il quarto e il quinto tempo assoluti, vicinissime al record italiano. 26"25 per la Di Liddo, 26"26 per Silvia Scalia. Primo tempo per la francese classe '01 Analia Pigree in 26.05


100 Rana Uomini - finale

  • Record Europeo: 55"34
  • Record Italiano: 56"15
Una finale perfetta quella di Nicolò Martinenghi che si laurea campione d'Europa nei 100 rana davanti al primatista mondiale in vasca corta Shymanovich e a Kamminga! L'azzurro ferma il cronometro a 55"63, nuovo record italiano (a 3 decimi dal primato mondiale) e primo azzurro di sempre a scendere sotto il muro dei 56 secondi in vasca corta!
Quinto posto per il Capitano Scozzoli che chiude in 56"34. Il podio della gara:
  1. Nicolò Martinenghi in 55"63
  2. Ilya Shymanovich in 55"77
  3. Arno Kamminga in 55"79

4x50 Mista Donne - finale

  • Record Europeo: 1'42"69
  • Record Italiano: 1'44"92
Per concludere un'altra giornata stellare per il nuoto azzurro, Scalia, Castiglioni, Di Liddo e Di Pietro vincono una bellissima medaglia di bronzo con la 4x50 mista: 1'44"46 il tempo nuotato dalle azzurre, nuovo record italiano! Vince la Russia in 1'44"19, davanti alla Svezia in 1'44"32. Il podio della gara:
  1. Russia in 1'44"19
  2. Svezia in 1'44"32
  3. Italia in 1'44"46

RISULTATI BATTERIE DAY3

Gli italiani fanno en plein nella terza giornata di batterie a Kazan. Nei 100 stile libero donne passano in semi Silvia Di Pietro e Costanza Cocconcelli. Nei 200 misti uomini avanzano Thomas Ceccon e Alberto Razzetti. Martina Carraro accede alle semifinali dei 200 rana, così come Francesca Fangio, quest'ultima con il terzo miglior tempo.

Molto bene Lorenzo Mora e Matteo Rivolta, entrambi volano in semi dei 100 dorso rispettivamente con il secondo e il quarto assoluto. Tra le azzurre dei 50 dorso si distinguono Silvia Scalia ed Elena Di Liddo, che entrano in semifinale. Anche Giacomo Carini e Alberto Razzetti hanno prenotato un posto nelle semi dei 200 farfalla.

Infine Simona Quadarella e Martina Caramignoli volano in finale dei 1500sl con il secondo e il terzo miglior tempo. Il miglior crono d'accesso è della russa Kirpichnikova che, dopo aver vinto gli 800, sembra voler far tremare anche il trono della gara più lunga.


100 stile libero donne - Silvia Di Pietro e Costanza Cocconcelli, nella medesima batteria, staccano il pass per la semifinale arrivando rispettivamente seconda e terza. Il 53"20 della Di Pietro la pone al quarto posto assoluto, mentre il 53"56 della Cocconcelli all'ottavo. Rimane fuori la giovane Chiara Tarantino, che era arrivata quarta nella sua serie con il tempo di 53"60. È però esclusa in virtù della regola per la quale solo due atleti per nazione possono accedere ai turni successivi alle batterie. Federica Toma invece non si presenta ai blocchetti di partenza. Infine merita una menzione la ceca Barbora Seemanova che ha il miglior tempo d'accesso in semi: 52"45.

200 misti uomini - Due azzurri su tre avanzano: sono Ceccon e Razzetti. Thomas Ceccon è terzo nella sua batteria con il tempo di 1'56"48. Alberto Razzetti ferma il cronometro a 1'56"60, ponendosi quinto. Alla termine di tutte le serie nella classifica provvisoria Ceccon è quinto, Razzetti sesto. Entrambi volano in semifinale. Escluso invece Pier Andrea Matteazzi, nonostante il suo quarto posto in batteria con 1'57"43.

200 rana donne - Due azzurre iscritte, due pass per le semifinali. Francesca Fangio fa meglio di Martina Carraro: con il suo 2'21"67 è seconda in batteria ed entra tra le migliori sedici con il terzo tempo assoluto. Bene anche la Carraro: 2'23"52 per guadagnarsi il terzo posto nella sua serie e il tredicesimo assoluto.

