NUOTO, TOKYO 2020: LE PREVISIONI NEI MISTI 1

NUOTO, TOKYO 2020: LE PREVISIONI NEI MISTI

23 Luglio 2021 Off Di Federico

Prima stile libero, poi dorso, rana, e farfalla, ora immancabilmente i misti. Cosa aspettarsi dalle gare in questa specialità ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020? Di seguito, le nostre previsioni sulle 4 ipotetiche finali che verranno disputate per assegnare altrettanti titoli olimpici, per un totale di 12 medaglie.

Mai come quest'anno le gare dei misti sembrano dal risultato incerto. Se è vero che in campo stabilmente al primo posto nel ranking troviamo Katinka Hosszu, è altrettanto vero che le avversarie iniziano progressivamente a farsi strada.

In campo maschile ci sarà invece Michael Andrew a caccia del primo successo olimpico individuale nei 200, mentre nei 400 Daiya Seto cercherà di difendere il titolo. Per ogni gara è possibile consultare anche una scheda di approfondimento contenente l'ultimo podio olimpico e iridato, il record italiano, europeo e mondiale e alcuni cenni storici. 


200 misti

Donne

Saldamente al primo posto del ranking mondiale, Katinka Hosszu è iscritta con un crono di 2’07”02, un secondo più basso rispetto a quello di qualsiasi altra avversaria. Per l'Iron Lady, campionessa iridata e olimpica in carica e primatista mondiale della distanza, le avversarie principali saranno Kaylee Mckeown (2’08”19), Sydney Pickrem
(2’08”61), Yui Ohashi (2’08”80) e Alex Walsh (2’08”87), uniche nuotatrici sotto i due minuti e 9 secondi.

In vasca per l'Italia anche Sara Franceschi e Ilaria Cusinato. Sara Franceschi ha il quattordicesimo tempo assoluto in 2'10"26, Ilaria Cusinato invece ha il quindicesimo in 2'10"72. La semifinale è alla portata per entrambe le mististe azzurre, mentre per la finale ci sarà da provare a fare una piccola magia. Impresa comunque non impossibile (a Rio 2016 l'ultimo crono di accesso per la finale è stato il 2'10"87 della russa Viktoriya Andreeva).

Per approfondire: SCHEDA GARA | in programma il 26 luglio

Uomini

Nella gara al maschile sarà una sfida accesissima per conquistare il trono olimpico nei 200 misti, lasciato vacante da Michael Phelps. Ci sono ben 4 nuotatori sotto al minuto e 56 secondi, con Michael Andrew che guida le entry list in 1’55”26, seguito da Daiya Seto, campione mondiale in carica che il tempo di iscrizione di 1’55”55. Terzo e quarto tempo per Mitch Larkin (1’55”72) e Duncan Scott (1’55”90).

Sarà una finale giocata sul filo del centesimo. Appena fuori dalla top10 undicesimo tempo di iscrizione per Alberto Razzetti con il tempo di 1'57"13 nuotato ai Campionati assoluti di Riccione pochi mesi fa, crono che è anche il nuovo record italiano. Se l'azzurro riuscisse a ripetersi la finale sarebbe assolutamente alla portata e chissà...

Per approfondire: SCHEDA GARA | in programma il 28 luglio


400 misti

Donne

Subito in programma nel primo giorno di gare, i 400 misti femminili vedono 4 atlete sotto i 4 minuti e 34 secondi, con una quasi irraggiungibile Katinka Hosszu che domina il ranking mondiale con il crono di 4'30"39, tempo con il quale si è laureata Campionessa mondiale nel 2019. Alle sue spalle troviamo Yui Ohashi (4’32”33), Emma Weyant (4’33”81) e Hali Flickinger (4’33”96)

Per l'Italia in vasca Sara Franceschi in 4'37"06 e Ilaria Cusinato in 4'37"45, rispettivamente nono e dodicesimo crono di iscrizione. La finale non è impossibile da raggiungere: a Rio 2016 è servito un 4'36"5, a Gwangju 2019 un 4'38"9... anche questa sarà una gara da seguire con grande attenzione.

Per approfondire: SCHEDA GARA | in programma il 24 luglio

Uomini

Chiudiamo infine con i 400 misti uomini, in assoluto la prima gara che aprirà le danze di questi Giochi Olimpici. Se nei 200 misti la finale è incerta, nei 400 Daiya Seto lotterà per conquistare il titolo olimpico dopo il bronzo di Rio 2016. Seto arriva da campione mondiale in carica e con il primo tempo di accesso in 4’07”95.

Alle sue spalle Chase Kalisz (4’09”09), vicecampione olimpico sulla distanza, Jay Litherland (4’09”22) vicecampione mondiale sulla distanza e David Verraszto (4’09”57). Due gli azzurri che scenderanno in vasca nei 400 misti uomini: Alberto Razzetti arriva con il decimo tempo assoluto in 4'11"17, mentre ha il sedicesimo crono Pier Andrea Matteazzi in 4'12"79. La finale potrebbe essere alla portata di entrambi: a Rio c'è voluto un 4'13 per entrare tra i migliori 8.

Per approfondire: SCHEDA GARA | in programma il 24 luglio


Tutto su Tokyo 2020

Le gare di nuoto in vasca si svolgeranno presso il Tokyo Aquatics Centre e avranno inizio domani alle 12:00. Le batterie si svolgeranno tra le 19:00 e le 21:30 ora locale, in Italia inizieranno alle 12 di mattina. Le finali verranno disputate quando in Giappone è mattino (10:30 a Tokyo), mentre in Italia sarà notte fonda: inizio della sessione alle 3:30 di notte e chiusura intorno alle 6:00 di mattina.


Resta connesso

Per rimanere sempre aggiornato e ricevere tutte le news in anteprima puoi seguirci sui social, iscriverti alla nostra newsletter, o iscriverti al nostro canale Telegram. Contenuti speciali, articoli, video e podcast! Che aspetti?

FACEBOOK
INSTAGRAM
TELEGRAM


Road to Tokyo 2020

ABBONATI ALLA NEWSLETTER

 

Profilo Autore

Federico
Federico
Una laurea Magistrale in Filosofia presso l'Università di Pavia, un'innata passione per la scrittura, la comunicazione e i social network. Nel 2010, in una serata post allenamento, ho creato nuoto uno stile di vita, da quel giorno mi sono fermamente convinto di una cosa: "tutti i più grandi pensieri sono concepiti mentre si nuota" (semicit). No, dopo 5 anni di università non ho capito se sia peggio Kant o un 400 misti.