100 dorso uomini - Anche nei 100 dorso gli italiani fanno la voce grossa e si prendono tutti e due i pass a disposizione per la semifinale. La spuntano Lorenzo Mora e Matteo Rivolta. Mora è secondo in batteria, dietro solo al russo Kolesnikov (50"42). E sono proprio loro ad avere i due tempi più bassi per l'accesso alle semi. Anche Matteo Rivolta è protagonista di una discreta prestazione. Come Mora, è secondo in batteria, dietro ad un russo, Evgeny Rylov, con il tempo di 50"67: il quarto miglior crono. A Michele Lamberti non basta aver vinto la sua batteria con il tempo di 50"86, perché altri due italiani hanno fatto un tempo più basso. Escluso anche Simone Sabbioni, sesto in batteria con 51"98.

50 dorso donne - Missione compiuta per Elena Di Liddo e Silvia Scalia, entrambe si prenotano per la semifinale. Elena Di Liddo chiude in terza posizione la sua serie con 26"46. Tempo che la vede al sesto posto assoluto. Silvia Scalia invece è seconda in batteria e quinta nella classifica assoluta provvisoria, grazie al suo 24"43. Le altre due iscritte: Erika Gaetani e Federica Toma sono eliminate. 27"59 e settimo posto in batteria per la Toma; 27"82 e ottavo posto per la Gaetani.

200 farfalla uomini - Strepitosi gli azzurri iscritti ai 200 farfalla. Entrambi entrano in semifinale! Giacomo Carini conclude terzo la sua serie, con il tempo di 1'56"09. Crono che lo colloca all'ottavo posto assoluto. Mentre Alberto Razzetti fa 1'57"45, piazzandosi quinto in batteria e undicesimo nella classifica provvisoria.

1500 stile libero donne - Simona Quadarella e Martina Caramignoli volano in finale con, rispettivamente, il secondo e il terzo miglior crono. Martina Caramignoli vince la sua batteria con il tempo di 15'50"79. Simona Quadarella nella sua serie chiude seconda in 15'49"39 dietro alla russa Kirpichnikova. Quest'ultima ha vinto la batteria con 15'26"08, candidandosi prepotentemente anche alla vittoria dei 1500, dopo aver piegato tutte le avversarie nella finale degli 800.


Kazan 2021, programma delle gare e link utili

La XXI edizione dei Campionati Europei in vasca corta si svolge presso l'Aquatic Palace di Kazan dal 2 al 7 novembre 2021. Le batterie si svolgono a partire dalle ore 8:00 (italiane) del mattino mentre finali & semifinali iniziano alle ore 16:30:

PROGRAMMA GARE
KAZAN 2021, TUTTE LE NEWS
LE MEDAGLIE DEGLI AZZURRI

Appuntamento a domani con le batterie a partire dalle ore 8:00. Le gare saranno trasmesse come di consueto su Rai Sport.


Segui gli Europei di Kazan 2021 con noi

Per rimanere sempre aggiornato sul nuoto mondiale e ricevere tutte le news in anteprima puoi seguirci sui social, iscriverti alla nostra newsletter, o iscriverti al nostro canale Telegram. Contenuti speciali, articoli, video e podcast! Che aspetti?

→ FACEBOOK
 INSTAGRAM
→ TELEGRAM


Appassionato di nuoto?

→ ABBONATI ALLA NEWSLETTER

Profilo Autore

Marta
Marta
18 anni, studentessa liceale all'ultimo anno. Sei anni di nuoto alle spalle, ora si dedica solo alla palestra. Sogna un futuro da giornalista. Quando non si dispera per aver deciso di iscriversi al liceo scientifico legge o guarda film, sopratutto thriller mentre odia quelli romantici troppo sdolcinati. Se si diploma, dopo frequenterà l'università di scienze della comunicazione. Non vede l'ora di abbandonare per sempre la matematica e di dimostrare che non serve essere raccomandati o particolarmente belli per avere successo.